La7, Giovanni Stella lascia la presidenza: sostituito da Saverio Salvemini

By on dicembre 14, 2012

text-align: center”>La7: Stella lascia la presidenza

Periodo di grandi cambiamenti a La7: Giovanni Stella ha annunciato le sue dimissioni la scorsa settimana. Una decisione formalmente accettata dal cda di Telecom Italia Media, riunitosi sotto la presidenza di Severino Salvemini, che “ha espresso il suo vivo ringraziamento al dottor Stella per il proficuo lavoro svolto all’interno del Gruppo” e per aver concluso durante la permanenza “un percorso che ha portato al rilancio qualitativo della rete tv“. Arefice (come amministratore delegato) della campagna acquisti che ha portato a La7 Enrico Mentana, Corrado Formigli e da ultimo Michele Santoro, Stella dovrebbe percepire una buonuscita di circa 1,2 milioni. Al prestigio conquistato dall’emittente si è associato però un peggioramento delle situazione finanziaria (nonostante a fine 2011 la società fosse quasi risanata): il palinsesto troppo oneroso approvato da Stella porterà la società a chiudere l’esercizio con circa 120 milioni di perdite e 260 milioni di passività.

Un male cronico, quello dei conti in rosso, per La7, che rende più complicato il processo di vendita dell’emittente e delle frequenze su cui trasmette: le trattative con Clessidra-Equinox (per le tv e le infrastrutture) e Urbano Cairo (solo per La7), che hanno presentato lo scorso 6 dicembre due offerte vincolanti ritenute insufficienti e migliorabili dal cda, saranno seguite dal direttore finanziario di Telecom Italia Piergiorgio Peluso. Prenderà il posto del dimissionario Stella (il suo contratto sarebbe comunque scaduto a fine anno) il presidente di TiMedia Severino Salvemini, che ricoprirà anche la carica di presidente di La7 srl. Per la gestione operativa il cda ha indicato Marco Ghigliani come amministratore delegato della sola emittente televisiva. Nella stessa riunione è stato dato ha dato mandato ai vertici di elaborare “un piano mirato al miglioramento della situazione economico finanziaria, anche attraverso un programma di contenimento dei costi“.

Giovanni Stella, detto “er canaro” per i suoi modi ruspanti, secondo quanto anticipato dal Messaggero avrebbe diritto a percepire due annualità per un totale complessivo di 1,2 milioni di euro, cui dovrebbe aggiungersi una percentuale sulla vendita del gruppo che dovrebbe attestarsi a poco meno di un’annualità. Le dimissioni di Stella erano state annunciate dal presidente di TI Media Severino Salvemini dopo ricostruzioni stampa che avevano raccontato di una separazione piuttosto burrascosa: “Il dottor Giovanni Stella, in totale accordo con l’azionista Telecom Italia, lascerà la carica di presidente di La7 srl alla fine dell’anno, a naturale chiusura di un percorso che lo ha visto protagonista del rilancio qualitativo della rete televisiva”, aveva specificato Salvemini in una nota ufficiale. Lo stesso Stella si era assunto importanti responsabilità a fronte dei bilanci in perdita riferimento al primo semestre del 2012: “Mi prendo tutte le responsabilità. Sono rammaricato e dispiaciuto per i risultati del semestre che derivano da un mio atteggiamento aggressivo: non ci azzecco sempre“.

About ClaudiaGagliardi

Nata a Pompei nel 1987, si è laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi sul pluralismo e l'indipendenza dell'informazione e sta per specializzarsi in Comunicazione istituzionale. Oggi si occupa delle pagine di attualità del portale Excite.it. Appassionata di giornalismo e di politica, segue con attenzione il mondo della televisione, spesso con occhio critico, soprattutto sul versante della qualità dell'informazione. Divoratrice di programmi di approfondimento e di satira, ma anche di serie tv ("Friends" e "Lost" su tutte) e di cinema, insegue il sogno di diventare giornalista professionista.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *