Geppi Cucciari scherza sulla mafia gay e gli eufemismi dell’intimità

By on ottobre 22, 2012
Geppi Cucciari comica

text-align: justify”>Geppi Cucciari comicaGEPPI CUCCIARI confeziona ancora una volta una fresca e divertente puntata di G’Day, dimostrandosi l’unica a saper declinare in maniera spassosa e intelligente temi che qualunque conduttore affronterebbe col solito imbarazzo, ovvero il sesso e l’omosessualità. Nella rubrica Facciamo a capirci la gente fermata per strada riferisce quali sono gli eufemismi che usa quando deve fare l’amore col proprio partner: da “zum zum” a “ciak ciak” – quest’ultimo pronunciato in realtà da Cristiano Malgiogliopersino parlare di sesso alle sette di sera diventa piacevole, quasi romantico. Lo stesso obiettivo in realtà era stato raggiunto con la presenza in alcune puntate del dottor Maurizio Bossi: è ovvio che un sessuologo sappia parlare senza volgarità della disciplina che studia, ma in pochi hanno saputo comunicare in quella maniera così poetica che è stata tipoca del professor Bossi. Magari dovrei frequentare più sessuologi, ma finora non ne ho avuta l’occasione.

Geppi Cucciari si dimostra tuttavia l’unica a saper trattare i temi gay in una chiave ironica. L’omosessualità purtroppo è un tema che la tv generalista affronta solo quando si tratta di inserire il personaggio gay nell’ultima fiction da lanciare in prima serata (da convertire entro l’ultima puntata in eterosessuale, non sia mai che non torni sulla retta via), o quando bislacche conduttrici senza fare nomi – Barbara d’Urso – vogliono vedere scatenarsi la furia di Alessandra Mussolini contro Anna Paola Concia. Per il resto meglio che non se parli, manco fosse Voldemort.

Geppi Cucciari l’anno scorso si collegò con uno strepitoso don Gallo a favore delle famiglie Arcobaleno, quest’oggi invece, in occasione del terzo anniversario del coming out di un mafioso del clan Gambino, la comica sarda ha elencato i sette segnali da cui si può capire che un boss è gay. Battute come “Il tuo boss è gay se chiede ai negozianti il pizzo per fare un centro-tavola” e l’appartenenza a “Coso Nostro” sono fantastiche, ma dimostrano al tempo stesso come certi argomenti su cui si scannano tutti si possano affrontare con il sorriso sulle labbra, il più bel sintomo d’intelligenza.

P.S. Nel gioco finale Cancella il debito Geppi Cucciari ha fatto una battuta su Donatella Raffai, conduttrice della prima edizione di Chi l’ha visto?. Alcuni utenti sono convinti che sia stata detta una freddura su una persona defunta, ma qualche telespettatore è rimasto forse confuso dal fatto che ad essere scomparsa sia in realtà Marcella De Palma, conduttrice del programma dal 1997 e morta per un tumore ai polmoni. Donatella Raffai è viva e vegeta, ma non si sa bene che fine abbia fatto.

About Marcello Filograsso

Studia Giornalismo all'Università degli Studi di Bari e ha esperienza come blogger e addetto stampa di un giovane politico della sua città. Il suo primo amore è la televisione, soprattutto per le serie tv americane come le sitcom "Will & Grace", "Modern Family" e "Tutto in famiglia". Ha la passione per il canto - che sfoga solo al karaoke - e segue con molto interesse i talent show come "X Factor", da quest'anno su Sky. Ama leggere quotidiani, settimanali e libri che parlano di televisione. Il suo modello di critico televisivo è Aldo Grasso. Il suo ambizioso sogno è condurre il Festival di Sanremo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *