Raffaella Fico a Mario Balotelli: “Se ami nostro figlio dimostramelo. Sposami!”

By on dicembre 4, 2012

text-align: center”>raffaella fico

Raffaella Fico conta i giorni che la separano dalla nascita del suo primo bebè ma l’attesa sembra non finire mai soprattutto a causa del silenzio e del disinteresse da parte del papà del pargolo che sta per nascere: Mario Balotelli. Una storia infinita la loro, alti e bassi, momenti felici che si sono alternati a delusioni e tradimenti. La futura mamma da mesi attende la proposta di matrimonio da parte del calciatore, proposta che finora non è arrivata e che difficilmente arriverà. L’attaccante del Manchester City infatti sembra non avere alcuna intenzione di passare le sue giornate tra pappe e pannolini o di trascorrere notti insonni a causa degli strilli di un neonato. Di recente ha ben pensato di incidere sulla sua pelle l’ennesimo tatuaggio, una sorta di lunga imprecazione in inglese la cui traduzione in italiano corrisponde a Io sono la punizione di Dio. Se non aveste commesso grandi peccati, Dio non avrebbe mandato uno come me a punirvi”, citazione del condottiero e sovrano mongolo Gengis Khan, responsabile della morte e della soggiogazione di migliaia di persone.

bomber-mario-balotelli

Di istinto paterno nel bomber della Nazionale Italiana, perciò, neanche l’ombra. Ma la showgirl napoletana non si arrende e sembra non avere alcuna voglia di essere una mamma single. E se Belen Rodriguez, sua collega, sta vivendo un periodo magico aspettando l’arrivo di Santiago accanto al suo compagno Stefano De Martino, la modella partenopea non può ritenersi altrettanto fortunata. Per lei l’espressione “sedotta e abbandonata” calza a pennello. Ma Raffaella non demorde e ha deciso di lanciare un messaggio a Super Mario durante l’intervista che ha rilasciato al settimanale Diva&Donna: “Se ami nostro figlio dimostramelo. Sposami!”. E’ questo l’appello che l’attrice partenopea ha lanciato al vicecampione d’Europa per il bene del bimbo che presto verrà al mondo. La ragazza ha aggiunto poi che essere un buon padre non significa solo dare il proprio DNA. Come darle torto? Chissà se quando il pargolo sarà nato il calciatore metterà finalmente la testa a posto e si prenderà le sue responsabilità di padre.

About Emanuele Fiocca

Nato a Soveria Mannelli (Catanzaro) il 7 Luglio 1987, è un calabrese doc. Attratto dalla televisione fin da bambino, ha maturato negli anni esperienze in diversi programmi della RAI come UnoMattina in Famiglia, Mezzogiorno in Famiglia, Alle Falde del Kilimangiaro, L'Arena e Domenica In. Caporedattore de LaNostraTv dall'11 Agosto 2014 e Responsabile Editoriale di "Lavorare Nello Spettacolo", le sue più grandi passioni sono la natura, il giornalismo e ovviamente la Tv!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *