Mussolini e Claretta Petacci, domani 5 settembre su Rai Tre le 318 lettere inedite

By on settembre 4, 2012
il documentario su mussolini

text-align: justify”>Benito Mussolini e Claretta Petacci

Le inedite 318 lettere di Benito Mussolini alla sua amante Clara Petacci vedono finalmente luce e saranno protagoniste di un documentario che andrà in onda domani sera 5 settembre alle 21 su Rai Tre  intitolato “Mussolini, Il cadavere vivente” di Giuseppe Giannotti, Davide Savelli e Clemente Volpini. La corrispondenza del Duce con la Petacci,  tra l’ottobre del 1943 e l’aprile del 1945, verrà sviscerata attraverso questo documentario che vuole mettere in luce i Seicento giorni della Repubblica di Salò e con essa la discesa di Mussolini, che attraverso le epistole da una visione più umana di sé, alla luce degli accadimenti che hanno letteralmente travolto il suo operato.

Nel documentario nato dalla collaborazione tra “La grande storia” di Rai Tre e Res-RaiStoria di Rai Educational con l’Archivio centrale dello Stato, Mussolini parla di sé e si mette concretamente a nudo nel suo stato attuale di uomo malato e sconfitto, un “sognatore naufragato” come di definisce, “buffone”,  “ridicolo personaggio”, “fantoccio grottesco”,  “cadavere vivente”, tutte definizioni che lui fa di sé stesso dopo  il tradimento del 25 luglio e l’armistizio dell’8 settembre. “Ma prima di parlare di noi – scrive in una lettera alla Petacciparlo della nostra cara, grande, infelicissima Italia, due volte massacrata e tradita il 25 luglio e l’8 settembre. Quale infamia nei capi, re e Badoglio – quale incoscienza nel popolo, quanti tradimenti e viltà.”

benito-mussolini-duce

Avrebbe voluto la distruzione di quelle confidenze epistolari, Benito Mussolini, ma Clara Petacci, amante e confidente del Duce, conservò tutte le lettere  che dopo una serie di vicende giudiziarie sono passate dai suoi eredi all’Archivio di Stato, dove sono rimaste riservate fino al 2010. A dare voce ai due protagonisti della storia italiana saranno Michele Placido e Maya Sansa diretti da Fedora Sasso, che interpreteranno l’interessante scambio di lettere tra i due amanti, in cui emerge, come afferma lo storico Mauro Canali “il clima dei veleni all’interno della Repubblica Sociale, ma non appare alcun cenno di autocritica da parte di Mussolini, né di spiegazione sul crollo del fascismo”.

Lo storico infatti sottolinea la totale mancanza di autocritica da parte di Mussolini ma piuttosto una chiara tendenza all’autocommiserazione. Al documentario di domani sera su Rai Tre seguirà inoltre  la serie “Ben e Clara. Le ultime lettere” in quattro puntate, dal 22 settembre alle 23 su Rai Storia, Digitale Terrestre e TivùSat, che approfondiranno il contenuto delle lettere, ripercorrendo eventi storici del periodo come la rinascita del partito fascista, la questione femminile nella Repubblica Sociale, soffermandosi sulle riflessioni di “Ben” (così si firmava il Duce nelle lettere a Clara Petacci) , sulla “crudeltà” degli italiani e sui rimproveri di Clara. “Tu sei e rimani il mio amore immutabile – scrisse in una lettera del 1944 – Il destino ti ha voluto accanto a me. Ci rimarrai a qualunque costo anche nel futuro. Ciò è, storico, anche se la parola è grossa”. Un dichiarazione che suona quasi come un presagio, stando a quanto accadde ad entrambi,  catturati dai partigiani il 27 aprile nel tentativo di fuga, e fucilati insieme il giorno seguente su pubblica piazza.

About Alessia Onorati

E' laureata in Lettere indirizzo Discipline dello Spettacolo con una tesi sul metalinguaggio nel cinema documentario. Sin dalla tenera età amante della scrittura, è approdata al mondo del giornalismo con uno stage post universitario in un giornale locale della sua zona di residenza per poi iniziare varie collaborazioni da free lance con mensili di spettacolo e siti web. Appassionata di letteratura, viaggi, teatro e cinema, non può fare a meno della tv e soprattutto adora i programmi gialli e horror, nonché di mistero e approfondimento culturale "di qualità".

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *