Pomeriggio 5: Barbara D’urso ritarda le vacanze natalizie. In onda fino al 21 dicembre

By on novembre 26, 2012
Barbara D'Urso

text-align: center”>Barbara D'Urso

Barbara D’Urso la stancanovista: la Signora del pomeriggio di Canale 5 e della domenica, quest’anno, andrà in vacanza con qualche giorno di ritardo. Il suo Pomeriggio 5, infatti, andrà in onda fino al 21 dicembre. Una notizia data dalla stessa conduttrice tramite il proprio profilo twitter.  “I miei capi mi han chiesto di proseguire con Pomeriggio 5 fino al 21 dicembre!!! Soldatino fa’ tu!!Grazie per la stima!integratori a palla. I miei capi mi coccolano e gratificano e dunque… Difficile dire di no”, questo il tweet della “Bislacca” di Canale 5.  Fiducia, quindi, alla conduttrice campana da parte dei dirigenti Mediaset, soddisfatti degli ascolti raggiunti fino ad ora con il suo contenitore pomeridiano: una media del 16% di share che sta bene in casa Mediaset nonostante il diretto avversario, La vita in diretta, riesca a portare a casa un sonoro 20% di share di media.

barbara-d-urso-a-domenica-live

Nonostante in tanti impegni, Barbara D’Urso ha subito accettato la richiesta dei propri capi. Dal lunedì al venerdì con Pomeriggio 5, da sabato a domenica, invece, con Domenica Live. Rispetto agli anni passati, quindi, Pomeriggio 5 non andrà in vacanza in anticipo, per lasciare spazio alla programmazione natalizia con i soliti film, ma terrà compagnia il proprio pubblico fino a quattro giorni prima di Natale e soprattutto continuerà a battersi contro la coppia Venier-Liorni. Quest’anno Pomeriggio 5 è partito il 3 settembre, in netto anticipo rispetto a tutti gli altri programmi d’informazione e intrattenimento anche se ciò non è servito a rubare pubblico alle altre reti, infatti le puntate del mese di settembre hanno registrato una media del 10% di share. Poco, forse troppo, ma una media cresciuta con il tempo, e soprattutto con l’inizio dei programmi targati Maria De Fillippi, sempre utili a trainare tutto il resto.

Merito, comunque, a Barbara D’Urso che, nonostante, tutte le critiche che le piovono addosso, riesce sempre a portare a casa risultati soddisfacenti e accettare qualsiasi sfida che le venga proposta. Tutto ciò ha portato ad avere una grossa considerazione in casa Mediaset vista anche l’ultima decisione, quella di prendere e salvare un programma come Domenica Live, affondato dalla coppia Vinci-Scampini. Il suo arrivo, infatti, ha fatto registrare un aumento dall’8% al 16% di share, anche se le ultime due puntate hanno raccolto una media del 13%. Non si può considerare un flop perché la domenica è la bestia nera di Mediaset,  vista la concomitanza del campionato di calcio e Giletti che ha consolidato il suo 22-23% di share. E chissà se i dirigenti del Biscione non decideranno, anche, di affidare il Capodanno di Canale 5 all’intramontabile Barbara D’Urso

About Federico Ranauro

Nato e residente in provincia di Salerno ma da cinque anni vive a Parma. Ha conseguito la laurea triennale in Scienze della Comunicazione e la specializzazione in Giornalismo e cultura editoriale presso l’Università di Parma. Ha la passione per la scrittura e lavora come giornalista da circa tre anni, in particolare nel settore sportivo e televisivo.

One Comment

  1. dino del sette

    dicembre 16, 2012 at 10:21

    Ciao barbara : Ricordate il dott. gianpaolo giuliani , quello che denunciarono x allarmismo per aver dichiarato due settimane primo del terremoto del abruzzo . be lui e’ stato denunciato e processato con condanna ,perfino licenziato , con risarcimento , ora canale 5 e tutte l’altre ritrasmissioni televisive , stanno facendo un bis nei di questa cosa su la fine del mondo , ad dirittura a verissimo, anno fatto vedere i luoghi dove andare e che fare, perfino un chi t di sopravvivenza ,la mia domanda e’ : ora tutto questo non vogliamo dire che questo non e’ allarmismo ? ci sono delle persone anziane che incominciano ad avere paura di tutto questo allarmismo ,no e’ il caso di andarci con molta calma .

    dino del sette

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *