La7, sugli ascolti di Cristina Parodi parla il direttore Ruffini: “Siamo soddisfatti, serve tempo”

By on settembre 24, 2012
geppi cucciari-cristina parodi-la7

text-align: center”>Ascolti La7: parla il direttore di rete Paolo Ruffini

La programmazione di La7, lanciata in pompa magna la scorsa estate, soffre ancora nell’eterna lotta dell’auditel in cui primeggia il duopolio Rai-Mediaset. I dati non sono eccellenti, specialmente per quanto riguarda il palinsesto pomeridiano, ma il direttore di rete Paolo Ruffini ha rassicurato i suoi sulla tenuta del progetto La7, che intanto è al centro di una interessante sfida di mercato tra i possibili acquirenti che presenteranno entro il 24 settembre le loro manifestazioni di interesse. In attesa di scoprire chi sarà il nuovo editore di La7, la rete va avanti con la sua sfida alle più longeve emittenti generaliste con nuovi format che vanno dall’informazione all’intrattenimento. E se già qualcuno parla di flop per alcuni programmi come Cristina Parodi Live (lo share medio supera di poco l’1,5%) o G’Day di Geppi Cucciari, Ruffini si affretta a precisare: “Siamo abbastanza soddisfatti sugli ascolti della partenza della stagione, ma per dare giudizi complessivi ci vuole più tempo“.

A sollevare la media degli ascolti di La7 ci pensano le prime serate dle mercoledì e del giovedì, rispettivamente con Se stasera sono qui e Piazzapulita: “Formigli e Mannino sono partiti bene – ha dichiarato Ruffini, ospite del Prix Italia di Torino dove il programma Quello che (non) ho di Fazio e saviano ha ricevuto una menzione specialela Parodi è partita a livello che ci aspettavamo, di un pomeriggio dove pensiamo di dovere crescere. Certamente non è quello il risultato. Siamo piccoli ma cresceremo. E le novità di La7 non si fermano qui: Ruffini ha annunciato delle sorprese durante l’anno, ma senza svelare nulla, perchè ci si sta ancora lavorando. Una di queste però, è già nota…

La7 potrebbe avere di nuovo tra i suoi protagonisti Roberto Saviano, sulla scia del successo di Quello che non ho dello scorso anno, sempre al fianco di Fabio Fazio. E se i due giornalisti si ritroveranno su Rai3 con Che tempo che fa del lunedì, anche Ruffini potrebbe accaparrarsi la presenza di Saviano sulla sua rete. A La7, d’altronde, lo scrittore godrebbe della massima libertà, senza contare che la Rai è la stessa azienda che non ha rinnovato il programma di successo Vieni via con me. Quale occasione migliore allora, che liberarsi dalle polemiche che hanno connotato la sua presenza al servizio pubblico? “Roberto è molto legato a Fabio Fazio – ha dichiarato Ruffini – ed è normale che faccia delle cose con lui, ma è sbagliato pensarlo come esclusiva di un’azienda. Roberto sa che a La7 può fare altre cose, le abbiamo anche discusse. Sono progetti ancora in fase embrionale, che non potranno prendere corpo nella prima parte del 2013, ma più in là“.

About ClaudiaGagliardi

Nata a Pompei nel 1987, si è laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi sul pluralismo e l'indipendenza dell'informazione e sta per specializzarsi in Comunicazione istituzionale. Oggi si occupa delle pagine di attualità del portale Excite.it. Appassionata di giornalismo e di politica, segue con attenzione il mondo della televisione, spesso con occhio critico, soprattutto sul versante della qualità dell'informazione. Divoratrice di programmi di approfondimento e di satira, ma anche di serie tv ("Friends" e "Lost" su tutte) e di cinema, insegue il sogno di diventare giornalista professionista.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *