Report: anticipazioni della puntata di stasera domenica 9 dicembre. “Le pillole del sapere”

By on dicembre 9, 2012
report-gabanelli

text-align: center”>Milena Gabanelli conduce Report, anticipazioni

Report domenica 9 dicembre torna a parlare delle “Pillole del sapere“: storia dell’ennesimo spreco all’italiana, già denunciato dal programma di Milena Gabanelli due settimane fa. Questi video di 3 minuti, comprati da una commissione mista Miur-Ansas a 39 mila euro l’uno, suonano come una beffa per la scuola pubblica italiana che fatica perfino a garantire servizi minimi come la carta igienica. Perchè spendere centinaia di migliaia di euro quando contemporaneamente si operano tagli trasversali sugli insegnanti e il personale scolastico? L’inchiesta La banca degli amicidi Sigfrido Ranucci aveva fatto scattare anche una perquisizione al Miur, nell’ambito di un’inchiesta che aveva visto anche il ministro dell’Istruzione Profumo convocato in Procura per essere ascoltato sulle cosiddette “pillole del sapere“.

Report stasera torna sul caso. E’ bene ricordare che il Ministero avrebbe potuto avere gratis questo materiale, anzichè pagarlo a peso d’oro. Un professore esperto d’informatica le aveva realizzate con un gruppo di studenti di una scuola di Pomigliano d’Arco, le aveva chiamate “pillole della conoscenza” offrendole gratuitamente al Miur. Dal ministero però avevano rifiutato di corrispondere un piccolo contributo simbolico per poter veicolare il progetto, adducendo come motivazione la mancanza di fondi. Nello stesso frangente, il tavolo degli esperti nominati dall’ex ministro Gelmini, guidati da Giovanni Biondi, stavano acquistando per circa 500 mila euro i video prodotti da Interattiva Media della Sbressa. Nella rubrica “Come è andata a finire?”, la puntata di Report di stasera aggiungerà nuovi importanti tasselli a questa vicenda.

I giornalisti di Report hanno continuato ad indagare, scoprendo che una delle principali aziende della Sbressa, Interattiva, per anni non ha versato i contributi ai suoi dipendenti, finchè è fallita nel novembre del 2011 e oggi vanta un debito nei confronti di Equitalia di circa un milione di euro. Ha un contenzioso aperto anche con la Rai: il servizio pubblico radiotelevisivo vanta nei suoi confronti ben 415 mila euro per un progetto mai decollato, che prevedeva la realizzazione di un documentario e video destinati alla Farnesina. Nonostante questo, spiega la redazione di Report, la signora Sbressa, grazie al fatto di aver creato aziende con nome simile, tipo Interattiva Media, ha continuato a ottenere soldi pubblici, riuscendo ad inserirsi sul mercato elettronico della Consip, la società dipendente dal Ministero delle Finanze che vigila sugli acquisti della Pubblica Amministrazione. Nessun controllo è stato mai effettuato sui conti della Sbressa, che intanto, attraverso la creazione di Interattiva Media, è riuscita a vendere al Miur le “Pillole del sapere” a 40 mila euro. Report indagherà su come sono state rilasciate le autorizzazioni al consorzio formato da Sbressa da parte di Agcom e Mise.

L’appuntamento con la settima puntata di Report è per domenica 9 dicembre alle 21.30 su Rai3, subito dopo Che tempo che fa.

About ClaudiaGagliardi

Nata a Pompei nel 1987, si è laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi sul pluralismo e l'indipendenza dell'informazione e sta per specializzarsi in Comunicazione istituzionale. Oggi si occupa delle pagine di attualità del portale Excite.it. Appassionata di giornalismo e di politica, segue con attenzione il mondo della televisione, spesso con occhio critico, soprattutto sul versante della qualità dell'informazione. Divoratrice di programmi di approfondimento e di satira, ma anche di serie tv ("Friends" e "Lost" su tutte) e di cinema, insegue il sogno di diventare giornalista professionista.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *