Anticipazioni Quarto Grado 23 Novembre: Yara Gambirasio, Sarah Scazzi, Melania Rea ed altri gialli irrisolti

By on novembre 23, 2012
Quarto Grado, anticipazioni

text-align: justify”>Quarto Grado, anticipazioniQUARTO GRADO, ANTICIPAZIONI – Tanti casi di cronaca attendono ancora una soluzione, altri sembrano chiusi ma continuano a far discutere esperti ed opinione pubblica. Ogni settimana Salvo Sottile e Sabrina Scampini provano a rimettere sotto la lente d’ingrandimento ogni elemento utile ad una ricostruzione credibile degli episodi più controversi, spesso simili a scene di un libro giallo, dell’attualità italiana. Storie personali e familiari drammatiche, di gente normale che di colpo vede sfuggirsi di mano la propria vita, senza possibilità di deviare il corso di eventi tanto crudeli quanto inesorabili, stanno da sempre alla base dei tragici casi affrontati in trasmissione.

Anticipazioni dei temi di Quarto Grado sono arrivate in settimana, su diversi fronti, a partire dal processo Scazzi al quale tante puntate del programma sono state dedicate in questi due anni. Dopo le nuove dichiarazioni in aula di Sabrina Misseri, decisa a riproporre in occasione degli interrogatori di fronte ai pm la tesi della propria innocenza in virtù del rapporto confidenziale e fraterno con la cugina Sarah, si torna a parlare delle numerose incoerenze nelle versioni fornite dagli imputati di questo atroce delitto.

Durante l’ultima udienza in tribunale, i legali di Sabrina hanno chiesto ai giudici la valutazione approfondita del memoriale di Michele Misseri, nella speranza che tale documento possa scagionare la ragazza ed determinare la conseguente scarcerazione (anche della madre Cosima Serrano). Un servizio da Avetrana, realizzato a poche ore dall’ennesima professione d’innocenza di Sabrina, darà conto degli umori dei concittadini dei Misseri in un contesto ancora segnato dal ricordo dell’incolpevole giovane vita spezzata. Ampio spazio sarà garantito ancora una volta all’omicidio Rea, per il quale non molto tempo fa è finito in carcere Salvatore Parolisi, giudicato colpevole direttamente della violenta uccisione della moglie Melania, nell’ormai tristemente noto Bosco delle Casermette a Colle San Marco (Ascoli Piceno). I segreti della Caserma Clementi, al centro di imbarazzanti rivelazioni finite sui quotidiani e sul web, potrebbero fornire ulteriori spunti per l’analisi della misteriosa vicenda.

Altre riflessioni, sulla base delle poche indiscrezioni emerse nelle ultime settimane, saranno riservate al caso di Yara Gambirasio, più volte vicino ad una conclusione ma tuttora irrisolto nonostante i notevoli sforzi investigativi della Procura di Brescia. Qualche sospetto è tornato a lambire la figura di Mohammed Fikri, venticinquenne marocchino ufficialmente (unico) indagato per la morte di Yara ma ripetutamente dichiaratosi estraneo ai fatti e forse vittima di una serie di sfortunati equivoci e coincidenze. Quarto Grado si occuperà anche stasera della sorte di Mariella Cimò, scomparsa da San Gregorio di Catania il 25 Agosto del 2011 e di Lucia Manca, trovata priva di vita il 7 Giugno dello stesso anno nel piccolo centro di Cogollo del Cengio (Vicenza). Il programma, come ogni venerdì, andrà in onda dagli studi del centro Palatino di Roma a partire dalle 21.10 su Retequattro.

About Marco Franco

Il giornalismo come "cane da guardia" della democrazia, scrivere per diffondere idee e creare coscienza: queste sono le stelle polari che lo guidano. Studi classici, laurea in Giurisprudenza in arrivo, Marco non ha mai smesso di coltivare i suoi interessi, primo tra tutti la lettura. Libri, riviste e tanti quotidiani sempre al suo fianco, in una continua ricerca delle "verità scomode". Idealista, spesso "controcorrente" e attivo nel volontariato, ama la politica e l'informazione di antica scuola. Riccardo Iacona e Milena Gabanelli i punti di riferimento, per coraggio e professionalità dimostrati sul campo. Esperienza come web writer su diverse piattaforme e come redattore in bollettini d'informazione politica locale. Natura, sport e la musica rock le altre passioni, anzi il carburante per andare avanti!

2 Comments

  1. antonio passaro

    novembre 24, 2012 at 00:38

    il giornalismo di oggi è lui…

  2. antonio passaro

    novembre 24, 2012 at 00:42

    parlo di quarto grado….ovviamente.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *