Festival di Sanremo 2013: la scheda di Malika Ayane

By on dicembre 15, 2012
foto di malika ayane

text-align: justify”>foto di malika ayaneMalika Ayane è tra i 14 nomi dei big che formano il cast della 63? edizione del Festival della Canzone italiana. Alla sua terza partecipazione al Festival, si rinnova il fortunato sodalizio artistico con Giuliano Sangiorgi leader dei Negramaro. Le due canzoni con le quali cercherà di aggiudicarsi la vittoria (Niente e E se poi) sono state infatti scritte, musica e testo, da lui. E fu proprio Sangiorgi che già nel 2009 scrisse il brano Come foglie che portò la Ayane a vincere la medaglia di bronzo in quella edizione del Festival nella categoria Giovani.

Gli esordi- Nata a Milano il 31 gennaio 1984 da madre italiana e padre marocchino, la Ayane comincia a coltivare la sua passione per il canto già all’età di 11 anni entrando nel coro delle voci bianche del Teatro alla Scala, nel quale rimane fino al 2011. Sono quelli gli anni più formativi per Malika che comincia le sue sperimentazioni da cantante passando dal blues al jazz, dal gospel all’electro-clash. Nel 2007 firma il suo primo contratto con la Sugar Music di Caterina Caselli. Il primo album,uscito il 28 settembre 2008, ha come titolo il suo stesso nome. Singolo d’esordio è stato Sospesa con la collaborazione di Pacifico, seguito da Feeling Better che è anche la colonna sonora di uno spot di un’importante azienda di telefonia. La canzone è particolarmente orecchiabile e la Ayane comincia a farsi conoscere dal grande pubblico. Nel febbraio 2009 (come già ricordato precedentemente) partecipa al Festival di Sanremo nella categoria Giovani con la canzone Come foglie. In quell’occasione la Ayane ottiene un buon successo aggiudicandosi il terzo posto. Il brano diventa disco di platino. La Ayane si dedica, contemporaneamente, anche all’attività di compositrice, scrivendo il brano Dopo di me per Valerio Scanu e Ancora non sai per la soprano Katherine Jenkins realizzato con il produttore statunitense David Foster. Già nel 2005 all’età di 25 anni diventa mamma di Mia, avuta dal suo primo compagno.

2010 anno importante per Malika- Nel 2010 esce una cover del brano La prima cosa bella, portata al successo da Nicola di Bari, che fa da colonna sonora all’omonimo film di Paolo Virzì. Torna a Sanremo questa volta nella categoria Big, con il brano Ricomincio da qui (testo di Ayane e Pacifico,musiche di Ferdinando Arnò). Il brano ottiene il premio per la critica Mia Martini, ma non arriva tra i primi tre e il pubblico dell’Ariston, congiuntamente all’orchestra, esprimo il loro totale disappunto per queste scelte. Il 2010 è anche l’anno del suo secondo album: Grovigli. Tra le collaborazioni importanti quella con Paolo Conte e quella con Cesare Cremonini (suo partner in quel periodo). Riceve una nomination agli MTV Europe Music Awards e viene pubblicata la special tour edition dell’album con l’inedito Il giorno in più, che entra nella colonna sonora dell’omonimo film di Fabio Volo. Nel 2011 riceve due nomination ai TRL Awards nelle categorie Best look e Italians do it better. Ma il 2011 è soprattutto l’anno delle nozze. Nel mese di giugno sposa a Las Vegas Federico Brugia, regista di videoclip e spot pubblicitari, di 17 anni più grande di lei e già papà di due figlie. Il matrimonio viene celebrato con il rito civile nel dicembre 2011 nel Palazzo Reale a Milano.

Il 2012 terzo album- Nel  2012 la Ayane torna in sala d’incisione per il suo terzo album uscito nel settembre dello stesso anno: Ricreazione. Anticipato dal singolo Tre cose nelle radio dal 27 luglio, il secondo singolo estratto dall’album è Il tempo non inganna. Debutta come attrice con un piccolo ruolo nel film Tutti i rumori del mare sotto la direzione di suo marito. Comincia anche una collaborazione con il cantautore De Gregori.

Malika è da sempre simbolo di qualità e innovazione. Trovare il suo nome a Sanremo 2013 ci fa davvero ben sperare. Ci auguriamo che riesca ad entrare nella rosa dei vincitori perché è tra le cantanti giovani più promettenti del panorama musicale italiano. Ha tutte le carte in regola per riuscire a trionfare.

About Salvatore Petrillo

Avellino gli ha dato i natali, sotto il segno del Toro. La sua passione per la conduzione televisiva e tutto quanto fa spettacolo è nata con lui e fin da piccolo partecipa a feste, recite e saggi. All’età di 8 anni comincia lo studio del pianoforte frequentando poi il Conservatorio “D.Cimarosa” di Avellino. Laureatosi prima in Scienze della Comunicazione presso l’Università degli studi di Salerno e poi in Editoria, comunicazione multimediale e giornalismo presso l’Università La Sapienza di Roma con il massimo dei voti, continua ad approfondire e conoscere meglio tutte le varie sfaccettature del mondo televisivo. Collabora con il quotidiano a tiratura regionale Corriere dell’Irpinia scrivendo di attualità, cronaca, spettacolo e con l’agenzia di organizzazione eventi ADVS di Roma. Dopo una parentesi di un anno e mezzo a Londra, dove ha cercato di rubare i trucchi del giornalismo anglosassone, torna in Italia per frequentare un corso di dizione e uso della voce e uno di conduzione televisiva presso l’Accademia 09 di Milano. In futuro sogna di farsi strada nel mondo della conduzione televisiva e dello spettacolo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *