Mediaset chiama Minzolini: “Per lui le porte sono aperte”

By on settembre 2, 2012
minzolini_berlusconi

text-align: justify”>Minzolini a Mediaset: Mauro Crippa le porte apre al giornalista

Che ci si stia preparando alla prossima campagna elettorale è più che evidente. I partiti sono in cerca di allenaze, i leader studiano i sondaggi e le tv scaldano i motori per l’imminente partenza dei talk show di approfondimento politico. E se queste tv fanno capo a Mediaset, c’è un motivo in più per arruolare giornalisti da cambattimento come lui. Stiamo parlando di Augusto Minzolini, ex direttore (non ce ne voglia, ma è proprio così) del più inguardabile Tg1 della storia della Rai e notoriamente vicino a Silvio Berlusconi (sulle loro amabili conversazioni telefoniche sono stati sprecati fiumi di inchiostro). Di un suo eventuale approdo a Mediaset si vocifera già da settimane: il suo ruolo potrebbe essere quello di conduttore di uno spazio di informazione di seconda serata, probabilmente alla guida di quel che resta di Matrix, interessante esperimento di Enrico Mentana smatellato da Alessio Vinci e dalla rete subito dopo la sua dipartita.

A confermare l’interesse di Mediaset per il direttorissimo Minzolini (così lo chiamava affettuosamente Berlusconi al telefono, ai tempi della direzione del Tg1) è stato il direttore generale Informazione del Biscione, Mauro Crippa. Intervistato dai cronisti durante la conferenza stampa sulle novità dei Tg per la prossima stagione,  il manager si è detto pronto ad accogliere Minzolini negli studi di Cologno Monzese. “Se Minzolini mi raggiungesse per parlarmi di un progetto non gli chiuderei certo la porta“. Una manifestazione di interesse incoraggiante, ma forse non tanto da spingere il giornalista a mollare la poltrona di capo del coordinamento degli uffici di corrispondenza, faticosamente riconquistata in Rai dopo le querelle giudiziarie che lo hano visto protagonista.

matrix-alessio-vinci

Sceso dal trono dell’informazione della prima rete dopo il rinvio a giudizio per peculato, Minzolini ha ottenuto un reintegro in una posizione comunque prestigiosa, in seguito al ricorso presentato contro l’azienda dopo la sua rimozione. Certo è che, abituato com’era a stare in video (i suoi editoriali a difesa della linea del Tg1 e non solo erano diventati un appuntamento fisso negli ultimi mesi della sua direzione), le telecamere devono mancargli non poco. Quale occasione miglior dunque del terreno amico di Mediaset per tornare alla ribalta? Al Biscione sono pronti a stendergli il tappeto rosso, come anticipato già da Dagospia, ma in fondo la decisione spetta a lui. “Da noi si va e si viene – ha precisato Mauro Crippa – ma mi risulta che Minzolini abbia il suo posto in Rai. Comunque stiamo parlando di un bravissimo giornalista, quello che inventato il retroscena politico“. Insomma, l’offerta è allettante: in fondo a Mediaset nessuno gli potrebbe rimprovere di spendere i soldi pubblici per un programma fazioso e probabilmente nessuno lo accuserebbe di manipolare l’informazione a suo piacimento. Lì le doti di Minzolini sono tenute in grossa considerazione…

About ClaudiaGagliardi

Nata a Pompei nel 1987, si è laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi sul pluralismo e l'indipendenza dell'informazione e sta per specializzarsi in Comunicazione istituzionale. Oggi si occupa delle pagine di attualità del portale Excite.it. Appassionata di giornalismo e di politica, segue con attenzione il mondo della televisione, spesso con occhio critico, soprattutto sul versante della qualità dell'informazione. Divoratrice di programmi di approfondimento e di satira, ma anche di serie tv ("Friends" e "Lost" su tutte) e di cinema, insegue il sogno di diventare giornalista professionista.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *