Carlo Conti: “2012 da incorniciare, adesso lavoro a due show per gennaio 2013…”

By on gennaio 2, 2013
carlo conti capodanno

text-align: justify”>carlo conti capodanno

CARLO CONTI INTERVISTA SUL 2013 – Dopo averci traghettato in questo nuovo anno, Carlo Conti gioisce per aver fatto incetta di ascolti contro la solita paccottiglia registrata del competitor Mediaset “Capodanno Cinque”. Il conduttore però non si è detto contento solo di quest’ultima giornata di festa prima del Capodanno ma proprio di com’è andato, lavorativamente parlando, tutto l’anno trascorso.

Ai microfoni dell’ANSA ha dichiarato:

E’ da un po’ di tempo che dico “questo è un anno da incorniciare”. Vale più che mai per lo scorso 2012: dal punto di vista professionale e personale meglio di così non si poteva fare. Lo spettacolo (L’Anno che Verrà, ndr.)  è stato particolarmente bello dal punto di vista artistico con tanti sapori che si sono alternati sul palco: l’energia di Zucchero, la delicatezza di Raf, l’entusiasmo di Gigi D’Alessio, il bel contrasto delle interpretazioni di Marco Masini e ancora una volta l’accoglienza meravigliosa della città di Courmayeur…

Parlando dei prossimi progetti lavorativi, Carlo Conti poi aggiunge:

Nel 2013 partiamo in quarta: ci sarà subito uno special di “Tale e Quale Show” in onda il prossimo sabato 12 gennaio, sarà incentrato su cinque coppie impegnate in appassionanti duetti. E poi ovviamente dal 19 gennaio tornano “I migliori anni”. E’ grosso l’impegno quello del sabato sera, a maggior ragione in questo caso visto che sarò contro “Italia’s got talent” di Canale 5. “Italia’s got talent” poi è uno dei miei programmi preferiti: dovrò registrarmelo. So che sarò una fortissima concorrenza al mio programma ma non vivo mai il confronto come sfida personale: sono due proposte diverse, il pubblico avrà la possibilità di scegliere…

Parlando invece della sua citata partecipazione in veste di conduttore del Festival di Sanremo edizione 2014:

Il 2014 è ancora lontano: lavoriamo per il 2013 prima…

About Gigi

Gigi, classe 1989, pugliese doc. Figlio della generazione 2.0 e appassionato di Social Media, coltiva moltissimi hobby: il video editing, la recitazione, bloggare online, cimentarsi nella fotografia e nel web-design.

One Comment

  1. Rossella

    gennaio 3, 2013 at 15:11

    Secondo me Conti vince a mani basse! Negli ultimi tempi l’ho rivalutato perché ho capito che la televisione non è un’opera d’arte! I Migliori Anni è veramente un prodotto eccellente e lui merita di vincere perché è un conduttore che conosce il pubblico e quando sceglie un programma lo fa solo se quel programma non incide sulla vita dello spettatore. Una volta ho letto un pezzo in cui parlava della sua infanzia e quella diligenza continua a ispirarlo in un lavoro che se non è fatto con scrupolo diventa molto pericoloso. Tra tutti i conduttori è quello che meglio incarna il mio ideale d’intrattenimento e a me che sono giovane fa capire che ho tutta la vita davanti e non devo bruciare le tappe anche se la crisi economica spinge i giovani ad avere uno spirito d’adattamento che in talune circostanze porta alla negazione dei propri valori e quindi alla perdita di autostima. Una delle sue più grandi qualità è l’umiltà, quella stessa qualità che oggi ti rende un ipocrita. Ha lavorato in maniera tanto coerente che ormai gli si legge in volto quando non crede in qualcosa. Sicuramente non è perfetto come tutti noi ma per me è un punto di riferimento e semmai dovesse capitarmi di scendere in politica piuttosto che in qualunque altro ambito della vita pubblica lo farei rifacendomi al suo stile, lo stile di una persona semplice che conosce i limiti delle passioni e non vuole essere un modello di vita a cui ispirarsi perché non si prende tanto sul serio al punto da pensare che i suoi traguardi sono i nostri! La sua televisione merita di vincere!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *