Domenica Live : Michele Misseri a ruota libera nel programma della D’Urso

By on dicembre 16, 2012

text-align: justify”>E’ un Michele Misseri a ruota libera quello che si presenta agli occhi dei telespettatori italiani. Nel programma Domenica Live di Barbara D’Urso Michele Misseri, sollecitato dalla conduttrice, inizia a parlare della sua vita, dalla sua infanzia fino all’incontro con Cosima. Un’infanzia segnata da violenza, povertà e disagi a quanto pare. L’uomo racconta di essere stato perfino legato dal padre ad un albero di fico (lo stesso che vegliava sul sepolcro della povera Sarah) e dopo pochi minuti è già in lacrime, ricordandoci molte altre interviste e altri famosi personaggi coinvolti in fatti di cronaca. L’incontro con Cosima è stato molto importante per l’uomo visto che dopo sei mesi erano già sposati. Misseri racconta anche del suo rapporto coniugale con Cosima, di come in vari periodi capitasse che i due dormissero separati e lui su una brandina in cucina. Poi l’uomo racconta dei diversi lavori che ha svolto, come quello come scavatore di fosse. La famiglia ha anche vissuto in Germania per un periodo di tempo, quando la maggiore delle figlie Misseri aveva appena quattro anni. Nell’88 nacque Sabrina che come dice Barbara D’Urso , voci di paese la vorrebbero molto legata affettivamente al padre.

barbara-durso-domenica-live-canale5

Viene poi la volta del racconto dell’arrivo di Concetta, la madre di Sarah che lui dice di chiamare ormai soltanto “angelo biondo”. Michele Misseri, sempre in lacrime rivela alla conduttrice di essersi sentito abbandonato da tutta la sua famiglia. Teme che Sabrina e la moglie possano odiarlo per quello che ha fatto. “Michele come hai fatto a guardare negli occhi Sabrina e Cosima se veramente sei stato tu?”. Misseri dice di aver faticosamente resistito per quei 42 giorni, rifiutandosi perfino di guardare la televisione quando si parlava di Sarah. La conduttrice non demorde e con tanto di particolari chiede a Michele perché ha raccontato di aver abusato della piccola Scazzi. Dopo il secondo stacco pubblicitario la D’Urso torna sull’intervista fatta la settimana scorsa ad Anna Pisanò. Per Misseri la donna ha raccontato tutte bugie, dalla storia della Nutella mangiata da Sabrina il giorno del funerale della cugina, a quanto pare per niente addolorata dalle esequie, fino alla storia sul presunto gattino di Sarah. La D’Urso chiede a Misseri se è vero che l’uomo è pilotato da Valentina. A questo punto grande perla della conduttrice ” Ma cosa te ne importa di quello che dice la gente? Che te ne importa se dicono che Valentina ti manipola se non è vero?” .

Seguire il flusso di coscienza di Michele Misseri, esposto in un italiano molto disarticolato non è facile e forse su questo gioca lo stesso uomo, che spesso si trova a sviare le domande della conduttrice. “Non è vero che sto difendendo Sabrina. Se fosse stata mia figlia avrei avvertito la polizia”. Poi forse un lapsus ” Ho detto che è stata Sabrina perché sono stato informato male” Giustamente Barbara D’Urso chiede cosa intenda l’uomo. Lui attribuisce di aver incolpato Sabrina a strategie di difesa e all’abuso di tranquillanti. “Come è possibile che un uomo all’improvviso, uno che è un contadino e ha l’occhio buono come vedo in te, uccida una che per lui è come la terza figlia?”  chiede la D’Urso “Nessuno è riuscito a capirmi, non mi ha creduto nessuno” .L’uomo torna a parlare del fatto che abbia ucciso l’angelo biondo perché il trattore non partiva e dopo aver cercato di allontanare Sarah dal garage e che questa gli diede un calcio, sentì un calore alla testa e si accorse dei giri della corda solo quando fu troppo tardi. Dopo il terzo stacco pubblicitario la conduttrice chiede a Michele Misseri come è possibile che abbia accusato Sabrina se per lui è un pezzo del suo cuore. “Da quando abbiamo iniziato l’intervista stai piangendo, cosa ti fa più male? Quello che hai fatto all’angelo biondo oppure che tua figlia stia in carcere da innocente?”.

Michele risponde di soffrire per quello che ha fatto a Sarah Scazzi e si chiede come mai abbia commesso un omicidio. Barbara D’Urso mostra l’intervista fatta alla madre dell’angelo biondo, la quale dice di non credere nella colpevolezza del cognato e la conduttrice invoglia Michele ad andare a trovare Concetta che promette che lo farà. “Non mi deve credere per forza, le chiedo perdono per quello che ho fatto, ma Sarah l’ho uccisa io!” Ilaria Cavo prende la parola e dice che la procura è convinta delle troppe contraddizioni nel racconto di Michele Misseri e Sabrina. “Sabrina racconta che quando chiamava Sarah al cellulare, lei era col padre fuori dalla casa ma Michele racconta che alla Scazzi sia caduto il cellulare mentre la uccideva– poi rivolgendosi a Michele- si rende conto delle contraddizioni che ci sono?” Nuovamente Misseri da la colpa alla memoria. “Aspetto la Cassazione, ma se condannassero Sabrina mi ucciderei. Ci ho già provato, ma mentre stavo per avvelenarmi mi è apparsa Sarah e mi ha bloccato dicendomi che dovevo continuare a vivere per raccontare a tutti quello che avevo fatto” Misseri, racconta la sua vita da solitario, del fatto che dorma ancora nella brandina in cucina. “Non ci sono altre verità. Questo è l’ultimo mio intervento televisivo”.

Barbara manda la pubblicità. Il lungo spazio dedicato a Misseri si chiude così, ma quello che resta dell’intervista è ancora tanta confusione, una ripetizione di cose dette e già dette altrove, cinicamente e squallidamente proposte nella domenica pomeriggio, a sole due settimane dal Natale. Ne avevamo bisogno? Michele dice che non parlerà più in televisione ma c’è da scommettere che, purtroppo, questa storia e spazi come questi siano destinati a ripetersi…

About Dario Ghezzi

Dario Ghezzi nasce il 28 Giugno 1988. Fin da bambino matura la passione per la scrittura e il mondo dell’arte. Dopo il Liceo Classico si iscrive alla facoltà di Letteratura musica e spettacolo dell’Università la Sapienza di Roma laureandosi nel 2011. Nel 2012 si iscrive alla magistrale di Cinema Televisione e Produzione Multimediale dell’università Roma 3 e nello stesso anno ha frequentato una scuola di recitazione. E’ autore di tre romanzi usciti con ilmiolibro.it

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *