Festival di Sanremo 2013: Anna Oxa contro i talent, per i Ricchi e Poveri Amici e X factor sono promozionali

By on gennaio 19, 2013
foto doppia anna oxa e ricchi e poveri

text-align: center;”>foto doppia anna oxa e ricchi e poveri

ANNA OXA e i RICCHI E POVERI: artisti che da sempre il Festival di Sanremo l’hanno fatto, rifatto e pure vinto. Oggi, invece, sono lontani quei tempi in cui Ti lascerò e Sarà perchè ti amo diventavano i tormentoni del momento, facendo cantare e gioire milioni di italiani. La prima a farne le spese è proprio la pugliese Anna Oxa, che dal lontano 1978 di Sanremo ne ha fatti ben quattordici, vincendo due volte nel 1989 e nel 1999. Bistrattata da Fabio Fazio e Mauro Pagani, la cantante di origini albanesi è stata esclusa dalla manifestazione canora. Il suo brano, evidentemente, non ha convinto la direzione artistica della manifestazione. E i suoi fan non l’hanno certo presa bene, tant’è che qualche giorno fa hanno manifestato per protestare contro questa ingiustizia. Era presente anche la stessa Oxa, che è stata oggi intervistata da La vita in diretta e che ha detto la sua proprio in merito alle scelte fatte da Fazio & Co.

ANNA OXA ha puntato il dito contro una certa televisione, quella dei reality, dei Grandi Fratelli e dei talent show quali Amici e X factor che controllano ed entrano nelle parti più particolari, private, conflittuali, nell’interno del tuo essere” gestendo tutta la situazione. La cantante ha sottolineato quanto ormai sia diffusa l’idea che per diventare un artista devi necessariamente essere in televisione, passare per quei programmi dove c’è qualcuno che ti dice cosa devi fare e come devi muoverti. E non è tutto!

ANNA OXA ha accusato il sistema discografico, quello che non investe su nessun artista, nè sul talento, nè sulla creatività. Oggi, ha chiosato, si spende di meno. Si prende una persona qualunque che ha una durata di qualche mese, poi si passa ad un altro. Questa è la creatività italiana difesa da tutti in modo passivo e subdolo. Bisogna stare molto attenti. Questo è un segnale importantissimo perché vuol dire che non decidete nulla.

Diversa invece la posizione dei RICCHI E POVERI, che hanno partecipato al Festival di Sanremo dodici volte, vincendo solo nel 1985 con il brano Se m’innamoro. Sono passati ben ventun anni dalla loro ultima comparsa sul palco dell’Ariston, e quest’anno sembrava essere la grande occasione per tornare in qualità di super-ospiti. Inizialmente, infatti, era stata diffusa la voce che fossero in questa lista assieme ad Albano Carrisi e a Toto Cutugno, ma proprio tre giorni fa la notizia è stata smentita da Fabio Fazio su Twitter. Il gruppo, però, ha confermato attraverso alcune interviste la loro presenza. Franco ha detto che i talent hanno portato una ventata di gioventù ma forse una minore attrazione da parte del pubblico”. Ma Sanremo, ha aggiunto, è seguito da un pubblico adulto che vuole in gara i cantanti a cui è affezionato. Gli fa eco Angelo, che dal canto suo spiega quanto i talent come Amici o X factor siano ormai l’unica forma di promozione per un artista. La musica in Italia è stata un po’ uccisa. Dai talent sono usciti cantanti come Marco Mengoni che secondo me è bravissimo”

About Luca Mastroianni

E' nato a Roma ed è un giornalista pubblicista. Ha lavorato presso Legambiente e il Ministero dell'Ambiente, collaborando con agenzie e uffici stampa e occupandosi di attualità, diritti e corsi di giornalismo. Oltre alla scrittura ha grande passione per il calcio, il tennis e la musica. Della televisione ama soprattutto le serie tv degli anni Ottanta e Novanta: da Twin Peaks a La Tata, da C.S.I. a Friends, da I Griffin a Sex & the city.

6 Comments

  1. Rossella

    gennaio 19, 2013 at 13:06

    Anna Oxa è tra gli artisti più umili -e quindi più veri- del nostro panorama artistico; non ha mai amato le polemiche: ma quando ci vuole ci vuole! L’artista pensa al futuro dell’arte ed è chiaro che deve essere critico rispetto al presente. Un giovane deve tacere e farsi un bagno d’umiltà, ma un artista col suo background può e deve dire la sua.
    Mi piacerebbe che uno solo di quei ragazzi dei talent si dimostrasse all’altezza delle sue metamorfosi: questa donna ha un’anima che buca il sistema solare; da giovane artista avrei rifiutato di partecipare ad una Kermesse dove non c’è stato posto per la Oxa; mi sarei chiesta :cosa si aspetta questo festival da me? Bella domanda.

  2. claudia

    gennaio 19, 2013 at 22:29

    Anna Oxa ormai deve capire che è ora di lasciare spazio ai giovani! Al Bano, ricchi e poveri, etanti altri hanno un po’ stancato!

  3. Luca Mastroianni

    gennaio 20, 2013 at 01:54

    credo che nel complesso la Oxa abbia ragione. Non mi sembra che i talent stiano sfornando questi talenti di cui la musica italiana non può più fare a meno e la televisione sta avendo davvero un peso troppo grande. Alcuni sono ancora in rodaggio, e solo col tempo potranno dimostrare davvero di essere artisti con la A maiuscola al pari della vecchia guardia che è stata scartata a Sanremo. D’altronde mi trovo d’accordo anche col fatto che le nuove leve hanno bisogno di farsi notare e qui le case discografiche hanno un gran peso, visto che devono sponsorizzare cantanti sicuramente un po’ meno conosciuti. Forse la soluzione sarebbe quella di amalgamare le due cose, scegliendo di ospitare cantanti come la Oxa in qualità di superospiti.

  4. giglio

    gennaio 21, 2013 at 10:51

    ormai Anna Oxa ha fatto il suo t tempo 2 anni fa a sanremo è passata inosservata ed è stata eliminata ci sono giovani di grande talento come Mengoni il futuro bèb loro.Anna Oxa ha dimostrato di non accettare la sconfitta e se la prende con i giovani

  5. luca rossi

    gennaio 23, 2013 at 10:12

    anna oxa ha ragione,non si possono accettare ragazzini inesperti su un palco come san remo.noi adulti vogliamo vedere patty pravo la oxa la bertè ,cioè artisti di qualità.gli unici veri talenti giovani sono giusy ferreri,mengoni e malyka tutt il resto è……noia.

    • Luca Mastroianni

      gennaio 23, 2013 at 12:14

      ragazzi, è difficile accontentare tutti… secondo me bisognerebbe fare un giusto mixage tra artisti del passato e altri più giovani…

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *