Che fine ha fatto l’approfondimento giornalistico di Rai2? Ancora nessun volto al giovedì sera al posto di Santoro

By on gennaio 18, 2013
foto del logo di raidue

text-align: justify”>foto del logo di raidueGLI APPROFONDIMENTI POLITICI SULLE VARIE RETI DELLA TV GENERALISTA. Le elezioni politiche si avvicinano e i programmi di approfondimento nascono come funghi in piena stagione. Raiuno, la rete ammiraglia Rai, ha come programma di approfondimento il longevo Porta a Porta in seconda serata, che ospita molto spesso, soprattutto nelle ultime settimane leader delle differenti coalizioni, pronti a disquisire sui rispetti programmi politici. Già dalla mattina, però, si comincia a parlare di politica ad Uno Mattina, che nella puntata odierna ospitava Roberto Maroni, leader della Lega Nord. Rai3 ha più programmi di approfondimento che blocchi pubblicitari: Agorà per dare il buon giorno agli italiani, con il neo direttore Andrea Vianello, Ballarò in prima serata il martedì sera con Giovanni Floris, stasera debutta la Annunziata con Leader. Senza dimenticare l’approfondimento quotidiano di seconda serata con la Linea Notte del Tg3 che nella puntata di ieri sera ha visto le due antagoniste Laura Puppato del PD e Nunzia De Girolamo del PDL punzecchiarsi senza mezzi termini. Rete4 da agosto è partita con Quinta Colonna di Paolo del Debbio.

Anche la rete ammiraglia Mediaset , Canale5, ha proprio in occasione della tornata elettorale, rispolverato un suo marchio storico: Italia Domanda per ospitare i leader dei vari schieramenti. Mercoledì è stata la volta di Bersani, mentre stasera è atteso Berlusconi. La7 vanta nel suo palinsesto: Piazza Pulita al lunedì con Corrado Formigli, Michele Santoro al giovedì con Servizio Pubblico, venerdì prossimo previsto il debutto di Zeta, la nuova creatura di Gad Lerner oltre ai vari Otto e mezzo con Lilli Gruber, In onda e Omnibus di mattina e di notte. Senza dimenticare Sky e le varie tv satellitari e digitali che pullulano di approfondimenti e inchieste.

L’unica rete rimasta al palo è Rai2. Da quando Santoro ha lasciato l’azienda pubblica, alla quale regalava ascolti record (adesso quei 5 milioni Rai2 non li totalizza neppure con incontri importanti di calcio), la serata del giovedì  è rimasta vacante. Da un anno e mezzo i vari vertici Rai parlano di programmi di approfondimento da inserire in quella collocazione oraria, ma finora alle parole non sono corrisposti fatti. Il giovedì sera è stato, fino a questo momento, utilizzato per i vari programmi di intrattenimento, dall’Isola dei famosi, a Pechino Express, fino ad arrivare al quiz Un minuto per vincere e dell’approfondimento neppure l’ombra.

Negli anni dell’editto bulgaro, quando Santoro fu allontanato da mamma Rai per volere di Berlusconi, a Rai2 avevano provato a rimpiazzarlo con varie trasmissioni condotte da svariati giornalisti. Tanto per citarne qualcuno: Daniela Vergara, Giovanni Masotti, Antonio Sorci, Anna La Rosa, ma nessuno di questi esperimenti è riuscito mai ad arrivare neppure alla metà dei risultati che faceva Santoro. Partendo dal dato, ormai scontato, di aver fatto un grosso sbaglio a lasciarsi scappare una “gallina dalle uova d’oro” quale è Michele Santoro, che nelle serate del giovedì dava del filo da torcere addirittura alle reti ammiraglie, non era questo il periodo giusto per far ritornare l’approfondimento in prima serata su Rai2? A volte davvero alcune logiche televisive restano inspiegabili. Ci auguriamo che il nuovo direttore Angelo Teodoli, tra le varie priorità e la necessità di restituire un’identità ad una rete priva di una logica, decida di tornare a fare informazione su Rai2.

About Salvatore Petrillo

Avellino gli ha dato i natali, sotto il segno del Toro. La sua passione per la conduzione televisiva e tutto quanto fa spettacolo è nata con lui e fin da piccolo partecipa a feste, recite e saggi. All’età di 8 anni comincia lo studio del pianoforte frequentando poi il Conservatorio “D.Cimarosa” di Avellino. Laureatosi prima in Scienze della Comunicazione presso l’Università degli studi di Salerno e poi in Editoria, comunicazione multimediale e giornalismo presso l’Università La Sapienza di Roma con il massimo dei voti, continua ad approfondire e conoscere meglio tutte le varie sfaccettature del mondo televisivo. Collabora con il quotidiano a tiratura regionale Corriere dell’Irpinia scrivendo di attualità, cronaca, spettacolo e con l’agenzia di organizzazione eventi ADVS di Roma. Dopo una parentesi di un anno e mezzo a Londra, dove ha cercato di rubare i trucchi del giornalismo anglosassone, torna in Italia per frequentare un corso di dizione e uso della voce e uno di conduzione televisiva presso l’Accademia 09 di Milano. In futuro sogna di farsi strada nel mondo della conduzione televisiva e dello spettacolo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *