E’ morta Rita Levi Montalcini. Aveva 103 anni

By on
Foto di Rita Levi Montalcini a 103 anni

text-align: justify”>Foto di Rita Levi Montalcini a 103 anniRITA LEVI MONTALCINI E’ MORTA. La neurologa e senatrice a vita aveva 103 anni e si è spenta oggi. Nata a Torino il 22 aprile del 1909 in una famiglia ebrea. La sua passione per la medicina iniziò molto presto e nel 1930 nonostante il padre non fosse d’accordo decide di iscriversi all’ Università di Torino per studiare medicina. Questa scelta fu dovuta al fatto che in quello stesso anno morì di cancro la sua amata governante. Prese la laurea in medicina nel 1936 con una votazione di 110 e lode e successivamente prese la specializzazione in neurologia e psichiatria. Nel 1938 a causa delle leggi razziali di Benito Mussolini fu costretta ad interrompere il suo studio in Italia e ad emigrare in Belgio dove fu ospitata dall’ Università di Bruxelles.

Addio a Rita Levi Montalcini. Nel 1947 fu invitata a prendere la cattedra alla Washington University e intanto continuò la sua ricerca embrionale sulle galline. Rimase in America per ben 30 anni dove realizzò gli esperimenti che la portarono alla sua scoperta del fattore di crescita nervoso. Per questa scoperta Rita Levi Montalcini fu insignita nel 1986 del Premio Nobel per la medicina. Nel corso della sua vita è divenuta famosa anche per diverse campagne di interesse politico e sociale: come quella contro le mine anti-uomo o quella della responsabilità degli scenziati nei confronti della società.

Nel 1992 istituì la Fondazione Rita Levi Montalcini con la quale si prefiggeva l’ obiettivo della formazione dei giovani e al conferimento di borse di studio a giovani studentesse africane. Nel 2009 raggiungendo l’ età di 100 anni è entrata nel Guinnes World Record perché è la prima tra i vincitori del Premio Nobel a diventare centenaria. Al raggiungimento di questo traguardo dichiarò: “Il corpo faccia quello che vuole. Io non sono il corpo: io sono la mente“. Rita Levi Montalcini si è spenta poco fa a pochi mesi dal suo 104esimo compleanno.

About Matteo Pagano

Nato a Casarano (Lecce) nel 1990, è il più giovane tra i Redattori. Frequenta nel Salento la Facoltà di Scienze della Comunicazione, si definisce socievole, ironico e simpatico. Non ha peli sulla lingua, non sopporta l'ipocrisia, ama scrivere ed ascoltare musica. La sua passione è esplosa al Liceo quando gestiva un giornalino di classe. Ha collaborato con giornali online di universitari e il suo rapporto con la tv è di amore-odio.
Articolo aggiornato il

One Comment

  1. Rossella

    dicembre 30, 2012 at 18:28

    Una delle più grandi signore della nostra Repubblica. Una donna destinata a lasciare un segno e giammai un vuoto. Guardare a Rita Levi Montalcino significa avere in mano le chiavi del proprio futuro. Una testimonianza che nell’Italia di oggi è quasi una speranza per tutte le donne e soprattutto per i giovani che non hanno conosciuto le amenità di un regime che per ottenere il controllo della popolazione si inseriva in maniera subdola nella vita dei cittadini. Spesso sottovalutiamo il peso della parola omologazione. Questa donna ha dedicato tutta la sua vita alla ricerca ci ricorda che per realizzarci dobbiamo avere uno scopo e non dobbiamo smettere di osservare la realtà con senso critico e con distacco scientifico. Lei ci è riuscita anche in quegli anni! Una personalità che rimette al centro della storia la parola personalità. Un ministro del governo tecnico, qualche mese fa, si sbilanciò con un’osservazione sui giovani e le reazioni di larga parte dell’opinione pubblica furono di segno negativo come se nella storia non ci fossero stati mai anni bui. Io sono giovane e penso che il ministro non abbia avuto tutti i torti. I giovani di oggi sono ancora determinati come quelli di quegli anni a difendere la propria identità?

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *