Le grandi fiction in arrivo su Rai Uno nel 2013

By on
La fiction Fuoriclasse

text-align: center”>La fiction Fuoriclasse

Le grandi novità riguardanti le fiction Rai in arrivo nella prossima stagione televisiva del 2013, sono state presentate dal nuovo direttore di Rai Fiction Eleonora Andreatta al consiglio di amministrazione della televisione di Stato. Si tratta un progetto diverso dal solito, nel quale si presta grande attenzione ai budget eliminando le riprese in territori esteri, sia per contenere i costi di produzione, sia per valorizzare l’Italia e la nostra industria audiovisiva. Questo piano di produzione 2013, prevede un aumento delle prime serate Rai dedicate alle fiction, che saranno ben 120 su Rai Uno, circa il 20% in più rispetto al 2012, anno ricco di eventi dedicati allo sport, come gli Europei di calcio in Polonia e Ucraina e le Olimpiadi di Londra.

La rivoluzione principale introdotta dalla Andreatta, si incentra inoltre sui contenuti. Stop alla presenza di attori di bella presenza e addio alle storie di eroine in costume d’epoca, entrambi enormemente ridimensionati pur avendo sempre ottenuto grandi ascolti. Tutto ciò per dare spazio all’attualità e a temi incentrati sulla donna italiana nella quotidianità, sui giovani che si raccontano in prima persona senza l’intermediazione di un adulto, e sulla società civile. Sicuramente si tratta di temi più contemporanei e all’ordine del giorno.

caccia-al-re-la-narcotici

Sembrerebbe, quindi, che attori come Rodrigo Guirao Diaz, l’attore argentino protagonista della recente fiction Terra Ribelle 2, e Vittoria Puccini con lo stesso Diaz, protagonisti della miniserie storica Violetta, sarà difficile rivederli, o perlomeno in queste vesti. Nelle nuove fiction troveremo attori scelti in base alle capacità di calarsi in personaggi autentici, senza mettere in primo piano il loro sex appeal.

In programma troviamo la miniserie in due puntata Qualunque cosa succeda, diretta dal regista Alberto Negrin con la sceneggiatura di Andrea Porporati. La fiction sarà incentrata sulla figura di Giorgio Ambrosoli, Commissario liquidatore della Banca privata italiana di Michele Sindona, assassinato per la sua lealtà nei confronti dello Stato e della Costituzione l’11 luglio 1979. Tra i progetti più attesi troviamo la trasposizione italiana della serie catalana Pulseras Rojas, tradotta alla lettera in Braccialetti Rossi. La fiction sarà in sei puntate e racconterà, attraverso gli occhi di alcuni bambini e ragazzi tra gli 8 e i 17 anni, ricoverati in un ospedale pediatrico, i problemi e le angosce legate alla malattia e al loro futuro. La regia sarà di Giacomo Campiotti, la sceneggiatura di Sandro Petraglia e sarà prodotta dalla Palomar di Carlo Degli Esposti. Un’altra novità presentata è la serie Un’altra vita, firmato da Ivan Cotroneo, Stefano Bises e Monica Rametta, ideatori dei successi di Tutti Pazzi per Amore e Una Grande Famiglia. La serie in più puntate racconterà la storia di una donna medico costretta a separarsi dal marito, un luminare della medicina arrestato per corruzione, e ricomincerà una nuova vita con le tre figlie accettando un posto da medico di base sull’isola di Ponza.

Per quanto riguarda le riconferme, trovano spazio la seconda stagione di Fuoriclasse, la serie incentrata sulla scuola con protagonisti Luciana Littizzetto e Neri Marcorè, e la seconda serie di Caccia al Re – La Narcotici con protagonista Gedeon Burkhard, nella quale si affronterà il dramma della tossicodipendenza, tema molto presente nella società civile odierna.

Non ci resta che aspettare i primi mesi del 2013 per assistere alla messa in onda sulla rete ammiraglia Rai di queste nuove fiction e miniserie. Oltre a quelle sopracitate ci sarà anche il ritorno di Un medico in famiglia 8 con Giulio Scarpati, Rossella 2 con Gabriella Pession e Rosso San Valentino con Alexandra Dinu, Luca Bastianello ed Elisabetta Pellini, quest’ultima sarà la risposta Rai a Le tre rose di Eva prodotta per Mediaset.

About Paolo Mastromarino

Paolo Mastromarino (Classe 89) nato a Castellana Grotte (Bari), laureato in Scienze della comunicazione culturale e forme dello spettacolo presso l'università Lumsa di Roma, ad ora iscritto al corso di laurea magistrale in Produzione di testi e format per l'audiovisivo. Mi piace scrivere e da sempre sono appassionato di televisione, programmi televisivi e fiction, insomma mondo dello spettacolo in generale. Trovo molto interessante studiare il mondo televisivo straniero, soprattutto britannico e americano
Articolo aggiornato il

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *