Franco di Mare sull’intervista a Berlusconi: ” Se avesse provato a fare un soliloquio sarei andato via”

By on dicembre 29, 2012
foto di silvio berlusconi e franco di mare

text-align: justify”>foto di silvio berlusconi e franco di mareLE REAZIONI DI FRANCO DI MARE, IL GIORNO DOPO L’INTERVISTA A BERLUSCONI. Intervista chiama intervista. Il giorno dopo le interviste di Berlusconi, arrivano pronte le contro interviste degli intervistatori. Dopo Giletti e la D’urso, oggi arrivano le dichiarazioni di Franco Di Mare, che ha intervistato il leader del PDL nella puntata di Uno Mattina di ieri. In un colloquio con il quotidiano la Repubblica, Di mare sottolinea che “ero convito che Berlusconi non volesse ripetere la scena di Domenica in. Se ci avesse provato ero pronto ad andarmene per lasciargli lo spazio. Per sfortuna non è andata così”. Un Di Mare come non lo avevamo mai visto, con le idee chiare, molto risoluto e pronto a far fronte ad un Berlusconi che “è molto difficile contenere-continua Franco- ti inserisci nella pause, io evito di spezzare il ragionamento, non l’ho fatto neppure con Monti. Mi saliva sopra la voce, tende allo sproloquio.” Ribadisce che non ci sono state differenze di trattamenti tra Berlusconi e Monti: “ avevamo venti minuti come con Monti. Abbiamo sforato di tre minuti e un po’ mentre con Monti di due minuti e qualcosa.”

Continuano le richieste dell’Agcom di rispetto delle misure di par-condico soprattutto in clima pre-elettorale. La Rai attraverso il suo dg Luigi Gubitosi fa sapere che “ Berlusconi chiede spazi direttamente alle testate giornalistiche e alle reti Rai, ma ora basta.” Lo stesso Gubitosi ha frenato il vulcano Berlusconi degli ultimi quindici giorni bloccando una puntata di Porta a Porta di prima serata, fortemente voluta da Berlusconi e Vespa.  Ma l’ex premier non si arrende ed oggi è andato a fare visita al TG1. Il dg promette uguali spazi anche agli altri leader politici.

La rete di Berlusconi all’interno della Rai è ancora foltissima. Quattro consiglieri di amministrazione, due vicedirettori generali, manager ed uomini e donne di testate giornalistiche. Lo spazio occupato nella giornata di ieri ad Uno Mattina è di responsabilità di Susanna Petruni, giornalista del Tg1 e vicinissima allo storico portavoce del Cavalieri Paolo Bonaiuti. Secondo il direttore di Rai4, Carlo Freccero: “L’intervista di Berlusconi dalla D’Urso non ha influenzato il voto in quanto ha parlato ai suoi elettori. L’effetto lo ottiene sulle altre reti, sul pubblico che non ha ancora deciso come votare” (fonte la Repubblica). Freccero è sicuro che la tv ha ancora un ascendente maggiore sugli elettori rispetto ai social network: “la presenza massiccia in tv, vale più dei tweet utilizzati dagli altri leader.” Quando il ciclone Berlusconi che dal 16 Dicembre è tornato ad abbattersi sulla televisione italiana avrà fine?

About Salvatore Petrillo

Avellino gli ha dato i natali, sotto il segno del Toro. La sua passione per la conduzione televisiva e tutto quanto fa spettacolo è nata con lui e fin da piccolo partecipa a feste, recite e saggi. All’età di 8 anni comincia lo studio del pianoforte frequentando poi il Conservatorio “D.Cimarosa” di Avellino. Laureatosi prima in Scienze della Comunicazione presso l’Università degli studi di Salerno e poi in Editoria, comunicazione multimediale e giornalismo presso l’Università La Sapienza di Roma con il massimo dei voti, continua ad approfondire e conoscere meglio tutte le varie sfaccettature del mondo televisivo. Collabora con il quotidiano a tiratura regionale Corriere dell’Irpinia scrivendo di attualità, cronaca, spettacolo e con l’agenzia di organizzazione eventi ADVS di Roma. Dopo una parentesi di un anno e mezzo a Londra, dove ha cercato di rubare i trucchi del giornalismo anglosassone, torna in Italia per frequentare un corso di dizione e uso della voce e uno di conduzione televisiva presso l’Accademia 09 di Milano. In futuro sogna di farsi strada nel mondo della conduzione televisiva e dello spettacolo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *