Partenza poco coinvolgente per lo show di Gerry Scotti “The Winner Is…”

By on novembre 24, 2012
The winner is

text-align: center;”>The winner is

Il nuovo programma del sabato sera di Canale Cinque, condotto da Gerry Scotti, non ha convinto il pubblico italiano. Sono vari gli aspetti che non hanno funzionato perché nel programma, ideato da John de Mol e riadattato in Italia dalla Fascino P.g.T., il concorrente propone una sfida di canto durante la quale, prima di conoscere il verdetto, può decidere di tornare a casa con una somma in denaro, lasciando quindi la vittoria al concorrente avversario. L’esordio non è andato bene, causa forse del mancato supporto in gara di concorrenti con doti canore elevate. Delle poche sfide alle quali è stato possibile assistere durante la messa in onda, è spiccato in maniera evidente il divario tra i concorrenti, il che ha reso intuibile chi avrebbe vinto la sfida e chi avrebbe dovuto lasciare il talent. Ciò ha comportato una mancanza di suspance, sulla quale invece si sarebbe potuto puntare molto. Ecco perché in finale il programma è risultato a più riprese noioso e scontato.

Una nota negativa anche per quanto riguarda l’apparato strutturale. Il ruolo della giuria ad esempio è stato poco rilevante, vista l’impossibilità di intervenire vocalmente; il tutto è servito a offuscare la loro presenza in studio. Anche l’intervento di Rudy Zerbi non ha inciso positivamente, per il suo modo di dare consigli fuorvianti e a volte invadenti.

the-winner-is1

Più di una volta lo stesso Gerry Scotti ha fatto dei discorsi sulla crisi economica italiana del tutto fuori luogo e non è stato convincente come nei suoi Io Canto e Italia’s got talent – sembra quasi che nemmeno lui fosse convinto del programma in questione. Anche il montaggio non è stato funzionale: la dinamicità quasi del tutto assente ha contribuito a frenare anche quei momenti che dovevano essere i più emozionanti. Unico aspetto positivo la scenografia, vivace e colorata, con chiari rimandi alo show internazionale.

Tutto questo porta a definire questo The winner is… una copia mal rivisitata di IGT ed un errato ritorno al varietà del passato. A questo punto l’unica cosa che sorge spontaneo dire è che se è un programma prodotto dalla Fascino P.g.T. di Maria De Filippi e lei stessa non ci mette la faccia, ci sarà un perché. E’ ancora presto per parlare di flop perché ha totalizzato 4.394.000 milioni di telespettatori e il 18.64% di share, quindi sotto di poco rispetto a Ti lascio una canzone della Clerici (4.669.000 milioni di telespettatori e il 20.29% di share). Ha ancora tempo fino all’8 dicembre per dimostrare di essere un valido sostituto di C’è posta per te.

About LaNostraTv Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *