Teresa Mannino debutta su La7 con ‘Se stasera sono qui’: “L’unico show comico è Zelig, ma anch’io vi farò ridere”

By on settembre 1, 2012
teresa-mannino-se-stasera-sono-qui

text-align: center”>Teresa Mannino su La7 con Se stasera sono qui

Molti la conoscono per Zelig e gli spot di una nota compagnia telefonica al fianco di Raou Bova, ma Teresa Mannino è pronta a fare il salto di qualità che dal cabaret la porterà alla conduzione di uno show tutto suo: Se stasera sono qui, in onda da mercoledì 5 settembre su La7 in prima serata, non sarà però uno show comico in piena regola, ma una sorta di esperimento mirato a divertire con intelligenza. Lo spiega la conduttrice in un’intervista al Corriere della Sera. E se qualcuno torna con la mente all’ultimo format di Sabina Guzzanti proprio su La7, la Mannino specifica con la solita ironia che il suo programma sarà meno serioso di quello della collega: “Quando la Guzzanti e gli altri studiavano e approfondivano certi temi, io ero a bordo piscina che ascoltavo Barry White. (…) Noi parleremo di temi importanti ma in modo leggero (che non significa superficiale). Si tratterà di uno show divertente, ma non comico“.

Per la Mannino il primato della comicità in tv resta a Zelig, il programma che l’ha fatta conoscere al grande pubblico e in cui non esclude di tornare nella prossima stagione: “La7 mi aveva contattato inizialmente per fare uno show comico ma ho detto no perchè in tv esiste un solo programma comico ed è Zelig. Ma anche la formula del mio programma, che a me piace tantissimo, vi farà ridere“. Nel suo show ci sarà la presenza fissa di Jessica Mazzoli, ex concorrente di X-Factor nonchè attuale compagna (lo renderà presto padre) di Morgan. Quest’ultimo sarà ospite nella prima puntata di Se stasera sono qui: che ci sia un duetto in programma tra i due? Altri ospiti del debutto saranno la Iena Pif e Renzo Arbore. Ma non c’è spazio solo per personaggi dello spettacolo.

foto-teresa-mannino-la7

Banditi definitivamente i politici (“Sono sempre in tv. Che lavorassero!” taglia corto la Mannino), ad animare lo spettacolo saranno dei cosiddetti “tecnici“, che nulla hanno a che vedere col governo: “scienziati, ricercatori, studiosi. La gente ha bisogno di sostanza in questo periodo e vogliamo essere propositivi perché il bello è contagioso“. Insomma, una linea in perfetto stile La7, tra ironia, contenuti interessanti e uno sguardo all’attualità. Lo scopo, ironizza la Mannino, è quello di allargare il target della rete anche ai disintaressati alla politica e in generale ad un pubblico meno colto: “Portare gli ignoranti a guardare La7“. L’intento certo non può che fare bene alla rete, che sta strutturando un palinsesto sempre più variegato.

Per nulla preoccupata, almeno a detta sua, degli ascolti (e anche in questo sembra perfettamente in linea con lo sperimentalismo coraggioso della rete) Teresa Mannino condividerà la scena con la regina dell’intrattenimento di La7, quella Geppi Cucciari simbolo delle grandi cabarettiste allo Zelig e ora tra le conduttrici e attrici più apprezzate. Rivalità o amicizia? In realtà non ci sono grandi rapporti tra le due: “Non ci siamo ancora dette nulla, non ci frequentiamo – spiega Teresa Mannino al CorriereSiamo come due compagne di scuola: c’è una giusta competizione tra noi. Ma anche se io ho avuto subito un programma in prima serata, lei è stata e sarà in tv tutti i giorni (con G’Day, ndr) quindi possiamo dire che siamo pari“. E chissà cosa ne pensa Geppi.

About ClaudiaGagliardi

Nata a Pompei nel 1987, si è laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi sul pluralismo e l'indipendenza dell'informazione e sta per specializzarsi in Comunicazione istituzionale. Oggi si occupa delle pagine di attualità del portale Excite.it. Appassionata di giornalismo e di politica, segue con attenzione il mondo della televisione, spesso con occhio critico, soprattutto sul versante della qualità dell'informazione. Divoratrice di programmi di approfondimento e di satira, ma anche di serie tv ("Friends" e "Lost" su tutte) e di cinema, insegue il sogno di diventare giornalista professionista.

One Comment

  1. Valerio

    settembre 1, 2012 at 22:48

    Zelig andrà in pausa quest’anno proprio perché la comicità vuota è in crisi. Almeno al pubblico di riferimento de La7 piace ridere riflettendo anche sull’attualità, per questo sulla rete funziona bene la satira. Comunque se lo scopo della Telecom Italia Media è quello di attirare su La7 un pubblico meno colto e che non segue la politica mi auguro che non si faccia ricorso a trasmissioni grevi o vuote. Comunque attendo l’esordio e vedremo com’è questa trasmissione. Di certo partire con una nuova esperienza lodando un programma di un gruppo concorrente fa pensare. È sintomatico del fatto che La7 venga ancora vista come una rete-trampolino per ambizioni su altre emittenti che raccolgono risultati di pubblico maggiori da quella parte di presentatori che va ovunque purché si lavori. Per carità è legittimo ma se sì vuole dare identità ad una rete bisogna anche puntare su personalità che abbiano voglia di scommettere sul futuro di La7 e rimanere a lungo come parte del progetto televisivo. Leggendo queste affermazioni della Mannino sulla trasmissione che le ha dato molto in termini di popolarità (Zelig appunto) ripenso a Paola Cortellesi che dopo che ebbe un programma tutto suo su RaiTre in prima serata (un vero e proprio one woman show), quando passò su Canale5 per condurre Zelig non lodò su qualche giornale la sua precedente esperienza. Evidentemente era qualcosa che si era lasciata alle spalle benché si fosse conclusa pochi mesi prima, con tanti cari saluti (un po’ ingrati) a chi aveva puntato su di lei per un’intera edizione in prime time come conduttrice unica.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *