Modern Family 2 su Mtv, zona franca delle sit com in Italia

By on novembre 21, 2012

text-align: justify”>Modern Family è una delle serie più apprezzate di tutto il panorama televisivo mondiale. Una sit com battezzata con Emmy Awards e Golden Globe a cascata e pensare che, noi italiani, abbiamo potuto apprezzarne la verve comica solo sul satellite (la prima stagione è andata in onda su Fox, canale 110 di Sky). Fino a che non è arrivata Mtv, che Dio la benedica. La rete, ormai sempre più indirizzata verso la direzione generalista, ha preso in carico nel suo palinsesto la sit com fin dagli albori, e ora, si prepara a dare il via alla seconda serie. Forse vi starete chiedendo come mai nessuna generalista “forte” votata ai telefilm come Italia Uno o Raidue abbia messo le mani su un prodotto del genere? Ebbene, le sit com, in Italia, hanno smesso di funzionare dopo la fine di Friends. Insomma, i vari Big Bang Theory e How I met your mother, vengono bistrattate durante il day time e nella fascia che va dal sonnellino all’aperitivo, per giunta senza mai ottenere ascolti da standing ovation.

modern-family

Mtv invece, propone Modern Family addirittura in prima serata. La rete premia la sit com che abbraccia in pieno il suo target di riferimento e, allo stesso tempo, prende la palla al balzo per staccarsi di dosso l’etichetta di rete da videoclip. La seconda serie, partita ieri sera, andrà in onda ogni martedì alle 21.

Ma vediamo le novità più interessanti…

Due guest star di rilievo, l’attore americano Justin Kirke, celebre per il suo personaggio di Angels in America per il quale ha ricevuto la nomination agli Emmy e l’attore Matt Dillon, uno degli indimenticati protagonisti di Tutti pazzi per Mary. Durante i 24 episodi di questa seconda serie ne succederanno di ogni, perfino un terremoto in quel di Los Angeles.

Modern Family 2 ha avuto un ottimo successo negli USA. Gli ascolti registrati su ABC sono stati altissimi: una media di quasi 12 milioni di spettatori e il titolo della serie tv più vista nella fascia 18-49 anni, il target commerciale più interessante per i pubblicitari.

About Simone Rausi

Quando nacque a Catania nel 1986, Pippo Baudo urlò “Fantastico!”. Già, la settima edizione era in onda su Raiuno in quel momento. Ha divorato decenni di fiction e programmi tv prima di laurearsi in Scienze della comunicazione. Ha fatto lo speaker, il giornalista, il blogger e attualmente è copywriter presso un’agenzia di pubblicità (ma sua nonna dice in giro che fa il copriwater). Ha scritto un romanzo sui carciofi ma non ne mangia uno da anni. Lo trovate su tutti i social network del mondo… o davanti qualche schermo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *