Squadra antimafia 4: riassunto decima e ultima puntata

By on novembre 20, 2012
squadra antimafia

text-align: justify”>squadra antimafiaSquadra antimafia 4: riassunto decima e ultima puntata. Diciamolo subito: è stato un brutto finale. E va bene preparare il campo per la quinta stagione, ma santo cielo… Non si possono lasciare così appesi migliaia di telespettatori per chissà quanti mesi! E’ questo il modo di premiare la loro fedeltà? Ingrati. Comunque, cerchiamo di fare il punto della situazione così cominciamo a ingannare l’attesa, va’… La puntata si è aperta con Calcaterra prigioniero nei sotterranei dell’acquedotto; chi c’è con lui? Presto detto: Filippo De Silva. Si credeva fosse stato ammazzato dai Mezzanotte e invece no, hanno mandato anche lui a crepare là sotto per i fumi dell’acido. Calcaterra riesce a liberarlo, ma ben presto ha chiara la loro pessima condizione. I minuti a disposizione per liberarsi sono cento, anzi sempre di meno…

Squadra antimafia 4: riassunto decima e ultima puntata. Nel frattempo la Squadra Duomo è alle prese con le uniche due persone che conoscono il luogo in cui si trova Mimmo: Nerone e Ilaria Abate. Quest’ultima, nonostante i durissimi confronti con Rosy Abate, è decisa a non parlare. Vuole che la polizia faccia un accordo con lei, restituendole in cambio la libertà. La la polizia, però, non è disposta a scendere a patti. Così si mette sulle tracce di Nerone e riesce a trovarlo grazie alla collaborazione della fidanzata Cecilia, ignara di quei trenta morti che il “suo” clown ha sulla coscienza. 

Squadra antimafia 4: riassunto decima e ultima puntata. Manca pochissimo alla cattura di Nerone ma lui, incredibilmente, riesce a sparire. E’ una cosa assurda, l’intero palazzo è controllato dalle forze dell’ordine. All’improvviso Pietrangeli capisce: si è travestito da poliziotto, ha il volto coperto dal passamontagna. Il corpo a corpo è all’ultimo respiro, entrambi precipitano dal terrazzo e finiscono (per fortuna) su un’automobile. Nerone ha in mano una bomba, sembra determinato a farla scoppiare, ma Sandro lo convince del contrario facendogli pensare ai bambini: ce ne sono tanti, in quel quartiere, e morirebbero tutti. Invece alla fine a morire è lui, Nerone. La vendetta di Serino è compiuta. Sandro viene portato urgentemente in ospedale. Intanto i minuti passano veloci, e ancora non si sa dove sia finito Calcaterra.

Squadra antimafia 4: riassunto decima e ultima puntata. La Squadra Duomo decide di fare un ultimo, disperato tentativo contro la volontà sia di Licata che di Antonucci (quest’ultimo è palesemente in malafede). L’idea è quella di lasciar scappare Rosy mettendole Ilaria fra le mani. Funziona: riesce a sentire telefonicamente Calcaterra, ma gli indizi per rintracciarlo sono insufficienti. Ilaria intanto scappa e raggiunge l’aeroporto di Partinico per volare all’estero, ma Rosy la riacchiappa nuovamente. E stavolta l’ammazza, per poi prendere l’areo al posto suo. De Silva e Calcaterra, intanto, stanno morendo per effetto dell’acido. Sono però riusciti – grazie a un’idea di De Silva – a fabbricare una bomba che apre in parte una rete. Calcaterra fa il resto, De Silva decide di non seguirlo e di lasciare che la vita l’abbandoni. Mimmo cammina, cammina, trova una scala che lo porta fino alla fine di una botola. E’ chiusa ermeticamente, non c’è speranza. Lui piange disperato e stremato, ormai è davvero finita… Invece no: qualcuno la apre. Chi è? Non si sa, finisce così. Un finale pessimo. E già qualcuno ipotizza che si tratti di una rediviva Claudia Mares… Ma la Mares è morta, no?

About Nad

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *