Come un delfino 2 : la seconda stagione della fiction ideata ed interpretata da Raoul Bova

By on
Raoul Bova in Come un Delfino 2

text-align: center”>Raoul Bova in Come un Delfino 2

La fiction Come un delfino, ideata e prodotta dalla Sanmarcofilm di Raoul Bova e sua moglie Chiara Giordano, racconta la storia del protagonista Alessandro Dominici, ispirandosi alla storia vera di Domenico Fioravanti, ex nuotatore che nel 2004 fu costretto a ritirarsi a causa di un’ipertrofia cardiaca. Dopo il grande successo della prima serie in due puntate, si è deciso di dare vita ad una seconda stagione, di 4 puntate, che andrà in onda nei primi mesi del 2013 sull’ammiraglia Mediaset. Nel cast ufficiale, oltre Raoul Bova (in onda 7 e 8 gennaio con la miniserie Ultimo – L’occhio del falco), Ricky Memphis, Maurizio Mattioli e Paolo Conticini, troviamo varie new entry come Tony Sperandeo, Lorenzo De Angelis, Federico Costantini e Giulia Bevilacqua, nel ruolo dell’agguerrita giornalista Anna, che sarà la nuova protagonista femminile con la quale Alessandro Dominici (Bova) vivrà una storia d’amore.

Bova, nei panni dell’ex campione di nuoto, dopo aver interrotto la carriera per problemi di salute, si mette a disposizione dei Ragazzi del Sole, giovani sbandati e in difficoltà sia economiche che familiari. Nella seconda serie Alessandro Dominici dovrà affrontare queste difficoltà, vivendole al fianco dei ragazzi, non mancheranno colpi di scena e saranno gettate su di lui accuse infamanti. Il gruppo dei ragazzi da lui allenati è costretto a lasciare la Sicilia trasferendosi a Roma, a causa della mafia. Integrarsi nel nuovo ambiente per loro non sarà facile.

come-un-delfino

Lo stesso Raoul Bova, ideatore e attore protagonista, racconta: “L’ispirazione mi è venuta all’esperienza che da un paio d’anni a questa parte, porto avanti con la casa famiglia della Fondazione Capitano Ultimo“. Infatti alcune scene sono state girate proprio nella sede della vera casa – famiglia, al Parco della Mistica, alle porte della capitale, e a proposito di questo dichiara: “Mi piace mischiare la realtà con la finzione, perché quando ci si impegna anche nel sociale non bisogna lasciare le cose a metà. Ovvero è stato importante per noi dopo aver costruito questo luogo, continuare quello stesso discorso con i ragazzi, e non abbandonarli”.

Nei nuovi episodi, con la regia di Franco Bertini che ha preso il posto di Stefano Reali, si tornerà a parlare d’integrazione, argomenti maggiormente trattato nella prima serie, ma anche di tematiche sempre attuali nel mondo dello sport, come il doping e le vittorie sleali.

About Paolo Mastromarino

Paolo Mastromarino (Classe 89) nato a Castellana Grotte (Bari), laureato in Scienze della comunicazione culturale e forme dello spettacolo presso l'università Lumsa di Roma, ad ora iscritto al corso di laurea magistrale in Produzione di testi e format per l'audiovisivo. Mi piace scrivere e da sempre sono appassionato di televisione, programmi televisivi e fiction, insomma mondo dello spettacolo in generale. Trovo molto interessante studiare il mondo televisivo straniero, soprattutto britannico e americano
Articolo aggiornato il

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *