Festival di Sanremo 2013, Gianna Nannini elogia Marco Mengoni: “Mi piacerebbe scrivere anche per Emma Marrone”

By on gennaio 10, 2013
foto della cantante gianna nannini

text-align: center;”>foto della cantante gianna nannini

GIANNA NANNINI è pronta a scalare le classifiche italiane con il suo nuovo album Inno, in uscita il prossimo 15 gennaio per l’etichetta discografica Sony. Il disco, realizzato a due anni di distanza dal precedente Io e te, uscirà in contemporanea in tutta Europa e segnerà il ritorno della rocker più famosa d’Italia. Rocker che negli ultimi anni ha strizzato l’occhio a un genere musicale sicuramente più pop, come ha dimostrato il successo ottenuto nel 2006 con il singolo Sei nell’anima e nel 2011 con Ogni tanto, canzone dedicata alla figlia Penelope che la cantante toscana ha avuto a 56 anni.

Oggi GIANNA NANNINI è protagonista silenziosa del prossimo Festival di Sanremo, che si terrà dal 12 al 16 febbraio prossimi. Al Tgcom, infatti, ha rilasciato alcune interessanti dichiarazioni, soprattutto in  merito al brano Bellissimo che ha scritto per uno dei cantanti in gara, Marco Mengoni, vincitore di X Factor 3 nel 2009, idolo dei giovanissimi e possibile candidato alla vittoria sanremese di quest’anno. E ha spiegato anche i suoi progetti futuri.

GIANNA NANNINI si è detta davvero molto felice di realizzare un brano per il cantante laziale che secondo lei canta benissimo il pezzo aggiungendo quella sfumatura che lo caratterizza ancora di più. Nel nostro Paese, ha aggiunto, ci sono tanti bravi interpreti che hanno la capacità di personalizzare i propri lavori e anche Marco Mengoni raccoglie tante influenze diverse “ma ha soprattutto una caratteristica vocale rara in Italia, che hanno solo alcuni cantanti della Sardegna e del sud Italia, la cui voce è in grado di raggiungere dei picchi di altezza che nessuno ha”.  La Nannini ha proseguito spiegando che preferisce la voce del collega soprattutto quando è al suo stato naturale, “piuttosto che quando fa dei virtuosismi”, e per questo la canzone che ha composto è perfetta per lui perchè molto lineare.

Specificando poi che al Festival di Sanremo ci andrebbe solo in qualità di ospite, GIANNA NANNINI ha anche detto che scriverebbe un pezzo per Emma Marrone, considerando anche che questo è un periodo nel quale sta cercando di mettere la sua esperienza al servizio di altri. Non sono tra l’altro sconosciute, ai fan della rocker, le collaborazioni con Wil Malone e Alan Moulder, ma l’obiettivo principale è quello di aiutare i nuovi talenti a trovare il loro percorso e inserirsi nel mondo della musica grazie al giusto mixage tra la loro personalità e i brani che gli vengono scritti. La Nannini è più soddisfatta se un suo brano venga cantato da un altro, visto che alla fine scrivere per sè è qualcosa che può sempre fare. Lo scopo è quello di aiutare le nuove leve attraverso materiale nuovo e “non solo con le cover, come fanno i talent show che non amo, ma anche con la propria cifra artistica.

About Luca Mastroianni

E' nato a Roma ed è un giornalista pubblicista. Ha lavorato presso Legambiente e il Ministero dell'Ambiente, collaborando con agenzie e uffici stampa e occupandosi di attualità, diritti e corsi di giornalismo. Oltre alla scrittura ha grande passione per il calcio, il tennis e la musica. Della televisione ama soprattutto le serie tv degli anni Ottanta e Novanta: da Twin Peaks a La Tata, da C.S.I. a Friends, da I Griffin a Sex & the city.

One Comment

  1. said

    gennaio 10, 2013 at 21:41

    Beh? veramente, non è proprio così, le cose sono andate in questo modo e l’interesse per Emma le è stato estorto attraverso la domanda posta dall’intervistatore, certo Andrea Conti di Tgcom24 che siede spesso ospite alla “tavola” di Maria De Filippi. Infatti la domanda è stata: Pensi anche di scrivere per qualche altra cantante, ad esempio Emma Marrone?
    Risposta: Sì, mi piacerebbe: è proprio un periodo nel quale sto cercando di mettere a disposizione la mia esperienza e le fortunate produzioni con geni come Wil Malone e Alan Moulder, dei nuovi talenti,magari già scritturati, in modo da aiutarli a trovare una loro strada, un loro sound, attraverso le canzoni che gli scriviamo. Sono più contenta che un mio pezzo vada ad un altro, piuttosto che a me: alla fine io scrivo sempre per me stessa.

    Se Conti le avesse chiesto se le sarebbe piaciuto scrivere per Pincopallo e quest’ultimo fosse stato un cantante avrebbe risposto la stessa cosa!

    Siete bravi a rigirare la frittata!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *