Cristina Parodi e gli ascolti su La7: “Soffriamo troppo la concorrenza”

By on novembre 2, 2012

text-align: center”>Cristina Parodi su La7: flop di ascolti

CRISTINA PARODI è approdata su La7 tra molte aspettative e poche certezze: il suo programma ha rappresentato un’assoluta novità per la rete, che prima d’ora nella fascia pomeridiana non aveva mai sperimentato un format in diretta. E i complimenti non sono tardati ad arrivare, come ha notato la stessa Parodi nelle ultime settimane. Il problema principale restano i numeri del suo Cristina Parodi Live (e Cover), che proprio non riesce ad andare oltre il 2% di share. La rete per ora non ha preso alcun provvedimento, confermando la fiducia nel progetto. E’ stato proprio il direttore di La7 Paolo Ruffini a spiegare che il pomeriggio della rete ha bisogno di tempo per ingranare la marcia.

Cristina Parodi ha mostrato qualche segno di insofferenza rispetto agli ascolti insoddisfacenti del suo programma, ma resta convinta della scelta di lasciare Mediaset per la La7. In un’intervista al social book magazine Libreramo, la giornalista e conduttrice tv ha confermato la sua scelta personale e professionale: “Passare da Mediaset a La7 ha rappresentato per me un triplo salto mortale, una sfida bella ma allo stesso tempo difficile. Quello attuale è un periodo per me molto impegnativo; il programma che sto facendo mi piace molto, dal punto di vista professionale e una grandissima soddisfazione e mi non rimpiango la scelta che ho fatto“.

Cristina Parodi Live e Cover si scontrano ogni giorno con i format già collaudati di Rai e Mediaset, che possono contare su un pubblico fidelizzato. La7 attraverso il ricco palinsento di quest’anno sta tentando l’ambiziosa sfida di allargare il suo pubblico un po’ troppo di nicchia al target più commerciale della tv generalista, senza mai rinunciare alla vocazione informativa della rete. Perchè nel format della Parodi c’è sì il gossip, l’intervista, il personaggio di spettacolo, ma soprattuto c’è l’attualità, raccontata con uno stile veloce ma accurato dai giornalisti e dagli ospiti che si susseguono di puntata in puntata. Il risultato è un programma gradevole ed interessante, che però non riesce a decollare: “Dal punto di vista degli ascolti – ha dichiarato la Parodi – il pomeriggio de La7 risente della concorrenza delle altre reti. Abbiamo cercato di fare un prodotto diverso dagli altri contenitori pomeridiani in onda contemporaneamente sulle altre reti concorrenza, e quindi non tutti lo vanno a cercare“. Il giro di boa è fissato per metà novembre: lì ci saà probabilmente un gudizio complessivo sull’esperienza della Parodi a La7, perchè dopo due mesi di programmazione il destino del programma dovrebbe essere più o meno ben delineato.

About ClaudiaGagliardi

Nata a Pompei nel 1987, si è laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi sul pluralismo e l'indipendenza dell'informazione e sta per specializzarsi in Comunicazione istituzionale. Oggi si occupa delle pagine di attualità del portale Excite.it. Appassionata di giornalismo e di politica, segue con attenzione il mondo della televisione, spesso con occhio critico, soprattutto sul versante della qualità dell'informazione. Divoratrice di programmi di approfondimento e di satira, ma anche di serie tv ("Friends" e "Lost" su tutte) e di cinema, insegue il sogno di diventare giornalista professionista.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *