Giochi Senza Frontiere potrebbe tornare in Rai nell’estate del 2013

By on settembre 18, 2012
giochi senza frontiere logo rai estate 2013 conduttori

text-align: justify”>giochi senza frontiere logo rai estate 2013 conduttori

Giochi senza Frontiere è uno dei format Tv che ci ha fatto più sobbalzare dalla sedia grazie alle sue numerose sfide fra nazioni Europee. Purtroppo però il programma fu bruscamente interrotto. La delusione dei numerosi telespettatori era inevitale. E se invece tornasse in onda? Questa è la scommessa che si vocifera nei corridoi della Rai tanto che è finita addirittura sul settimanale “Vero Tv” che annuncia inoltre le papabili identità dei due conduttori del programma che potrebbe andare in onda la prossima estate 2013.

Una giovane conduttrice Rai e uno sportivo olimpionico: è stato questo il minimale identikit che il giornale rosa ha lanciato nell’immenso mondo del web che adesso a gran voce si chiede: chi potrebbero essere? (Noi personalmente scommettiamo su Metis Di Meo e Jury Chechi intravisti durante le scorse Olimpiadi di Londra in alcuni collegamenti durante Uno Mattina Estate, ndr.). Il tutto ovviamente resta ancora in forse visto che il marchio “Giochi sena Frontiere” non è italiano quindi la Rai potrebbe addirittura pensare di realizzare una versione del programma interamente italiana rompendo così quella magnifica atmosfera che vedeva schierarsi nazioni diverse in diretta competizione, facendoci esultare come neanche ai Mondiali di Calcio.

Sono ancora molti i misteri che girano intorno al ritorno di questa pietra miliare dell’intrattenimento televisivo andato in onda dal 1965 fino al 1982 e, dopo un breve stop, subito riproposto dal 1988 al 1999. L’assenza dei Giochi dai palinsesti televisivi europei aveva causato in questi anni non poche proteste. In un’intervista del 2005 Ettore Andenna, storico conduttore per l’Italia, ha dichiarato: “La Rai ha ricevuto in una sola estate, l’anno dopo che erano finiti i Giochi Senza Frontiere, ben 7.000 lettere di telespettatori che rivolevano i giochi; e la Grecia, la Svizzera e la Slovenia vorrebbero ripartire“.

Ed effettivamente nel 2001 il programma sembrava sul punto di tornare dato che 6 nazioni erano disposte a partecipare (anche l’Italia, sebbene con lo spostamento della programmazione da Raiuno a Raitre, e avrebbero debuttato Romania e Israele), ma poi il progetto non si realizzò. Tutt’oggi continuano a nascere Pagine Facebook che rivogliono in onda il programma europeo. Favorevoli o contrari al ritorno dei Giochi senza Frontiere?

About Gigi

Gigi, classe 1989, pugliese doc. Figlio della generazione 2.0 e appassionato di Social Media, coltiva moltissimi hobby: il video editing, la recitazione, bloggare online, cimentarsi nella fotografia e nel web-design.

One Comment

  1. Rossella

    settembre 18, 2012 at 18:38

    Sembrerà una riflessione anacronistica e sciocca ma penso che questo genere di programmi sia destinato ad avere una gran fortuna! Basta vedere gli ascolti delle Teche di questa estate. Si vive il clima del dopoguerra e la gente cerca il divertimento da gioco della bandiera anche se è ancora un fatto inconsapevole. Infatti io punterei anche sul varietà!
    Altri programmi in partenza sul matrimonio mi lasciano un pochino perplessa… parlo del debutto di Frizzi in quel programma che ho tanto amato! Forse non lo seguirò perché io stessa faccio fatica a trovare qualcuno che senta il matrimonio come valore e impegno “per tutta la vita”. Dunque la trasposizione televisiva mi sembra una forzatura e sicuramente racconta una minoranza – in cui m’inserisco anch’io – ma a livello popolare mi sembra una scelta azzardata: riuscirà a trovare i consensi del grande pubblico? Spero di cuore che vada bene come programma perché sicuramente c’è tanto lavoro e sono state investite risorse econonomiche che dovranno rientrare. Dunque è brutto parlare di flop e farlo con un così lauto anticipo: mi sembra cattiveria pura e una cosa di pessimo gusto. Che dire? Speriamo vada in porto… però io per la mia esperienza di giovane donna non ci metterei la mano sul fuoco. Un caro saluto 🙂

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *