La Scimmia: il Movimento Studentesco Nazionale manifesta contro ItaliaUno

By on ottobre 10, 2012
msn movimento studentesco nazionale contro la scimmia striscione

text-align: justify”>msn movimento studentesco nazionale contro la scimmia striscione

La Scimmia deve incassare un altro duro colpo al suo “innovativo” format. Se già da soli gli ascolti bassi, la poca interattività col pubblico della rete e i numerosi commenti negativi di sabato scorso non sono bastati a far abbassare la testa alla scuola di TaoDue, questa volta a dare contro il primate ci ha pensato il Movimento Studentesco Nazionale che, dopo aver preso visione del talent show d’Italia Uno, si cimenta in una manifestazione d’intenti scagliandosi contro il format tv.

Infatti proprio lunedì 8 ottobre, sono stati affissi alle mura di alcune scuole capitoline decine di striscioni  con slogan molto chiari: “Liberi di vivere, mai in gabbia come le scimmie” oppure “La scuola non è un reality, dai un calcio alla Scimmia tanto per citarvene qualcuno. Striscioni a parte, gli stessi responsabili del M.S.N. hanno rilasciato delle dichiarazioni che poco lasciano all’immaginazione del pubblico: “Sulla dignità degli studenti non si scherza ed è intollerabile che decine di ragazzi della nostra età vengano chiusi in gabbia come scimmie. Ci fa inorridire che l’istruzione e gli esami di maturità vengano trattati come giochi per fare audience, quando rappresentano i percorsi principali per la crescita di ogni uomo…“.

Quali sono le alternative proposte dal Movimento Studentesco Nazionale? Il comunicato stampa continua: “Chiediamo che il reality La Scimmia,  diseducativo e offensivo, venga subito chiuso e che gli studenti che hanno preso parte  al programma siano mandati in dei veri istituti di istruzione e non sotto i riflettori dove vengono solamente umiliati ed illusi…“.

Le critiche al format non sembrano finite qui e, fra un tweet al veleno ed una partecipazione poco naturale dei volti del web e vip di TaoDue come riempitivo, anche Silvana Grasso ha parlato male della produzione visto che è stata cacciata (a detta sua) per degli screzi avuti con il produttore del format Pietro Valsecchi. La tradizione scolastica insomma non si interrompe mai: chi di noi non ha mai avuto docenti antipatici?

About Gigi

Gigi, classe 1989, pugliese doc. Figlio della generazione 2.0 e appassionato di Social Media, coltiva moltissimi hobby: il video editing, la recitazione, bloggare online, cimentarsi nella fotografia e nel web-design.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *