Ballarò, la copertina del 29 gennaio: Maurizio Crozza imita Antonio Ingroia (VIDEO)

By on gennaio 29, 2013
Maurizio Crozza imita Antonio Ingroia a Ballarò

text-align: justify”>Maurizio Crozza imita Antonio Ingroia a Ballarò

BALLARO’ e la campagna elettorale entrata ormai nel vivo. A poco meno di un mese dalle elezioni del 24 e 25 febbraio Ballarò, nella puntata di stasera 29 gennaio, ha realizzato una puntata dedicata alle elezioni e alla campagna elettorale delle coalizioni che si contenderanno la guida del Governo del Paese. E come ogni martedì, l’evento più spassoso, più delle mille argomentazioni politiche, è stata la copertina satirica di Maurizio Crozza in apertura di puntata, che è stata dedicata proprio a questa campagna elettorale con il comico genovese che ha potuto rivolgersi direttamente ai politici in studio. Dopo aver dichiarato platealmente di essere stanco della campagna elettorale: “Non ce la faccio più di questa campagna elettorale, il loro compito non è convincerci ma sfinirci anzi qualcuno è addirittura tornato per finirci” Crozza si è rivolto direttamente a Pierferdinando Casini ospite di Giovanni Floris: “Il Parlamento è nato per dare senso a Casini. Non è un uomo, ma una legge della fisica: Tutto si crea, nulla si distrugge,ma tutto si ricandita!”

MAURIZIO CROZZA NELLA SUA COPERTINA SATIRICA  è tornato poi a parlare di Mario Monti dopo il battibecco suscitato dalle sue esternazioni comiche dichiarando che “Monti è così tanto in tv che quando la spegni ti rimane l’alone…”. Non solo Monti, non solo Casini, infatti Maurizio Crozza ha avuto parole “gentili” anche per il Pd e rivolgendosi ad Anna Finocchiaro ospite in studio ha esclamato: “Senta Finocchiaro manca solo un mese per perdere le elezioni, dopo il Monte dei Paschi avete qualche altra puttanata da giocarvi?” e riguardo le parole di Berlusconi su Mussolini: “E’ arrivato in un museo in occasione del giorno della memoria e dopo aver detto che Mussolini ha fatto anche cose buone si è addormentato, ma non poteva addormentarsi prima?” aggiungendo: “Berlusconi non è fascista e se cita Mussolini non è fascismo, è invidia”.

L’intervento più esilarante di Maurizio Crozza nella sua copertina satirica è stato però senza dubbio la sua imitaziona di Antonio Ingroia, intervistato tra l’altro a Ballarò da Giovanni Floris, e indossando barba e capelli dell’ex magistrato,  “ingroiandosi” per dirla alla Crozza, ha realizzato una parodia davvero azzeccata del Leader di Rivoluzione Civile. “Sono tutti sfiniti d questa campagna elettorale,  l’unica eccezione è Ingroia perché lui è nato sfinito”. E potete scoprite il perché nel video seguente in cui è presente l’intero intervento di Maurizio Crozza nella sua copertina satirica a Ballarò.

http://www.youtube.com/watch?v=0CVsM__6xa0

 

About Alessia Onorati

E' laureata in Lettere indirizzo Discipline dello Spettacolo con una tesi sul metalinguaggio nel cinema documentario. Sin dalla tenera età amante della scrittura, è approdata al mondo del giornalismo con uno stage post universitario in un giornale locale della sua zona di residenza per poi iniziare varie collaborazioni da free lance con mensili di spettacolo e siti web. Appassionata di letteratura, viaggi, teatro e cinema, non può fare a meno della tv e soprattutto adora i programmi gialli e horror, nonché di mistero e approfondimento culturale "di qualità".

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *