Sergio Assisi parla di Gabriella Pession: “E’ finita, ma non vuol dire che non l’amo più”

By on settembre 18, 2012

text-align: center”>

Sergio Assisi è in piena promozione del suo ultimo lavoro per la tv, la miniserie Il Commissario Nardone, che puntata dopo puntata sta conquistando sempre più il pubblico di Rai1. Giovedì scorso il terzo e quarto episodio della fiction hanno fatto registrare una media di quasi 5 milioni di telespettatori (con uno share che ha sfiorato il 20%), anche se lo Show dei record condotto da Teo Mammuccari ha vinto la competizione dell’auditel. Forse anche per questo Rai1 ha deciso di anticipare sul palinsesto settimanale la messa in onda della fiction, che andrà in onda martedì 18 settembre. Intanto Sergio Assisi ha monopolizzato le riviste di spettacolo e di gossip, visto che ammontano ormai a decine le interviste rilasciate nell’ultimo mese per presentare il suo Commissario Nardone.

Un ruolo a cui sembra molto legato e chi gli sta riservando non poche soddisfazioni: “E’ stato impegnativo e gratificante. (…) Nardone era un uomo con un grande senso di giustizia e umanità, alle prese con la criminalità degli anni ’50, che si andava facendo sempre più organizzata e violenta. E’ riuscito a mettere in piedi un team di collaboratori validi e fidati, istituendo la squadra mobile e inventando il 113“. E il suo personaggio è ricco di sfumature interessanti: leale, ironico, intuitivo e soprattutto fedele servitore dello Stato. Ma a catalizzare l’attenzione, ogni volta che un giornalista incontra Sergio Assisi, è la sua storia d’amore ormai finita con Gabriella Pession. Dopo sei anni d’amore, la loro relazione nata sul set della fiction Capri, è terminata non senza qualche polemica, ma Assisi non sembra aver dimenticato la splendida attrice e non ne fa certo mistero…

Così, alla classica domanda sull’amore finito e sulla propensione buttarsi in una nuova storia, Sergio Assisi risponde chiaramente: “Non ho mai smesso di amare e sono sempre pronto a farlo. Con la Pession è finita, ma non vuol dire che non l’amo più. La vita, purtroppo, ti porta a fare delle scelte, ma l’amore è e rimane una parte importante della vita“. Assisi confessa tuttavia di non sentirsi ancora pronto per una nuova relazione importante. E, incredibile ma vero, ammette di non essere sempre stato così affascinante: da bambino anzi, era considerato addirittura bruttino. Intanto, dopo le fatiche della fiction e un’annata difficile con l’infortunio a Ballando con le stelle, Sergio Assisi si dedicherà al cinema: vuole portare sullo schermo la sua prima commedia da autore e regista, Al Sud non piove mai, dedicata all’amata Napoli, così come i due libri fotografici editi da Mondadori che raccontano le meraviglie della sua città.

L’appuntamento con Sergio Assisi e la terza puntata de Il Commissario Nardone è per martedì 18 settembre in prima serata su Rai1.

About ClaudiaGagliardi

Nata a Pompei nel 1987, si è laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi sul pluralismo e l'indipendenza dell'informazione e sta per specializzarsi in Comunicazione istituzionale. Oggi si occupa delle pagine di attualità del portale Excite.it. Appassionata di giornalismo e di politica, segue con attenzione il mondo della televisione, spesso con occhio critico, soprattutto sul versante della qualità dell'informazione. Divoratrice di programmi di approfondimento e di satira, ma anche di serie tv ("Friends" e "Lost" su tutte) e di cinema, insegue il sogno di diventare giornalista professionista.

2 Comments

  1. Gilda Osnaghi

    settembre 19, 2012 at 11:50

    Auguro a Sergio Assisi di trovare una donna che riesca a fargli dimenticare Gabriella, se cosi non è, prendo spunto dalle sue parole “L universo cospira affinchè i tuoi sogni si realizzino” se è destino che Gabriella torni da Sergio, tornerà… se non è destino spero davvero che Sergio trovi la forza per cambiare pagina

  2. ELENA

    gennaio 23, 2015 at 20:52

    Caro Sergio Assisi gli potresti chiedere scusa alla Pession

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *