Mario Orfeo direttore del Tg1. Leone, Teodoli e Vianello direttori di rete. Salvate il soldato Toaff

By on novembre 29, 2012
i-tre-direttori

text-align: center”>Rai: ecco i nuovi direttori di rete

Habemus direttori, si cambia ma non troppo. E’arrivato nel pomeriggio il via libera del Consiglio d’Amministrazione Rai alle proposte del direttore generale della Rai Luigi Gubitosi. Come previsto a Rai1 arriva l’attuale direttore dell’Intrattenimento Giancarlo Leone che prenderà il posto di Mauro Mazza. Quest’ultimo, che pure ha ottenuto buoni risultati riportando in Rai Fiorello e collezionando Sanremo di successo,  viene dirottato verso la presidenza di Rai Cinema. Giancarlo Leone, figlio dell’ex Presidente della Repubblica Giovanni Leone, è da sempre un uomo di Viale Mazzini, il popolo di twitter lo conosce e non poco per la sua vivacità nel comunicare di televisione in rete, auditel in primis. Riuscirà Leone a portare una ventata di freschezza sulla prima rete di stato? Ma soprattutto riuscirà  a liberarla dallo strapotere di alcuni manager dando il giusto valore alla meritocrazia? Intanto dovrà occuparsi del Festival di Sanremo con Fabio Fazio. A Rai2 arriva il bravo Angelo Teodoli al posto di Pasquale D’Alessandro destinato forse a un canale tematico e digitale Rai.

A Teodoli spetterà il compito più difficile, dovrà dare ossigeno ad una rete allo sbaraglio orfana ormai dei programmi che assicuravano il successo in passato. Teodoli lascia vacante il posto di responsabile dei palinsesti che dovrebbe andare a Marcello Ciannamea, ora al marketing Rai. La terza rete di stato sarà diretta dal giornalista Andrea Vianello che succederà ad Antonio Di Bella, prossimo a ricoprire il ruolo di corrispondente Rai da Parigi. Ancora non è chiaro il futuro di Agorà, il programma condotto da Vianello dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 10.  E’ escluso che Vianello possa fare da direttore in campo ma ancora non è noto il nome del suo successore. Al Tg1 arriva Mario Orfeo, ex direttore del Tg2 e attuale direttore de Il Messagero. Orfeo prenderà il posto di Alberto Maccari che andrà in pensione. Non si sa cosa accadrà agli attuali vicedirettori:  saranno confermati o ci saranno nuove nomine? Chi scrive si sente di dire solo una cosa: salvate il soldato Toaff. Daniel Toaff  dopo essere stato autore di “La Vita in Diretta”, poi dirigente di Raiuno per i programmi pomeridiani di attualità, è stato  promosso vice direttore di rete. Suoi anche i successi Festa Italiana e Le Amiche del sabato. Toaff è a La Vita in diretta da diciotto anni ed è merito suo il successo del programma. Si deve al vicedirettore il successo di “Domenica In- Così è la Vita”, la Cuccarini ha trovato grazie a Toaff la chiave per il successo domenicale. Insomma per una volta in Rai vinca la meritocrazia.

About Giuseppe Candela

Nato a Nocera Inferiore(Sa) si è laureato in Scienze della Comunicazione con una tesi sulla comunicazione politica dal titolo “Pop o Papi? Vizi privati e pubbliche virtù. L’assenza-essenza dei media”. Si sta specializzando nell’ambito televisivo. Appassionato di calcio, di politica e soprattutto del piccolo schermo, ha collaborato e collabora con tv e giornali locali. Da settembre 2009 è opinionista a “Domenica in L’Arena” su Raiuno. Ha scritto e condotto eventi che hanno avuto risonanza nazionale. Guarda con occhio critico la televisione senza nessun pregiudizio.

One Comment

  1. marco

    dicembre 8, 2012 at 16:07

    Ma quale meritocrazia? Toaff con i suoi programmi strappalacrime ha appiattito la televisione distribuendo tristezza un po’ dappertutto tutti i santi giorni della settimana (anche la domenica) a vantaggio degli ascolti e del guadagno aziendale. Basta con la tv del sensazionalismo giornalistico ormai sempre più sfrenato per tutto il pomeriggio! Paghiamo il canone e rivogliamo la tv spensierata anche durante il giorno e non soltanto la sera!!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *