I Cesaroni 5: il riassunto della decima puntata

By on novembre 3, 2012

text-align: center”>Riassunto decima puntata de I Cesaroni 5

I CESARONI 5 sono giunti alla decima puntata. Nelle ultime settimane Canale 5 ha deciso di raddoppiare la messa in onda anche la domenica mettendo in onda i tre episodi speciali di novanta minuti ambientati in Sicilia, a Milano e nell’Antica Roma. Gli ascolti, soprattutto quelli domenicali, sono in calo, la fiction è stata sconfitta da Conti e da Tale e Quale Show sempre in maniera più netta con il passare delle settimane. La fiction, prodotta da Publispei, è interpretata da Claudio Amendola (Giulio), Elena Sofia Ricci (Lucia), Antonello Fassari (Cesare), Max Tortora (Ezio), Elda Alvigini(Stefania), Matteo Branciamore(Marco), Nina Torresi (Maya), Federico Russo (Mimmo), Niccolò Centioni (Rudy) e molti altri (qui il riassunto della nona puntata).

I Cesaroni 5 sono ormai entrati nel vivo del racconto. L’amore non ancora esploso tra Marco e Maya, Alice divisa tra Rudi e Francesco ma anche i guai causati dal trio formato da Giulio, Cesare ed Ezio continuano a conquistare il pubblico. Scopriamo cos’è accaduto nei due episodi intitolati Ad occhi chiusi e Contro tutti e tutti.

Ecco il riassunto della decima puntata:

Nel primo episodio dal titolo Ad occhi chiusi, alla Garbatella si celebra la giornata dei non vedenti. Son Sei (Francesco Pannofino), l’ex bidello della scuola, si finge da sei mesi cieco e riesce ad incastrare i Cesaroni. Dopo essersi “infortunato” chiede a Giulio di giocare al suo posto nella partita di calcio organizzata dai non vedenti. Lucia e Stefania riescono però a smascherare Son Sei che aveva come unico obiettivo quello di intascare i soldi della gara su cu aveva  scommesso. Mimmo (Federico Russo) decide di fingersi il cantante Justin Bieber per aiutare Belinda (Claudia Asia Procacci) e dare così una bella lezione a Matilde (Angelica Cinquantini). Marco (Matteo Branciamore) con l’aiuto di Francesco (Alessandro Tersigni) decide di dichiarare il suo amore a Maya (Nina Torresi). Ma Maya è già partita, la Nonna dice a Marco che Maya è diretta Fiumicino per depistarlo mentre la principessa è in partenza da Ciampino. L’aereo di Maya subisce un guasto e i due riescono ad incontrarsi a Fiumicino, tra i due esplode la passione e si dichiarano il loro amore.

Nel secondo episodio intitolato Contro tutto e tutti, Cesare (Antonello Fassari) ed Ezio (Max Tortora) sono ai ferri corti a causa di Walterino, il criceto di casa Masetti. Cesare ha saputo che un critico gastronomico si aggira nei pressi della bottiglieria peccato che i suoi servigi vengono offerti ad un parrucchiere per donne scambiato erroneamente per il critico. Proprio il critico subisce un trattamento poco elegante, dopo aver essersi accorto della presenza di Walterino stronca la bottiglieria sul suo giornale. Ezio e Cesare decidono di rivolgersi a Rita Dalla Chiesa e vanno a Forum per risolvere la diatriba. Marco e Maya vivono ormai il loro amore alla luce del sole, anche se la ragazza è consapevole che prima o poi dovrà dire a Marco il segreto che nasconde ormai da troppo tempo. I ragazzi intanto partono per un concerto dei Senza Nome. Rudi si arrabbia dopo aver scoperto che Alice ci ha messo il suo zampino per far suonare la band in un locale importante della zona, i due poi si chiariscono, sono molto vicini e finiscono per baciarsi. Intanto il giudice a Forum dà ragione ad Ezio e Cesare va su tutte le furie, il criceto intanto è guarito. L’appuntamento con l’undicesima puntata de I Cesaroni 5 è per venerdì 9 novembre alle 21.10 su Canale 5.

About Giuseppe Candela

Nato a Nocera Inferiore(Sa) si è laureato in Scienze della Comunicazione con una tesi sulla comunicazione politica dal titolo “Pop o Papi? Vizi privati e pubbliche virtù. L’assenza-essenza dei media”. Si sta specializzando nell’ambito televisivo. Appassionato di calcio, di politica e soprattutto del piccolo schermo, ha collaborato e collabora con tv e giornali locali. Da settembre 2009 è opinionista a “Domenica in L’Arena” su Raiuno. Ha scritto e condotto eventi che hanno avuto risonanza nazionale. Guarda con occhio critico la televisione senza nessun pregiudizio.

One Comment

  1. Rossella

    novembre 3, 2012 at 15:13

    Non mi aspettavo questo successo! Ogni prodotto arriva ad un punto di saturazione invece i Cesaroni rimangono a galla malgrado tutto. Buon per loro: è sempre brutto interrompere una produzione, oggi poi manco a parlarne! Con la crisi sarebbe un pessimo messaggio da inviare al mondo del lavoro. Spero che nessuno in futuro si azzarderà a interrompere i programmi come hanno fatto con Frizzi e la Bianchetti recentemente! O ci si pensa prima al successo del prodotto o si porta avanti il lavoro nonostante i risultati deludenti: un programma sui matrimoni? Un programma sulla famiglia? Ma dai: lo sapevano pure i bambini che era fuori tempo! La gente mica è tonta: nessuno crede più all’amore per tutta la vita e al confronto in famiglia… manco all’asilo ci credono: roba da pazzi! Tornando ai Cesaroni posso affermare che a me francamente non piace: non voglio farne mistero! Però capisco le ragioni del successo: parla all’Italia di oggi, quella delle donne che leggono le Sfumature… ad esempio la settimana prossima ci sarà una puntata con Rocco Siffreddi: non penso sarà incentrata sui Canti gregoriani… dai, non ci prendiamo in giro su ‘ste robe! Io non mi scandalizzo, alla fine sono giovane e queste cose sono lontane dal mio immaginario: non me ne frega proprio! Infatti a 28 anni non ho più la curiosità di un’ adolescente e tuttavia ho ancora lucidità e immaginazione da esportare sui pianeti del sistema solare. Dunque non parlo da moralista o da bigotta, anzi mi chiedo perché in televisione non si parla mai di sesso e di giovani in fascia protetta e si può parlare di sex toys e robe simili? Infatti amo Uomini e Donne perché non elude la realtà… non c’è moralismo quando si parla di sentimenti; in quel lasso di tempo sparisce la fascia protetta e quandanche si chiude una porta si rimane tra uomini e donne che hanno un’ identità solida, in quel frangente passione e sentimenti sono due facce della stessa medaglia. Magari è solo un gioco finalizzato ad avere visibilità ma il messaggio sull’amore è molto coerente e io come donna mi vedo rappresentata a tuttotondo anche se chi critica il programma si ferma alla preparazione dei ragazzi! Infatti in quel gioco conta la persona e non i titoli o i talenti. Nella persona ci sta anche la mancanza di sincerità e la propensione al doppiogiochismo: questa è la verità dell’uomo! Ovviamente non ho niente contro i Cesaroni… queste osservazioni sono solo il punto di vista di una giovane donna, una sognatrice tra la folla che ceca di spostare sempre il suo orizzonte per non invecchiare appiattendosi sulle circostanze del presente! Un caro saluto

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *