Cristina Parodi Live chiude i battenti. Per la giornalista il Tg La7 o un programma in prima serata?

By on dicembre 19, 2012

text-align: center”>Cristina Parodi su La7: flop di ascolti, chiude il programma

Sembra la sorte di tutti i programmi del pomeriggio di La7: chiusura per bassi ascolti e ricollocazione della conduttrice in prima serata con un nuovo programma. Apparentemente un controsenso, eppure è già successo a Geppi Cucciari e il suo delizioso G’Day: una ventata di freschezza in una tv sempre uguale a sè stessa, uno spazio di leggerezza e comicità intelligente che però non è riuscito ad emergere negli ascolti, stritolato dalla concorrenza di quiz-show vecchi e nuovi. Per la neosposa Cucciari arriverà un programma in prime time e potrebbe accadere lo stesso a Cristina Parodi. Il suo esperimento nel pomeriggio di La7 non è mai decollato: la giornalista ha lasciato Mediaset dopo vent’anni di carriera per dedicarsi ad un progetto tutto suo, ma gli ascolti l’hanno bocciata. “Serve tempo per misurare i risultati“, aveva spiegato il direttore di rete Paolo Ruffini.

Ad oggi, però, dopo quattro mesi di programmazione, Cristina Parodi Live continua ad essere imprigionato in quel 2% di share al cui confronto anche le repliche del Commissario Cordier fanno meglio (praticamente il doppio). Ad anticipare la probabile chiusura del programma della Parodi è la regina del pettegolezzo cattivo Selvaggia Lucarelli, nel suo programma in onda su Cielo Celebrity now: secondo l’editorialista di Libero, dal 2013 Cristina Parodi Live sarà soppresso per bassi ascolti (proprio come G’Day, che termina il 21 dicembre) e per la conduttrice potrebbero aprirsi diverse strade…

Troppo costoso e poco redditizio, Cristina Parodi Live ce l’ha messa tutta per sopravvivere. La scommessa era dimostrare che un altro tipo di intrattenimento è possibile, ma i numeri non hanno dato scampo. Il programma si è perfino snaturato passando da talk di approfondimento e costume a contenitore fatto prevelentemente di gossip ed argomenti leggeri, provando a rincorrere i concorrenti di Rai e Mediaset sul loro stesso terreno, ha rivisitato la scenografia ed accorpato i due blocchi di programma (Cristina Parodi Live e Cover), ma senza risultati. A nulla è servita la svolta “pop” della conduttrice, che comunque non lascerà La7 anche se la chiusura del programma dovesse essere confermata. Per lei potrebbe arrivare fin da subito la proposta della conduzione del Tg La7 diretto da Enrico Mentana (già suo direttore ai tempi del Tg5): lei ha sempre detto di averlo ritrovato con piacere quando è sbarcata a La7, lui non ha mai nascosto la stima e l’apprezzamento per la collega, dichiarando che l’avrebbe vista con piacere dietro la scrivania del suo tg anche quando era ancora a Mediaset. La questione potrebbe essere presto risolta, ma c’è un’altra ipotesi in ballo: un nuovo programma in prima serata, probabilmente il mercoledì, quando sarà concluso il nuovo ciclo de Le invasioni barbariche di Daria Bignardi. Ad ogni modo, qualsiasi ritorno alla “base Mediaset” sembra da escludere.

About ClaudiaGagliardi

Nata a Pompei nel 1987, si è laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi sul pluralismo e l'indipendenza dell'informazione e sta per specializzarsi in Comunicazione istituzionale. Oggi si occupa delle pagine di attualità del portale Excite.it. Appassionata di giornalismo e di politica, segue con attenzione il mondo della televisione, spesso con occhio critico, soprattutto sul versante della qualità dell'informazione. Divoratrice di programmi di approfondimento e di satira, ma anche di serie tv ("Friends" e "Lost" su tutte) e di cinema, insegue il sogno di diventare giornalista professionista.

One Comment

  1. Adriana Del Ponte

    dicembre 20, 2012 at 17:21

    Mi dispiace molto che la 7 cancelli il programma di Cristina, perché e’ sicuramente uno dei migliori e più garbati modi di fare televisione nel pomeriggio. Perché le cose belle non hanno seguito?

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *