Gialappa’s Band: il trio torna su Rai1 con Cinque minuti di recupero

By on
Gialappa's Band su Rai1

text-align: center”>Gialappa's Band su Rai1

La Gialappa’s Band sta per tornare: stando a quanto dichiara La Gazzetta dello Sport, i signori Carlo Taranto, Giorgio Gherarducci e Marco Santin sarebbero in procinto di migrare da Mediaset all’altra sponda televisiva costituita da mamma Rai e precisamente sull’ammiraglia.Pare che i tre siano stati chiamati da Carlo Paris per commentare la giornata di serie A domenica prossima alle 20.35 in Cinque minuti di recupero.

La Gialappa’s Band – che prende il suo nome da una pianta con proprietà purgative, la gialappa – ipotizza un arrivo definitivo sulla tv di Stato con un programma tutto loro dopo le esperienze su RTL 102.5 per commentare Mondiali ed Europei. In tv invece non li vediamo dall’ultimo Mai dire Grande Fratello e da Mai dire Amici, quest’ultimo insieme alla simpatica Diana Del Bufalo.

camilla-parker-bowles

Sulla Gialappa’s Band proprio qualche giorno fa si era espresso il critico televisivo del Corriere della Sera Aldo Grasso, dal momento che Italia 2 ha recentemente proposto Mai dire Gallery, costituito dai migliori sketch in quasi vent’anni di trasmissioni, assieme alle vecchie glorie Antonio Albanese, Daniele Luttazzi, Paola Cortellesi e tanti altri.

Su Mai dire Gallery della Gialappa’s Band Aldo Grasso si sbilanciò così: “Se poi uno pensa a Teo Teocoli (Felice Caccamo, Ermes Rubagotti, Ninetta De Cesari, Gianduja Vettorello), a Gene Gnocchi, al Pier Piero di Albanese, agli svizzeri di Aldo, Giovanni e Giacomo si capisce che «Mai dire gol» e tutti i suoi successivi derivati sono stati forse l’unico laboratorio italiano paragonabile agli show comici americani“. Io invece penso ai più recenti Jean Claude (ora riesumato da Quelli che … ), i trailer con Maccio Capatonda, la parodia di Camilla Parker Bowles realizzata da Lucia Ocone, il discount Piccol.

About Marcello Filograsso

Studia Giornalismo all'Università degli Studi di Bari e ha esperienza come blogger e addetto stampa di un giovane politico della sua città. Il suo primo amore è la televisione, soprattutto per le serie tv americane come le sitcom "Will & Grace", "Modern Family" e "Tutto in famiglia". Ha la passione per il canto - che sfoga solo al karaoke - e segue con molto interesse i talent show come "X Factor", da quest'anno su Sky. Ama leggere quotidiani, settimanali e libri che parlano di televisione. Il suo modello di critico televisivo è Aldo Grasso. Il suo ambizioso sogno è condurre il Festival di Sanremo.
Articolo aggiornato il

One Comment

  1. Apecross

    ottobre 26, 2012 at 14:17

    Intanto Ermes Rubagotti era un personaggio di Gene Gnocchi, e non di Teo Teocoli!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *