Francesco Facchinetti minacciato: la stalker voleva abusare di lui e poi ucciderlo

By on dicembre 11, 2012
Francesco Facchinetti Minnacciato

text-align: center”>Francesco Facchinetti Minnacciato

Francesco Facchinetti ha avuto finalmente il coraggio di rivelare il segreto che per otto lunghi anni lo ha perseguitato, diventando, di giorno in giorno, sempre più pesante da sopportare: una donna 42enne lo tormentava continuamente con messaggini di apprezzamento, che poi, col tempo, si sono trasformati in fotografie piccanti e lugubri; non capitava raramente, infatti, che la disperata stalker gli inviava foto dove venivano raffigurati cimiteri, bare, e chi più ne ha più ne metta. Francesco ha tenuto duro: non aveva nessuna intenzione di denunciarla; dopo, però, vedendo che la situazione stava a dir poco degenerando – visto che la signora aveva cominciato anche a minacciare la sua famiglia -, ha deciso di farla finita, palesando questa vicenda protratta per anni alle forze dell’ordine, che in men che non si dica hanno rintracciato la donna per arrestarla.

alessia-marcuzzi-foto

Nella trasmissione radiofonica I corrieri della sera di Radio Kiss Kiss, Facchinetti ha voluto raccontare questa storia che ultimamente non gli faceva chiudere occhio la notte, visto che il suo pensiero andava sempre a Mia e a tutte le persone care, che avrebbero potuto essere le vittime predilette di una donna senza senno:

“Questa faccenda è iniziata nel 2004. Lei, la stalker, all’inizio mi era sembrata una fan come tutte le altre, ma quando ha capito che non avrei potuto ricambiare le sue telefonate e i suoi messaggi, è uscita fuori di testa. L’atto estremo è stato quello di voler ammazzare perfino sua madre, dando fuoco alla casa! Ora, per fortuna, è in galera”.

L’ex fidanzato di Alessia Marcuzzi ha voluto fare questa confessione, anche per spiegare a chi ha vissuto una vicenda simile alla sua, che devono ribellarsi a questa gente così ossessionata e infelice:

“Tutti dovete avere il coraggio di denunciare. All’inizio mi inviava qualche lettera ogni settimana, che poi sono diventate quaranta ogni sette giorni! In questi anni, ne ho accumulate quasi quattromila. Lei prima mi scriveva frasi dolci come ‘ti amo’, per poi passare al ‘vorrei tanto ucciderti’!”

Fortunatamente tutto è finito nel migliore dei modi. E comunque ci teniamo a ribadire quello che ha detto Francesco: se siete continuamente perseguiti da una persona pericolosa, denunciatela immediatamente, evitando così episodi spiacevoli, che ogni giorno colorano di nero le pagine dei vari giornali.

About Pascal Ciuffreda

Classe 1992, un ragazzo come tanti, ma con un’ingovernabile voglia di comunicare scrivendo. Studente di filosofia con diverse passioni: divorare libri senza pregiudizi, seguire qualsiasi tipo di programma televisivo (da quelli incentrati sulla cultura a quelli più trash), ascoltare tanta musica, e scrivere articoli sui più svariati argomenti. Puzza sotto al naso, mai; entusiasta sempre di sperimentare e sperimentarsi. Il suo motto? Vivere militare est.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *