Juventus – Shakhtar Donetsk: probabili formazioni (ore 20.45 su Sky Sport 1 e Mediaset Premium)

By on ottobre 2, 2012
Massimo Carrera, allenatore Juventus

text-align: center”>Massimo Carrera, allenatore Juventus

Juventus – Shakthar Donetsk, tutto è pronto. E’ la serata più attesa per la Juventus. Quella del ritorno della Champions League a Torino, dove manca dall’8 dicembre 2009, dalla stangata col Bayern Monaco, che portò i bianconeri in Europa League. Per lo Juventus Stadium la partita con lo Shakhtar Donetsk, che avrà alle 20.45, sarà persino la prima vetrina in assoluto, nelle coppe d’Europa. Il clima sarà speciale: è atteso il solito sold out.

Juventus – Shakhtar Donetsk va in onda stasera, ma lo Shakhtar Donetsk? E’ una  squadra interessante. Sottovalutata dai mass, essendo di blasone internazionale solo recente. Ma i numeri sono chiari: 10 vittorie in 10  partite di campionato, 34 gol fatti e 5 subìti. E il successo sui danesi del Nordsjaelland in Champions. Insomma, non hanno mai perso in stagione. Hanno in panchina un vecchio leone come Lucescu, che il calcio italiano conosce bene, e in campo tanti brasiliani bravi, cui si aggiunge la stella della squadra, Mkhitaryan, armeno, 13 reti in campionato e una doppietta contro i danesi alla prima giornata. E hanno pure un buon precedente in Italia: nel febbraio 2011 gli ucraini hanno infatti sconfitto la Roma all’Olimpico.

alessandro-matri

Juventus – Shakhtar Donetsk  ci porta a fare una riflessione. Ancora due stagioni prima, nel 2009, gli ucraini avevano vinto l’ Europa League. Dunque, la Juve, nonostante sia reduce dal confortante 2-2 conseguito a Stamford Bridge col Chelsea campione d’Europa, non deve distrarsi, ma anche l’importante sforzo profuso, fisico e mentale, con la Roma, asfaltata sabato scorso in campionato. Un successo porterebbe a Buffon e compagnia un importante vantaggio strategico. Con il doppio confronto con i semisconosciuti danesi alle porte, la Juve potrebbe chiudere i conti qualificazione in anticipo – magari successivamente in casa col Chelsea -, senza doversi giocarsela giocare verosimilmente il 5 dicembre nella partita di ritorno, proprio con lo Shaktar.

Juventus – Shakhtar Donetsk: il turn over stasera non serve. Stasera rientrano i titolarissimi Lichtsteiner e Asamoah sulle fasce, così come Barzagli, Bonucci (squalificato in campionato) e Chiellini davanti a Buffon, con Pirlo regista, e Vidal e Marchisio ai suoi lati. Incertezze sull’attacco: Vucinic è praticamente certo, ma non si sa chi sarà la sua spalla. Matri favorito su Quagliarella e Giovinco, dopo il ritorno al gol, che gli mancava da febbraio, contro la Roma.  Ma Conte ha l’imbarazzo della scelta: Giovinco ha segnato appena entrato in campo, alla Roma, ed ha la velocità per mettere in crisi la difesa ospite, Quagliarella sta vivendo un buon momento, testimoniato dalla rete al Chelsea e dalla doppietta al Chievo. Tutti fremono perché nessuno in casa Juve si vuole perdere la Champions in casa, dopo quasi tre anni di serate a vederla in tv. Lucescu ieri ha fatto pretattica e ha spiegato che la Juve è la favorita del girone. I bianconeri non vedono l’ora di dargli ragione, battendo lo Shakhtar.

PROBABILI FORMAZIONI

Juventus (3-5-2):

Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner, Vidal, Pirlo, Marchisio, Asamoah; Matri, Vucinic.

Shakhtar Donetsk (4-2-3-1):

Pyatov; Srna, Kucher, Rakitskiy, Rat; Hubschman, Fernandinho; Ilsinho, Mkhitaryan, Willian; Luiz Adriano.

La partita sarà trasmessa da Sky Sport 1 e su Mediaset Premium a partire dalle 20.45.

About Marcello Filograsso

Studia Giornalismo all'Università degli Studi di Bari e ha esperienza come blogger e addetto stampa di un giovane politico della sua città. Il suo primo amore è la televisione, soprattutto per le serie tv americane come le sitcom "Will & Grace", "Modern Family" e "Tutto in famiglia". Ha la passione per il canto - che sfoga solo al karaoke - e segue con molto interesse i talent show come "X Factor", da quest'anno su Sky. Ama leggere quotidiani, settimanali e libri che parlano di televisione. Il suo modello di critico televisivo è Aldo Grasso. Il suo ambizioso sogno è condurre il Festival di Sanremo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *