La fiction su Enzo Tortora arriva su Rai1 tra le polemiche. La figlia Gaia: “Non so se la guarderò”

By on settembre 29, 2012

text-align: center”>Fiction su Enzo Tortora, le polemiche della figlia Gaia

La fiction Caso Enzo Tortora – Dove eravamo rimasti? ha scaldato gli animi prima ancora di andare in onda, o meglio, sin da quando è stata annunciata. Frutto del lavoro di sceneggiatura e regia dell’inseparabile ditta Tognazzi-Izzo, la miniserie andrà in onda domenica 30 settembre e lunedì 1 ottobre su Rai1, ma si è già attirata parecchie polemiche soprattutto da parte della famiglia Tortora. Le due puntate ricostruiscono il caso umano e giudiziario del conduttore di Portobello, accusato da alcuni pentiti di collusione con la Nuova Camorra Organizzata di Raffaele Cutolo, e finito in carcere con un arresto clamoroso nel 1983: la trama della fiction racconta i sette mesi in cella, la lunga battaglia legale e gli errori giudiziari che furono commessi, fino all’assoluzione con formula piena, al ritorno in tv e alla malattia di cui morì cinque anni dopo, attraversando anche le tappe più importanti della sua vita privata.

Protagonista della fiction, oltre che regista, è Ricky Tognazzi nei panni del conduttore tv: nel cast, anche Bianca Guaccero (che interpreta Francesca Scopelliti, la compagna del presentatore), la bravissima Carlotta Natoli (Anna Tortora), Thomas Trabacchi, Francesco Venditti, Tony Sperandeo, Enzo De Caro. Tognazzi ha rivendicato la sensibilità e la discrezione con cui è stato affrontato il caso Tortora, nel rispetto delle perplessità delle figlie del conduttore, Silvia e Gaia: “Abbiamo contattato la famiglia prima della lavorazione, erano al corrente del progetto – ha dichiarato in sede di presentazione della fiction – anche se forse non condividevano la necessità di un altro film su Tortora per paura che fosse strumentalizzato e usato per un attacco alla magistratura. Ma nonostante i buoni propositi, le polemiche non si sono placate, tanto che la famiglia Tortora ha diffuso un comunicato in cui prende apertamente le distanze dalla produzione…

La fiction su Enzo Tortora andrà comunque in onda perchè nessuno dei familiari ha espresso l’intenzione di adire le vie legali, ma la giornalista Gaia Tortora, volto noto del TgLa7, ha espresse il suo parere fortemente negativo:Ho manifestato in più occasioni i miei dubbi a Ricky Tognazzi e ai produttori, sull’opportunità di realizzare una fiction su mio padre Enzo Tortora. Certe storie vanno raccontate con attenzione senza scivolare nel romanzetto d’appendice. Io ho il dovere di tutelare i sentimenti dei miei familiari. Nessuno ci ha fatto vedere il girato. Il rischio è quello di svilire la figura di mio padre in una fiction romanzata”. Secondo Gaia Tortora la ricostruzine della vicenda è completamente lontana dalla realtà, “è tutta una cosa romanzata che non esiste proprio”, tanto che probabilmente la giornalista nemmeno guarderà la fiction in tv.

About ClaudiaGagliardi

Nata a Pompei nel 1987, si è laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi sul pluralismo e l'indipendenza dell'informazione e sta per specializzarsi in Comunicazione istituzionale. Oggi si occupa delle pagine di attualità del portale Excite.it. Appassionata di giornalismo e di politica, segue con attenzione il mondo della televisione, spesso con occhio critico, soprattutto sul versante della qualità dell'informazione. Divoratrice di programmi di approfondimento e di satira, ma anche di serie tv ("Friends" e "Lost" su tutte) e di cinema, insegue il sogno di diventare giornalista professionista.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *