Cristina Parodi live tra un Fabrizio Corona poco etico e un Bruno Vespa in trasferta

By on dicembre 12, 2012
foto del logo del cristina parodi live

text-align: justify”>foto del logo del cristina parodi liveDoveva essere nelle intenzioni iniziali il pomeriggio alternativo degli italiani, divisi tra la Vita in diretta e Pomeriggio 5. Doveva offrire temi alti e notizie che non trovavano voce negli altri contenitori pomeridiani. Con il passare dei mesi, invece, i risultati sperati non sono arrivati (256.000 telespettatori, share 1,92% nella puntata di ieri) e probabilmente la nutrita schiera di autori del Cristina Parodi Live ha dovuto dirottare su personaggi dallo share facile ma poco radical chic. Ed ecco che questo pomeriggio campeggia su tutti il nome di Fabrizio Corona. Nel servizio di apertura viene presentato come l’uomo che piace a tutti, donne e uomini, ma per fortuna non ai bambini. Si comincia con il talk ed il tema affrontato nella puntata odierna è: il maschio alfa, ossia il prototipo ideale di uomo, quello che fa sempre di testa sua, che le donne amano ma che le fa molto soffrire. Chi meglio di lui poteva rappresentare l’oggetto in questione del talk? Fabrizio comincia a dare una sua definizione assolutamente personale di maschio alfa: “un uomo che deve essere passionale, saper amare quando c’è da farlo, un uomo rude e forte“.

La Pina, opinionista della puntata, è l’unica che finalmente da una chiave di lettura sensata di Corona. Secondo lei è un uomo solo e una persona fragile. Fragilità che cerca di nascondere dietro l’aria da duro che vuole mostrare. “Piango perché secondo me un vero uomo deve saper piangere –replica Corona- Sarò un infelice a vita perché ho tutto ma alla fine non ho nulla, perché ho bruciato le tappe. È vero che sono solo, ma la mia solitudine è ripagata da un gruppo di lavoro che mi porto dietro da circa sei anni e che mi osanna.” Parlando di maschi alfa non poteva non venir fuori il nome di Albano Carrisi che Corona definisce molto elegantemente “brutto, grasso e basso” (quando si dice l’elegenza) ma almeno gli riconosce una gran voce e l’essere riuscito a conquistare la donna più bella all’epoca: Romina Power. Il talk finisce con il momento redenzione nel quale il “candido” Fabrizio dichiara di voler cambiare vita ridefinendo le sue priorità, per cercare di migliorarsi come uomo ed essere più felice.

E per la serie ormai lo abbiamo pagato e lo spremiamo come un limone, ecco che il Corona ci si ripropone anche nel question time con i fratelli d’Italia, troppo divertenti perché privi di filtri e liberi nel fare domande a dispetto dei giornalisti nostrani. Primo argomento: scandalo Vallettopoli. Fabrizio ammette che dopo l’inchiesta “il gossip è morto e si ritrovano sempre gli stessi personaggi da anni sulle prima pagine di tutti i settimanali” (come dargli torto). “Ma sono proprio cambiati i personaggi – prosegue “saggiamente” Fabrizio- oggi gossip è cultura è politica, Sallusti -Santanchè, Avetrana, quello fa gossip ora” (come si può pensare di fare del gossip su un caso di cronaca nera ancora non risolto che vede vittima una ragazza minorenne?). Suo padre, a suo parere, sarebbe fiero di lui e ammette che “l’epoca del berlusconismo e di Lele Mora è finita” (ovvero l’epoca delle vallette e veline che ci ritrovavamo dappertutto, prive di talento, ma dotate di altre qualità). Si definisce lui stesso un personaggio senza etica (finalmente un po’ di coerenza) e ammette di poter smettere di lavorare e vivere di rendita ma non lo fa perché si sentirebbe spento e privo di quell’adrenalina che solo il lavoro riesce a dargli.

Da segnalare in puntata l’intervento di Bruno Vespa, che in uscita del suo nuovo libro “Il Palazzo e la Piazza, crisi consenso e protesta da Mussolini a Beppe Grillo”, si concede il suo tradizionale giro d’Italia in tutte le trasmissioni della televisione italiana. Alle 17,45 presenterà il libro a Roma con l’ex presidente Berlusconi, ma prima è riuscito a trovare un buco di tempo per una toccata e fuga dalla Parodi. Proprio sulla possibile ricandidatura di Berlusconi dichiara : “Berlusconi non ha fatto l’annuncio della discesa in campo. Ha fatto un annuncio. Non credo deciderà di correre, ma potrei sbagliarmi.” Staremo a vedere. Nel frattempo ci chiediamo se era proprio questa la piega che volevano dare gli autori alla nuova formula del Parodi Live. Voi cosa ne pensate?

About Salvatore Petrillo

Avellino gli ha dato i natali, sotto il segno del Toro. La sua passione per la conduzione televisiva e tutto quanto fa spettacolo è nata con lui e fin da piccolo partecipa a feste, recite e saggi. All’età di 8 anni comincia lo studio del pianoforte frequentando poi il Conservatorio “D.Cimarosa” di Avellino. Laureatosi prima in Scienze della Comunicazione presso l’Università degli studi di Salerno e poi in Editoria, comunicazione multimediale e giornalismo presso l’Università La Sapienza di Roma con il massimo dei voti, continua ad approfondire e conoscere meglio tutte le varie sfaccettature del mondo televisivo. Collabora con il quotidiano a tiratura regionale Corriere dell’Irpinia scrivendo di attualità, cronaca, spettacolo e con l’agenzia di organizzazione eventi ADVS di Roma. Dopo una parentesi di un anno e mezzo a Londra, dove ha cercato di rubare i trucchi del giornalismo anglosassone, torna in Italia per frequentare un corso di dizione e uso della voce e uno di conduzione televisiva presso l’Accademia 09 di Milano. In futuro sogna di farsi strada nel mondo della conduzione televisiva e dello spettacolo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *