I Cesaroni 5: il riassunto della terza puntata

By on settembre 29, 2012
I-Cesaroni-5

text-align: justify”>Riassunto terza puntata

I CESARONI 5 sono tornati in onda con la terza puntata. La fiction, prodotta da Publispei, è interpretata da Claudio Amendola (Giulio), Elena Sofia Ricci(Lucia), Antonello Fassari(Cesare), Max Tortora(Ezio), Elda Alvigini(Stefania), Matteo Branciamore(Marco), Nino Torresi(Maya), Federico Russo(Mimmo), Niccolò Centioni(Rudy), Beniamino Marcone(Diego), Alessandro Tersigni(Francesco) e molti altri. La terza puntata ha ottenuto 4.513.000 telespettatori e il 18,91% di share.

I Cesaroni 5 ha non poche new entry che abbiamo imparato a conoscere nelle prime tre puntate si tratta di Maya(Nina Torresi), Diego(Beniamino Marcone), Francesco(Alessandro Tersiigni), qui maggiori informazioni anche sulle guest star. Dopo avervi raccontato cos’è accaduto nellaprima e nella seconda puntata, scopriamo cos’è accaduto nei due episodi, della terza puntata, dal titolo Segnalibro nel cuore e Padre Vero.

Ecco il riassunto della terza puntata:

Nel primo episodio dal titolo Segnalibro nel cuore, Giulio, Cesare ed Ezio si scontrano con Stefania e Lucia per l’assegnazione dell’ex negozio di Barilon. Il trio vuole aprire un Roma Club mentre le donne una libreria. E’ una vera e propria guerra e gli uomini si avvalgono dell’aiuto di un ospite speciale: Gigi Proietti.

Giulio vede la libreria un modo per trattenere Lucia a Roma e decide di boicottare gli amici. Alla fine la spuntano le donne e Lucia resta a Roma ma la brutta notizia è che con lei si trasferirà anche il fidanzato Fabrizio. Marco e Maya, con la complicità di Francesco, sono costretti a passare una notte in stazione e continuano a litigare ma tra un battibecco e l’altro Marco riesce a comporre una nuova canzone trovando l’ispirazione proprio dal suo rapporto con Maya. Si scopre però che Maya ha un fidanzato da diversi anni, ma nonostante questo è gelosa delle storie passeggere di Marco. Alice va a vivere da sua madre per evitare di incontrare Rudi.

Nel secondo episodio intitolato Padre Vero, Corrado, un giovane ragazzo molto somigliante a Cesare, comincia a lavorare in bottiglieria. Cesare scopre di avere un figlio, frutto di una donazione di seme fatta in gioventù. Il ragazzo somiglia non poco ai Cesaroni ma ben presto si scoprirà che le cose non sono come sembrano, il dna dei due è compatibile ma Corrado non è figlio di Cesare ma bensì di Augusto, il terzo fratello Cesaroni. Corrado parte per l’America e Pamela tira un respiro di sollievo perché Corrado era il cuoco della prigione dove Pamela era finita per spaccio di droga. Mimmo decide di iscriversi a rugby ma ha non poche difficoltà nell’integrarsi con i ragazzi della squadra. Il piccolo Cesaroni cerca di competere con Achille, un ragazzo che piace e non poco a Matilde. Alice e Jolanda cercano e trovano lavoro come cameriere per guadagnare i soldi che servono per il loro progetto legato alla moda. Conoscono così Francesco, l’amico di Marco, che sembra interessato ad Alice. Rudi decide di seguire le orme di Marco e si dedica anche lui alla musica. Con Miriam, Budino e Diego formano una band musicale. Rudi, poi, deve fare i conti con Alice che non intende rivolgergli la parola. Lei vorrebbe dimenticarlo, ma il destino glielo mette sempre sulla sua strada. L’appuntamento con la quarta puntata de I Cesaroni 5 è per venerdì 5 ottobre alle 21.10 su Canale 5.

About Giuseppe Candela

Nato a Nocera Inferiore(Sa) si è laureato in Scienze della Comunicazione con una tesi sulla comunicazione politica dal titolo “Pop o Papi? Vizi privati e pubbliche virtù. L’assenza-essenza dei media”. Si sta specializzando nell’ambito televisivo. Appassionato di calcio, di politica e soprattutto del piccolo schermo, ha collaborato e collabora con tv e giornali locali. Da settembre 2009 è opinionista a “Domenica in L’Arena” su Raiuno. Ha scritto e condotto eventi che hanno avuto risonanza nazionale. Guarda con occhio critico la televisione senza nessun pregiudizio.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *