I Cesaroni 5: il riassunto della nona puntata

By on ottobre 29, 2012

text-align: center”>Il riassunto della nona puntata de I Cesaroni 5

I CESARONI 5 sono arrivati alla nona puntata. Con il secondo raddoppio in due settimane anche questa volta per frenare una fiction Rai in partenza “Questo nostro amore” con Anna Valle e Neri Marcorè. La nona puntata conclusasi è stata una puntata speciale. Il terzo dei tre speciali da novanta minuti di questa nuova serie. La fiction, prodotta da Publispei, è interpretata da Claudio Amendola (Giulio), Elena Sofia Ricci(Lucia), Antonello Fassari(Cesare), Max Tortora(Ezio), Elda Alvigini(Stefania), Matteo Branciamore(Marco), Nino Torresi(Maya), Federico Russo(Mimmo), Niccolò Centioni(Rudy) e molti altri (qui il riassunto dell’ottava puntata).

I Cesaroni 5 hanno perso cinque volte su sei contro Carlo Conti e il suo Tale e Quale Show.  La nona puntata contenente l’episodio speciale dedicato ai Cesaroni al Nord, precisamente a Milano, è stata vista da 3.959.000 spettatori pari al 15.01% di share, ancora una flessione negli ascolti. Nell’episodio Milano andata e ritorno abbiamo vista una vera e propria guest star, si tratta dell’attore comico Enrico Brignano. Brignano ha vestito i panni di Flavio Cesaroni, cugino milanese di Giulio e di Cesare. Secondo alcune indiscrezioni se il personaggio di Brignano dovesse avere un riscontro favorevole potrebbe entrare a far parte del cast fisso nella sesta serie, qualora dovesse esserci.

Ecco cos’è accaduto nella nona puntata:

Giulio mentre prepare le pratiche per condonare la mansarda scopre che suo padre aveva intestato una parte della casa al fratello per questo necessita della firma di suo cugino Flavio (Enrico Brignano). Giulio (Claudio Amendola) decide di partire  per Milano, decidendo di rivolgersi a suo cugino Flavio (Enrico Brignano) con il quale non parla da vent’anni. Ad accompagnarlo ovviamente ci sono suo fratello Cesare (Antonello Fassari) e Ezio (Max Tortora). I due si lasciano trascinare da Flavio, che erroneamente ritengono un genio della finanza e finiscono per ipotecare la casa di Giulio per partecipare ad un grosso investimento. Il problema? Flavio è solo l’autista di un grosso industriale e non ha nulla a che fare con il mondo della finanza. Maya su consiglio di Marco decide di partecipare a un concorso fotografico sulla gioia. I due sono sempre più vicini e Marco (Matteo Branciamore) chiede a Maya (Nina Torresi) di accompagnarlo a Berlino dove è in concerto così lei potrebbe trovare lo scatto migliore per il concorso.

Maya accetta ma poi capisce che all’aeroporto sarebbe costretta a svelare la propria identità e decide di inventare una scusa per declinare l’invito. Al locale di Francesco (Alessandro Tersigni) è in corso una battaglia tra band, Rudi (Niccolò Centioni) decide di partecipare da solista, questa volta a sostenerlo c’è Alice (Micol Olivieri). Il giovane Cesaroni trova ispirazione per la sua canzone “ Due Anelli” osservando la sorellastra, è un successo. Marco cerca di convincere Maya che alla fine accetta decidendo però di fare il biglietto per conto suo. Maya e Marco sono in aeroporto lei riceve una telefonata del padre che è in compagnia di Jay che ha parlato del matrimonio. Lei finge di aver perso il passaporto e torna casa. Marco parte per Berlino lei fa le valigie e saluta la famiglia. L’appuntamento con la decima puntata de I Cesaroni 5 è per venerdì 2 novembre alle 21.10 su Canale 5.

About Giuseppe Candela

Nato a Nocera Inferiore(Sa) si è laureato in Scienze della Comunicazione con una tesi sulla comunicazione politica dal titolo “Pop o Papi? Vizi privati e pubbliche virtù. L’assenza-essenza dei media”. Si sta specializzando nell’ambito televisivo. Appassionato di calcio, di politica e soprattutto del piccolo schermo, ha collaborato e collabora con tv e giornali locali. Da settembre 2009 è opinionista a “Domenica in L’Arena” su Raiuno. Ha scritto e condotto eventi che hanno avuto risonanza nazionale. Guarda con occhio critico la televisione senza nessun pregiudizio.

One Comment

  1. SHATZELE

    ottobre 29, 2012 at 16:43

    I Cesaroni sta diventando la Dallas italiana. Io debbo dire a mia discolpa che lo guardo e l’ho guardato poco per un vizio di consenso. Pur piacendomi abbastanza gli attori principali, non gradisco molto l’accento romano. E’ troppo smaccato, troppo….troppo!!! Non so come dire, è come se all’improvviso ci fossimo tutti trasferiti in un quartiere popolare romano. Ora poi, con l’avvento di Brignano si articoleranno nuove avventure, nuove situazioni, nuovi drammi, nuovi………….non mi interessa, non mi interessa più.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *