Berlusconi su Twitter, polemiche per il cinguettio rimosso: “Raitre fa cagare, Gabanelli come Bindi”

By on gennaio 7, 2013
Berlusconi contro Rai Tre

text-align: justify”>Berlusconi contro Rai TreBerlusconi all’attacco su Twitter, ma stavolta sulle parole del candidato premier del centro-destra resta un alone di mistero. Il tweet apparso ieri sera sul popolare social network, contenente una serie di frecciate al vetriolo contro Rai Tre e Milena Gabanelli, è stato rimosso poco tempo dopo la pubblicazione, forse per intercessione dello stesso leader del Pdl. Grazie al tempestivo intervento di alcuni followers, comunque, del contestato “cinguettio” rimane un documento diretto: l’istantanea (screen shot) con gli attacchi di B. ad alcuni dei suoi “nemici pubblici”, infatti, sta ancora facendo il giro del web e contribuirà sicuramente ad alimentare una nuova infornata di polemiche a mezzo stampa.

Berlusconi è approdato su Twitter in grande stile per allargare il raggio d’azione in vista del rush finale delle elezioni, con l’ausilio di una agguerrita schiera di collaboratori attenti agli umori della base elettorale di riferimento dell’area “moderata” ed un numero di “seguaci” (oggetto di qualche contestazione, proprio per la rapidità dell’espansione) che continua a lievitare giorno dopo giorno. Nel tweet incriminato, ormai “privo di paternità” in seguito alla marcia indietro dello staff berlusconiano, campeggiavano in bella mostra termini coloriti dedicati alla terza rete ed alla conduttrice di Report: Rai Tre fa cagare, la Gabbanelli (sic) sembra Rosy Bindi. Le porcate della sinistra mai, eh? Servi delle banche #tipisinistri #schifo.

Berlusconi e i suoi “volontari digitali”, in realtà, anziché Report, intendevano criticare Presa Diretta di Riccardo Iacona, in onda ieri con una tagliente inchiesta sulla questione morale nella politica italiana (espliciti i riferimenti a Pdl e Lega Nord nei servizi del programma). A mettere acqua sul fuoco, subito dopo il misterioso “incidente”, secondo quanto riferito da alcuni followers e riportato oggi dal sito del Fatto Quotidiano, ci hanno pensato i gestori dell’account Twitter del massimo esponente pidiellino, con una secca smentita dei contenuti contestati ed un contrattacco verso “coloro che intendono screditare Silvio Berlusconi, non gradendo che ci sia un profilo legato alla sua campagna elettorale.

La tesi del fotomontaggio, per quanto sostenuta dall’entourage di B. con forza in queste ore a fronte di centinaia di commenti ironici e/o polemici rimbalzati in rete e sui social network, sembra non fare breccia più di tanto tra gli internauti, molti dei quali l’hanno bollata come “una toppa peggiore del buco”, essendo forse più plausibile che il cinguettio in questione fosse farina del sacco di qualche sostenitore particolarmente accanito. Il Cavaliere, intanto, prosegue a tappe forzate nella marcia di avvicinamento all’election day, collezionando presenze sulle principali televisioni e radio del panorama nazionale, in attesa dello storico sbarco dall’odiato Michele Santoro (di fronte all’altro suo “grande detrattore” Marco Travaglio) nell’arena di Servizio Pubblico.

About Marco Franco

Il giornalismo come "cane da guardia" della democrazia, scrivere per diffondere idee e creare coscienza: queste sono le stelle polari che lo guidano. Studi classici, laurea in Giurisprudenza in arrivo, Marco non ha mai smesso di coltivare i suoi interessi, primo tra tutti la lettura. Libri, riviste e tanti quotidiani sempre al suo fianco, in una continua ricerca delle "verità scomode". Idealista, spesso "controcorrente" e attivo nel volontariato, ama la politica e l'informazione di antica scuola. Riccardo Iacona e Milena Gabanelli i punti di riferimento, per coraggio e professionalità dimostrati sul campo. Esperienza come web writer su diverse piattaforme e come redattore in bollettini d'informazione politica locale. Natura, sport e la musica rock le altre passioni, anzi il carburante per andare avanti!

One Comment

  1. annunci immobiliari

    gennaio 14, 2013 at 18:00

    difendiamo Milena Gabanelli, una giornalista che da fastidio ai poteri forti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *