Berlusconi a Pomeriggio Cinque, quarta tappa della maratona televisiva del Cavaliere

By on dicembre 19, 2012
Berlusconi su Canale 5

text-align: justify”>Berlusconi su Canale 5Con la partecipazione a Pomeriggio Cinque, Silvio Berlusconi fa poker, proseguendo con una media-record l’ennesima maratona televisiva pre-elettorale. L’intervista del direttore di Videonews Claudio Brachino all’ex presidente del Consiglio (nuovamente impegnato nella riconquista del consenso politico perduto negli ultimi anni di governo) completa la prima fase del “grande ritorno” davanti agli italiani, in attesa di altri colpi di teatro in parte annunciati. Nessuna novità, rispetto alle recenti “scorribande” mediatiche del Cavaliere, a livello di temi e toni dell’assolo berlusconiano, anche stavolta agevolato dall’impostazione decisamente “morbida” del giornalista chiamato ad interrogare il leader del Pdl sui motivi della sesta “discesa in campo” in vent’anni.

Berlusconi a Pomeriggio Cinque non è stato comunque ingombrante, essendo stata riservata al patron di Mediaset solo una minima parte del programma, diversamente dalla discussa performance di domenica scorsa nello studio di Domenica Live diretta da Barbara D’Urso. Ferma rimane l’intenzione, confermata anche ieri durante Porta a Porta dal diretto interessato, di “ottenere un riequilibrio delle presenze in televisione, dopo un anno di silenzio” e tanti voti persi per strada: per Silvio Berlusconi è arrivato il momento di scoprire le carte e partire all’attacco di vecchi e nuovi avversari, in nome di quella “rimonta sulla sinistra che già da ora sta rimettendo ordine nel ricostituendo fronte dei moderati.

Archiviata la parentesi del “sofferto” sostegno al governo Monti, il centro-destra italiano sembra intenzionato a giocarsi fino in fondo l’unico jolly a disposizione, forte del ritrovato “effetto Berlusconi” e di una ben collaudata “macchina del consenso” pronta a fare la sua parte da qui al prossimo Febbraio. Il leit motif della nuova strategia del candidato premier della cosiddetta “area moderata”, ribadito a chiare lettere di fronte a Brachino nell’intervista realizzata per “Pomeriggio Cinque”, è sempre l’esigenza di “riunire i moderati per battere la sinistra, attraverso il voto al partito di maggioranza relativa, il Pdl.

Nello specifico, Silvio Berlusconi punta sulla promessa diabolire l’Imu, abbassando le tasse e riducendo gli sprechi” per convincere gli elettori delusi a recarsi alle urne e tornare a pesare nello scacchiere politico, contro tutte le previsioni ed i sondaggi che sembravano (almeno fino a poche settimane fa) condannarlo alla ritirata strategica a tempo indeterminato. Gran parte delle chance di rivincita, ad ogni modo, passerà attraverso la “scatola magica” della televisione, arma da sempre decisiva nelle ultime campagne elettorali, usata con indiscussa abilità dal tycoon di Arcore: per questo, da ora in poi, bisognerà abituarsi ad un continuo “tira e molla” nei palinsesti delle maggiori reti generaliste, con Berlusconi mattatore (più o meno incontrastato) come ai vecchi tempi.

About Marco Franco

Il giornalismo come "cane da guardia" della democrazia, scrivere per diffondere idee e creare coscienza: queste sono le stelle polari che lo guidano. Studi classici, laurea in Giurisprudenza in arrivo, Marco non ha mai smesso di coltivare i suoi interessi, primo tra tutti la lettura. Libri, riviste e tanti quotidiani sempre al suo fianco, in una continua ricerca delle "verità scomode". Idealista, spesso "controcorrente" e attivo nel volontariato, ama la politica e l'informazione di antica scuola. Riccardo Iacona e Milena Gabanelli i punti di riferimento, per coraggio e professionalità dimostrati sul campo. Esperienza come web writer su diverse piattaforme e come redattore in bollettini d'informazione politica locale. Natura, sport e la musica rock le altre passioni, anzi il carburante per andare avanti!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *