Fornero contro Le Iene: “Nessun diritto di cronaca”. Polemica al Ministero, salta conferenza stampa

By on novembre 21, 2012
Elsa Fornero vs Le Iene

text-align: justify”>Elsa Fornero vs Le IeneElsa Fornero perde la pazienza e si scontra con Le Iene, talmente “insistenti e aggressive” da impedire lo svolgimento della conferenza stampa al Ministero della Salute. L’irruzione della troupe televisiva del programma di Italia Uno aveva come obiettivo il confronto con l’autorevole esponente del Governo Monti sul tema della precarietà, con particolare riferimento alla condizione dei lavoratori Isfol, sul piede di guerra per le pesanti conseguenze delle recenti riforme economiche e sociali sul loro futuro.

Tra Le Iene ed Elsa Fornero il dialogo non è nemmeno iniziato, ma la polemica è divampata subito dopo l’abbandono della sala da parte del massimo responsabile del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. “Il previsto incontro coi giornalisti è stato impedito dall’insistenza e dall’aggressività di alcuni inviati televisivi. Una prevaricazione, anche nei confronti della stampa, che nulla ha a che fare col diritto di cronaca, recita ufficialmente il comunicato diffuso dal dicastero in seguito al fuori programma di stamattina. La conferenza stampa (incentrata sul problema dell’amianto sui luoghi di lavoro), nonostante l’imprevista defaillance di uno degli organizzatori, è stata comunque portata a termine dal ministro della Salute Renato Balduzzi.

Non è il primo “incidente diplomatico” per la Fornero, alle prese con le incalzanti contestazioni di studenti e precari da un lato e con le (rare ma efficaci) punzecchiature di cronisti ed inviati di tv e giornali dall’altro. La cronaca di queste ultime settimane, peraltro, registra diverse “ritirate strategiche” da parte di rappresentanti del governo, spesso in imbarazzo per le crescenti tensioni sociali che rischiano di impedire il sereno svolgimento di attività istituzionali: solo negli ultimi giorni, è toccato nell’ordine ad Anna Maria Cancellieri, al premier Mario Monti ed ovviamente ad Elsa Fornero fare i conti con pesanti contestazioni, ma il clima (avvelenato dai sensibili effetti di crisi economica e politiche del rigore) in generale non è destinato a raffreddarsi nel prossimo futuro.

Dal canto loro, Le Iene possono vantare un discreto bottino di “vittime illustri, in primis politici ed esponenti di spicco della vita pubblica nazionale, facilmente indispettiti dalle incursioni a sorpresa dei “guastatori” inviati dalla trasmissione di Mediaset (al posto giusto e al momento giusto) per creare scompiglio. Per Elsa Fornero, in ogni caso, si tratta dell’ennesima incomprensione con stampa e tv nazionali, in perfetta continuità con altri episodi non lontani nel tempo come il “malinteso” a Torino coi giornalisti invitati ad abbandonare la sala dell’Unione Industriali per evitare che “scappi una parola e diventi un titolo”. Governare, così come attuare il diritto-dovere di cronaca, oggi più che mai è un compito tutt’altro che semplice.

About Marco Franco

Il giornalismo come "cane da guardia" della democrazia, scrivere per diffondere idee e creare coscienza: queste sono le stelle polari che lo guidano. Studi classici, laurea in Giurisprudenza in arrivo, Marco non ha mai smesso di coltivare i suoi interessi, primo tra tutti la lettura. Libri, riviste e tanti quotidiani sempre al suo fianco, in una continua ricerca delle "verità scomode". Idealista, spesso "controcorrente" e attivo nel volontariato, ama la politica e l'informazione di antica scuola. Riccardo Iacona e Milena Gabanelli i punti di riferimento, per coraggio e professionalità dimostrati sul campo. Esperienza come web writer su diverse piattaforme e come redattore in bollettini d'informazione politica locale. Natura, sport e la musica rock le altre passioni, anzi il carburante per andare avanti!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *