“Still standing” cade nella botola. Rimandato il programma di Raiuno, continua Affari Tuoi

By on ottobre 21, 2012
still standing raiuno

text-align: justify”>Novità nell’access prime time di Raiuno. Anzi, no.

A Viale Mazzini fanno retro front e “Still Standing“, il format americano che dal 16 Dicembre avrebbe dovuto prendere il posto di Affari Tuoi, non ci sarà.

Ve lo avevamo anticipato qualche settimana fa. Amadeus (prima di lui circolava il nome di Enrico Papi) era volato fino in Spagna per registrare una puntata zero dello show che, sembrava essere piaciuta molto ai piani alti. Eppure, oggi, quella stessa registrazione di Barcellona viene bocciata. Ma come mai?

Da una parte i costi. Sembra infatti che la complessa scenografia composta da un dedalo di botole sia fin troppo onerosa. Dall’altra il meccanismo dello show, giudicato “troppo simile al programma che lo precede”, parliamo de L’eredità. Ma giudicate voi.

Un concorrente (l’eroe) deve sfidare altri concorrenti (gli stranieri) a colpi di domande. 20 secondi per rispondere e degli aiuti in sovraimpressione. Ogni qual volta elimina uno straniero, l’eroe prende il suo montepremi, in caso contrario è lo straniero a prendere tutto il bottino dell’eroe. L’eliminazione avviene per mezzo di una botola, da qui il titolo “Still standing”, ancora in piedi.

lo-studio

Il programma però, pare non essere stato cancellato dalla programmazione di Raiuno ma solo rimandato all’estate. In casa Rai hanno preferito non rischiare, considerando anche il trend positivo di Affari Tuoi che, a questo punto, pare allungarsi per tutta la stagione. Ora, vanno bene gli ascolti, ma non si rischia l’effetto noia dopo nove mesi di pacchi da scartare?

About Simone Rausi

Quando nacque a Catania nel 1986, Pippo Baudo urlò “Fantastico!”. Già, la settima edizione era in onda su Raiuno in quel momento. Ha divorato decenni di fiction e programmi tv prima di laurearsi in Scienze della comunicazione. Ha fatto lo speaker, il giornalista, il blogger e attualmente è copywriter presso un’agenzia di pubblicità (ma sua nonna dice in giro che fa il copriwater). Ha scritto un romanzo sui carciofi ma non ne mangia uno da anni. Lo trovate su tutti i social network del mondo… o davanti qualche schermo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *