Alessandra Mastronardi vestirà i panni di Giulietta nel film tv per la Rai

By on dicembre 27, 2012
foto di alessandra mastronardi

text-align: justify”>foto di alessandra mastronardiALESSANDRA MASTRONARDI TRA PASSATO E PRESENTE. È sicuramente una delle attrici più promettenti della nuova generazione del cinema e della fiction italiana. Alessandra Mastronardi, classe 86, riesce a destreggiarsi tra cinema, tv e teatro, senza mai perdere di credibilità. Nata a Napoli e cresciuta a Roma, già all’età di due anni comincia a muovere i primi passi nel mondo del cinema. La vera popolarità arriva con la fiction tv i Cesaroni, dove interpreta il ruolo di Eva Cudicini, figlia di Lucia (Elena Sofia Ricci). Coraggiosamente nel momento del massimo successo, Alessandra decide di tirarsi indietro per dedicarsi ad altri progetti e non di cavalcare l’onda e restare imprigionata a vita nello stesso personaggio  (scelta apprezzabilissima, che dimostra la sua volontà di sperimentarsi come attrice). Proficua anche la collaborazione con Sky, dove interpreta in Romanzo Criminale- La serie, il ruolo di Roberta. Alessandra collabora anche con delle produzioni estere ed in particolare lavora, nell’estate del 2011, con il regista Woody Allen nel film To Rome with love con attori del calibro di Roberto Benigni.Nell’ultima stagione televisiva, i suoi fan e i fan della serie, hanno potuto apprezzarla in un ritorno lampo alla garbatella. Si è calata, per una sola puntata, nuovamente nei panni di Eva. In questa occasione ha dichiarata che questa è stata la sua ultima volta ai Cesaroni.

Per la Mastronardi il 2013 sarà un anno di lavoro, in quanto è stata scelta dal regista Riccardo Donna per interpretare il ruolo di Giulietta in Romeo e Giulietta. Il film tv, che la Lux Vide sta realizzando per la Rai, sarà girato in lingua inglese nelle suggestive location del Trentino. Al fianco della Mastronardi ci sarà l’attore Martin Rivas, che vestirà i panni di Romeo. La colonna sonora è stata affidata ad Andrea Guerra. Un 2013 impegnativo per un’attrice che ha preferito al successo facile e alla popolarità immediata, una strada più impervia da percorrere, ma che siamo sicuri la porterà lontano.  Scegliere in giovane età di abbandonare un trionfo sicuro per dedicarsi a progetti imprecisati non è da tutti, ma visti i successi, anche internazionali che la Mastronardi sta registrando, possiamo dire che la scelta à stata giusta. Molte altre attrici, anche con più esperienza di lei, potrebbero prenderla ad esempio e scegliere i ruoli in base alla caratura degli stessi piuttosto che alla voglia di apparire a tutti i costi.

About Salvatore Petrillo

Avellino gli ha dato i natali, sotto il segno del Toro. La sua passione per la conduzione televisiva e tutto quanto fa spettacolo è nata con lui e fin da piccolo partecipa a feste, recite e saggi. All’età di 8 anni comincia lo studio del pianoforte frequentando poi il Conservatorio “D.Cimarosa” di Avellino. Laureatosi prima in Scienze della Comunicazione presso l’Università degli studi di Salerno e poi in Editoria, comunicazione multimediale e giornalismo presso l’Università La Sapienza di Roma con il massimo dei voti, continua ad approfondire e conoscere meglio tutte le varie sfaccettature del mondo televisivo. Collabora con il quotidiano a tiratura regionale Corriere dell’Irpinia scrivendo di attualità, cronaca, spettacolo e con l’agenzia di organizzazione eventi ADVS di Roma. Dopo una parentesi di un anno e mezzo a Londra, dove ha cercato di rubare i trucchi del giornalismo anglosassone, torna in Italia per frequentare un corso di dizione e uso della voce e uno di conduzione televisiva presso l’Accademia 09 di Milano. In futuro sogna di farsi strada nel mondo della conduzione televisiva e dello spettacolo.

One Comment

  1. Rossella

    dicembre 28, 2012 at 11:56

    Sarebbe bello che la fiction si emancipasse dalle solite trasposizioni di capisaldi della narrativa, anche per fare in modo che l’Italia tutta possa avvantaggiarsi del contributo che proviene dal mercato cinematografico. Ogni regione potrebbe avere una possibilità per promuovere i suoi “angoli”: il turismo nasce in questo modo! Magari gli autori potrebbero attingere dagli archivi di stato: mettono a disposizione una serie infinita di manoscritti a chiunque si presentasse munito di un documento d’identità! Dunque autori, sceneggiatori e creativi di ogni tipo potrebbero avere molte idee su cui lavorare per creare dei prodotti originali! In questo caso pare che il celebre drammaturgo inglese abbia elaborato questo nucleo tematico intorno ad una storia che Masuccio Salernitano narra in uno dei suoi scritti. Questa vicenda si sviluppa in un comune del picentino e vede protagoniste due famiglie appartenenti a fazioni opposte e in lotta per l’egemonia territoriale. Alcuni storici pensano alla possibilità di una sovrapposizione tra questa vicenda e quella veronese. Sta di fatto che se a Verona noi troviamo il celebre balcone di Giulietta è altrettanto vero che in questo comune del salernitano rimane traccia di una Chiesa, la Chiesa di Santa Maria della Pace, che presenta un’iscrizione che testimonia la pace sancita in quel territorio. Pare che questa Chiesa sia stata eretta per volontà di quelle due famiglie che si riappacificarono grazie alla storia d’amore che vide protagonisti i loro figli. Chiaramente è un tema che nella storia avrà sempre un precedente e ahinoi ispirerà molte vicende contemporanee alla famiglia di ogni epoca. Però è bello utilizzare questi strumenti per risollevare l’economia del Paese!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *