Game change: su RaiTre il film tv sulla campagna presidenziale dei repubblicani nel 2008

By on ottobre 29, 2012
foto film tv game change

text-align: center”>foto film tv game change

GAME CHANGE è una pellicola realizzata quest’anno per la televisione diretta da Jay Roach e interpretata da Ed Harris (John MCain)Julianne Moore (Sarah Palin)Woody Harrelson (Steve Schmidt). Prodotta dall’HBO, è ispirata al libro Game change: Obama and the Clintons, McCain and Palin, and the race of a lifetime pubblicato nel 2010 dai giornalisti John Heilemann e Mark Halperin, e basato sulla storia delle elezioni presidenziali del 2008 quando il democratico Barack Obama ebbe la meglio sul repubblicano John McCain.

GAME CHANGE ha ottenuto molti riconoscimenti dalla critica, vincendo oltretutto quattro Emmy come migliore miniserie, miglior regia a Jay Roack, migliore attrice protagonista a Julianne Moore e migliore sceneggiatura a Danny Strong. Ha anche vinto il premio al miglior cast per il 64th Annual Primetime Creative Arts Emmy Awards. Negli Stati Uniti Game change è stato visto da 2,1 milioni di persone, il più alto debutto di telespettatori per un film della HBO dal 2004. Ma vediamo la trama.

GAME CHANGE comincia con l’intervista a 60 minutes del consulente politico Steve Schimidt, alla corte di John McCain durante le elezioni presidenziali del 2008. L’uomo racconta i particolari di quanto accaduto durante la ricerca di un candidato per il partito repubblicano e del reclutamento di Sarah Palin, governatrice dell’Alaska, avvenuto in tempi ultra-veloci da parte dello stesso Schmidt e del suo staff. McCain avrebbe dovuto avere quel potere mediatico e un’immagine così forte da poter essere contrapposta a quella di Obama, decisamente favorito nei sondaggi.

GAME CHANGE diventa pertanto una narrazione di Schmidt a proposito della figura di Sarah Palin. Nella pellicola vengono mostrati i primi incontri pubblici della governatrice, dotata di forza di volontà e un certo fascino utile a conquistare le masse. Grazie al suo intervento politico, infatti, McCain ottiene una serie di preferenze che lo portano a rimontare parzialmente il divario con Obama. Ma una serie di clamorose gaffe soprattutto nell’ambito della politica estera e la profonda rigidità della Palin rispetto ad alcuni temi causano una serie di incomprensioni e tensioni all’interno dello staff di McCain. In questo modo la Palin diventa una figura più insicura e la sconfitta del candidato McCain diventa una sconfitta su tutti i fronti.

GAME CHANGE andrà in onda il 2 novembre alle 21 su RaiTre.

About Luca Mastroianni

E' nato a Roma ed è un giornalista pubblicista. Ha lavorato presso Legambiente e il Ministero dell'Ambiente, collaborando con agenzie e uffici stampa e occupandosi di attualità, diritti e corsi di giornalismo. Oltre alla scrittura ha grande passione per il calcio, il tennis e la musica. Della televisione ama soprattutto le serie tv degli anni Ottanta e Novanta: da Twin Peaks a La Tata, da C.S.I. a Friends, da I Griffin a Sex & the city.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *