Paolo Bonolis: “Torna Avanti un altro con molte novità. Ciao Darwin nel 2013, Il senso della vita non è nel dna di Mediaset”

By on settembre 4, 2012

text-align: center”>Paolo Bonolis torna con Avanti un altro, nel 2013 torna anche Ciao Darwin

Da lunedì 10 settembre torna nel preserale di Canale 5 “Avanti un altro”, il game show condotto da Paolo Bonolis e Luca Laurenti. Il programma ideato dal quartetto Bonolis-Salvati-Santucci-Rubino è stata la rivelazione della scorsa stagione ed è pronto a tornare con molte novità. Il programma è riuscito non solo a tenere testa a L’eredità ma è riuscito in alcuni giorni anche a superare il colosso di Rai1. A parlare del programma in partenza e delle novità della seconda edizione è Paolo Bonolis al settimanale Tv Sorrisi e Canzoni:“Avanti un altro! funziona. Nella scorsa stagione ci sono volute un paio di settimane per mettere a punto la macchina, per trovare il giusto equilibrio. Quest’anno, però, partiamo con le idee chiare. Abbiamo rifinito solo qualche dettaglio nel regolamento. Il gioco finale, per esempio, avrà un elemento di suspense in più.” Le registrazioni sono già iniziate da qualche giorno e le novità riguardano soprattutto i personaggi del minimondo: su undici personaggi del cast sei saranno nuovi.

foto-avanti-un-altro-paolo-bonolis-quiz

“Non volevo fare il classico gioco preserale. Avanti un altro! è un game show ma anche un varietà. Credo che i giochi televisivi debbano prima di tutto far divertire. Io non amo i quiz basati sulla tensione, quelli con le attese estenuanti, in cui sembra che il concorrente debba individuare la particella di Dio. Voglio che la gente a casa si appassioni al gioco e si faccia una risata allo stesso tempo”. Bonolis è pronto per la nuova edizione e svela la sorpresa annunciata su Twitter qualche tempo fa dal suo agente Lucio Presta. Si tratta di Ciao Darwin che tornerà nel 2013 ma il conduttore assicura che sarà l’ultima stagione perché si tratta di uno show costoso. Non mancano le dichiarazioni su Il senso della vita che è in qualche modo incompatibile con le reti del biscione: “Non rientrava nel flusso sanguigno di Mediaset. Alla dirigenza, ma anche alla critica, piaceva. E anche gli ascolti sono stati ottimi finché è andato in onda in seconda serata. In prima serata è dverso. Non era un evento come gli show di Fazio. Oggi si fa ascolto con gli urlatori, io volevo una trasmissione in cui si ascoltasse. Riproporla mi piacerebbe ma ho capito che non è nel Dna di Mediaset. Poi chissà. Non c’è polemica: l’azienda non è mia”. Non nega i contatti in passato con Sky e che nel passaggio da Mediaset alla Rai perse molti soldi, a Viale Mazzzini guadagnava un decimo rispetto al suo stipendio a Mediaset. L’appuntamento con Avanti un altro è per lunedì 10 settembre alle 18.50 su Canale 5.

About Giuseppe Candela

Nato a Nocera Inferiore(Sa) si è laureato in Scienze della Comunicazione con una tesi sulla comunicazione politica dal titolo “Pop o Papi? Vizi privati e pubbliche virtù. L’assenza-essenza dei media”. Si sta specializzando nell’ambito televisivo. Appassionato di calcio, di politica e soprattutto del piccolo schermo, ha collaborato e collabora con tv e giornali locali. Da settembre 2009 è opinionista a “Domenica in L’Arena” su Raiuno. Ha scritto e condotto eventi che hanno avuto risonanza nazionale. Guarda con occhio critico la televisione senza nessun pregiudizio.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *