Alessandro Greco conferma: “Furore potrebbe tornare su Rai2. Io sono pronto”

By on ottobre 13, 2012

text-align: center”>Alessandro Greco: "Sono pronto per Furore"

Alessandro Greco è pronto per tornare in tv e ci tiene a farlo sapere a chi di dovere. Per esempio a Giancarlo Leone, direttore dell’Intrattenimento Rai, che nelle scorse settimane ha parlato di un possibile ritorno di uno dei programmi cult di Rai2, il game-show musicale Furore. Il proposito annunciato via Twitter ha subito risvegliato la nostalgia per le gare canore tra vip che tanto facevano bene agli ascolti della rete, oggi sempre più in crisi d’identità nonostante qualche recente successo, come Pechino Express. Un ritorno al passato, dunque? Se serve a risollevare lo share in sofferenza della rete, perchè no. L’iniziativa ha già raccolto l’approvazione entusiasta dell’ex conduttore storico di Furore, Alessandro Greco, che è stato alla guida del programma dal 1997 al 2001.

Alessandro Greco oggi è anche voce (e volto) di Rtl 102.5, radrio dagli ascolti sempre in crescita anche grazie al succeso della radiovisione (canale 36 del digitale terrestre e 750 di Sky), dove conduce ogni giorno il programma No problem-W l’Italia assieme a Charlie Gnocchi (la sua spalla comica a Furore, ndr). Ma non fa certo mistero del fatto che tornerebbe volentieri a portare la musica in tv. Intervistato dal settimanale Vero, Greco ha risposto alla domanda sul ritorno di Furore mostrando tutto l’interesse per la questione: “Spero molto presto, per ora la notizia è solo ufficiosa e non ufficiale – ha detto Greco – Sono pronto a ripartire con l’entusiasmo di sempre, magari arricchendo il format con qualche piccola innovazione. Mi piacerebbe rendere il gioco più interattivo, permettendo al pubblico da casa di interagire attraverso i vari social network“. Insomma, un’operazione revival, ma dallo stile assolutamente moderno.

Alessandro Greco ha lanciato un messaggio forte e chiaro alla dirigenza Rai: se Furore torna in onda, magari a partire dal prossimo anno, al timone è giusto che ci sia lui: “Hanno tentato di realizzare un’edizione senza di me ma gli ascolti sono stati bassi – ha dichiarato a Vero – Ci sono programmi che sono strettamente legati a chi li conduce e il pubblico spesso non accetta cambiamenti“. In effetti la riproposizione del programma nel 2003 con la coppia Daniele Bossari – Giacomo “Ciccio” Valenti non ebbe il riscontro sperato. E’ pur vero che non tutte le “operazioni nostalgia” riescono alla perfezione, anzi. Basti guardare al recente flop dello show di Rai1 Per tutta la vita, condotto da Fabrizio Frizzi e Natasha Stefanenko, chiuso dopo sole due puntate visto l’imbarazzante risultato in termini di share (meno del 10% non è sopportabile per Rai1). Il discorso di Furore è diverso: il fattore musica può aiutare a costruire un programma attuale nonostante il format ormai datato e una buona interazione con la rete, come auspiccato da Alessandro Greco, potrebbe rendere lo show più stuzzicante per i telespettatori. Staremo a vedere.

About ClaudiaGagliardi

Nata a Pompei nel 1987, si è laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi sul pluralismo e l'indipendenza dell'informazione e sta per specializzarsi in Comunicazione istituzionale. Oggi si occupa delle pagine di attualità del portale Excite.it. Appassionata di giornalismo e di politica, segue con attenzione il mondo della televisione, spesso con occhio critico, soprattutto sul versante della qualità dell'informazione. Divoratrice di programmi di approfondimento e di satira, ma anche di serie tv ("Friends" e "Lost" su tutte) e di cinema, insegue il sogno di diventare giornalista professionista.

2 Comments

  1. Rossella

    ottobre 13, 2012 at 13:26

    Mi piace Greco spero che la de Filippi lo inviti a C’è posta per te. Lo spero davvero anche per smentire coloro che affermano che di anno in anno ci sono sempre i soliti artisti. Anche Giorgia, Jovanotti, Antonacci o personaggi di grande successo come Alba Parietti o ancora Valeria Marini. A me piacciono un po’ tutti: amo la televisione! Sono una grande fan di C’è posta e spero di vedere anche altri personaggi.

  2. mino

    ottobre 13, 2012 at 21:42

    Io mi auguro a prescindere dalla simpatia che nutro per Greco che ilprogramma si faccia…oggi con tutti i problemi che abbiamo…ci serve un programma senza pensieri…senza giudici …senza vincitori….senza perdenti…senza LE STESSE FACCE!!!!…NON CE LA FACCIAMO PIù!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *