Il Giro del Mondo Facendo Affari: Conor Woodman vende il proprio appartamento per concludere affari in giro per il mondo

By on gennaio 10, 2013
il giro del mondo facendo affari

text-align: center”>il giro del mondo facendo affari

CONCLUDERE AFFARI IN GIRO PER IL MONDO CON CONOR WOODMAN – Rai 5 continua a sfornare gioiellini per le sue prime serate, e lo fa questa volta girando il globo in compagnia di Conor Woodman, analista di mercato che, stufo di dati, grafici e computer, si avventura per il mondo alla ricerca di affari da concludere. “Il Giro Del Mondo Facendo Affari” (Around The World In 80 Trades) è l’avventura in onda su Rai 5 dall’11 gennaio ogni venerdì alle 21.15, dove vedremo l’intraprendente Conor vendere il proprio appartamento per poi partire per il mondo e tentare di concludere affari di ogni genere. Con 25.000 sterline in tasca, l’analista girerà 4 continenti imbattendosi nei più scaltri venditori di tutto il mondo e scambiando merci di ogni genere, dal caffè, ai cammelli, al tè. Obbiettivo finale: raddoppiare il budget di partenza.

PARTENZA: AFRICA. OBBIETTIVO: COMPRARE CAMMELLI – Prima tappa, nonché prima puntata del viaggio, di Conor è il Sudan, dove l’obbiettivo stimato è acquistare cammelli dai mercanti del luogo. Gli animali dovrebbero servigli per riuscire a raggiungere l’Egitto seguendo la via del Nilo, ma l’impresa si rivela più ardua del previsto mettendo Conor in difficoltà. Decide dunque di spostare l’occhio su un altro bene a lui più familiare, investendo parte del suo denaro nel Caffè dello Zambia, sicuro di riuscire ad ottenerlo ad un prezzo più che vantaggioso sia per lui che per il mercato del luogo. Terminata la prima tappa, il suo viaggio lo porta nei mercati dell’Asia Centrale, dove avrà a che fare con altri tipi di quadrupedi pregiati. 

around-the-world-conor-woodman

DALL’ASIA CENTRALE ALL’ESTREMO ORIENTE – Dopo l’esperienza terminata male con i cammelli, Conor avrà a che fare anche nella seconda puntata con altri animali a quattro zampe. Arrivando a Delhi l’analista tenterà, anche questa invano, di acquistare i pregiati cavalli del Kirghizistan, rimanendo però con un “pugno di mosche in mano”. La ricerca degli affari lo porterà subito dopo in Cina, dove cercherà di piazzare sui mercati della ricca classe media il vino rosso africano, ma troverà sulla sua strada un forte ostacolo; a Shangai la classe media è innamorata del vino rosso francese. Sempre dalla Cina, ripartirà il suo viaggio nella terza puntata, questa volta però l’impresa consisterà nel riuscire a rivendere della giada molto preziosa a qualche collezionista di Taiwan. In questa stessa città, acquisterà del tè e si sposterà in Giappone cercando di rivenderlo ai locali, ma la strada del business è sempre imprevedibile, e dal tè dovrà passare al mercato del pesce fresco.

ULTIMA TAPPA: CENTRO E SUD AMERICA – Dal sushi giapponese al surf messicano, nell’ultima tappa del suo viaggio Conor dovrà vedersela con la vendita di oltre 700 tavole da surf e più di 400 bottiglie di tequila, sperando di riuscire a piazzare il tutto ad un buon prezzo ottenendo un buon margine di guadagno. Questa infatti è la tappa della resa dei conti, dove l’analista dovrà prendere il denaro in mano e verificare se ha raggiunto il suo obbiettivo. Prima di farlo, però, dovrà imbattersi nel mercato del teak brasiliano, ma la crisi dell’edilizia in Inghilterra gli complicherà le cose mettendogli i bastoni tra le ruote. Appuntamento dunque all’insegna dell’avventura, contornata dal magnifico stupore che suscitano i viaggi, ogni venerdì, alle 21.15, su Rai 5 

About Vito Tricarico

Nato nel cuore del sud nel 1993, diplomato da non molto come Tecnico della Gestione Aziendale. Curioso osservatore con la voglia di costruirsi ogni cosa con le proprie mani, dedica il proprio tempo a dilettarsi nella scrittura, nel disegno e dare seconda vita ad oggetti comuni.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *