Un passo dal cielo 2: ritmo rallentato per un Don Matteo in divisa. Record di ascolti, ci sarà la terza serie

By on novembre 29, 2012

text-align: center”>Un passo dal cielo 2: stasera l'ultima puntata

Un passo dal cielo 2 si concluderà questa sera alle 21.10 su Rai1. Nell’ottava e ultima puntata Pietro, il personaggio interpretato da Terence Hill verrà arrestato, mentre Silvia (Gaia Bermani Amaral) deve rivelare a Vincenzo (Enrico Ianniello) di essere incinta (qui le anticipazioni dell’ultima puntata). Facciamo un bilancio sulla seconda stagione che ha conquistato il pubblico ottenendo numeri da record. La serie è riuscita a sfondare più volte il muro dei  sette milioni riuscendo nell’ultima puntata a toccare anche 7.303.000 telespettatori. Numeri d’altri tempi per la serie dedicata alla guardia forestale e prodotta da Lux Vide.

La serie ha un ritmo rallentato capace però di non annoiare, la location permette di riempire lo schermo con le belle immagini e di colmare i vuoti della sceneggiatura.  Il livello di recitazione è discreto ma non eccezionale, gli attori sono  rassicuranti in pieno stile Rai.

Si intrecciano gli amori, le rivalità, i casi di puntata con le storie della serie. Il format è sicuramente in linea con Don Mattteo ma con un impatto visivo maggiore. Ad alleggerire la serie dai morti e le tragedie ci pensano le gag tra il commissario Vincenzo e il fedele carabiniere Huber. Il merito su tutti è di Terence Hill, garanzia di grande pubblico.  Promosse anche le new entry Alice Bellagamba, ex concorrente di Amici, e la conduttrice Miriam Leone. La fiction diretta da Riccardo Donna e Salvatore Basile dovrebbe avere una terza serie grazie ai record di ascolti. Dopo i risultati delle prime puntate il direttore di Raifiction Tinni Andreatta aveva espresso la sua soddisfazione: “La fiction ha chiuso al 35% di share ed è stata leader nel pubblico maschile e femminile, nel Nord, nel Centro e nel Sud d’Italia, tra i bambini, i ragazzi e gli adulti. Unire pubblici diversi di fronte a un racconto che coinvolge e stimola riflessioni è uno dei grandi obiettivi che la fiction Rai si propone. Mi congratulo con Terence Hill, con il resto del cast e con la produzione per avere pienamente conseguito questo risultato”. L’appuntamento con l’ultima puntata di Un passo dal cielo 2 è per questa sera alle 21.10 su Rai1. A voi è piaciuta la fiction con Terence Hill?

About Giuseppe Candela

Nato a Nocera Inferiore(Sa) si è laureato in Scienze della Comunicazione con una tesi sulla comunicazione politica dal titolo “Pop o Papi? Vizi privati e pubbliche virtù. L’assenza-essenza dei media”. Si sta specializzando nell’ambito televisivo. Appassionato di calcio, di politica e soprattutto del piccolo schermo, ha collaborato e collabora con tv e giornali locali. Da settembre 2009 è opinionista a “Domenica in L’Arena” su Raiuno. Ha scritto e condotto eventi che hanno avuto risonanza nazionale. Guarda con occhio critico la televisione senza nessun pregiudizio.

4 Comments

  1. giovanni

    novembre 30, 2012 at 01:51

    Caspita è la seconda seria che guardo in famiglia da quando il televisore è entrato a casa 6 anni fà. Più che dalle storie alquanto buoniste resto estasiato dai paesaggi a dir poco meravigliosi, spero di potermeli godere quest’estate. La nota di riflessione al termine di ogni puntata aggiunge quel tocco di classe in più. Da vedere

  2. lucia

    novembre 30, 2012 at 16:03

    finalmente dopo tante proposte, a dir poco discutibili ,qualcosa di bello e pulito (ambientato in una cornice favolosa!) da gustarsi tutti insieme in famiglia.Attori bravi dotati di grande spontaneità….

  3. jonny

    dicembre 1, 2012 at 16:23

    E’ una bella serie ma ci sono molte pecche nella sceneggiatura e la montagna è messa solo come sfondo, non si interagisce davvero con la montagna, se non con una montagna da cartolina, da grandi alberghi e beauty farm. La montagna vera, che avrebbe dato paercchi spunti per la trama, è un’altra cosa. E’ possibile che in 2 serie non si veda un camoscio, una marmotta o un escursionista ma solo gente che sembrano cittadini in alta quota, vestiti come se facessero due passi sul corso ? L’impressione è che gli autori non conoscano a fondo il mondo della montagna ma abbiano messo dentro stereotipi e cosette raccolte qua e là, invece di approfondire il discorso e fare scoprire a molta gente come è veramente la vita sui monti, non solo suv, birrerie e rave party in vecchi fienili. Spero che la terza serie se ci sarà tenga conto di questo, sarebbe più interessante e sicuramente l’occasione per invogliare molte persone a conoscere davvero “un altro mondo” (titolo di un bel documentario del Parco Nazionale Gran Paradiso). La rai aveva prodotto l’interessate “La stella del parco”, girato in Valle d’Aosta tempo fa, perchè non lo ripropone più?

  4. Giada

    dicembre 2, 2012 at 17:25

    Una fiction di qualità, che racconta storie avvincenti e sollecita a riflessioni semplici ma profonde sui valori essenziali della vita. Simile nell’impianto a Don Matteo ma in una chiave laica di maggiore presa sul pubblico, non solo per la bellissima ambientazione paesaggistica. Ottima recitazione (e non certo per la presenza di una delle stelline di “Amici”) e buona sceneggiatura, migliorabile forse per alcuni dettagli nelle dinamiche delle vicende rappresentate. Soprattutto, (finalmente!) una storia “pulita”, senza scene di sesso, parolacce, volgarità e situazioni scabrose ma un programma adatto a tutta la famiglia, per una serata in compagnia, aspettando di sapere cosa succederà nella prossima puntata. Bellissime le frasi finali, tra le stelle. Grazie!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *