Italia’s Got Talent 2013, Next Gogo Boys infiammano lo studio e gli ormoni di Maria!

By on gennaio 20, 2013
Italia's Got Talent Next Gogo Boys

text-align: center”>Italia's Got Talent Next Gogo Boys

ITALIA’S GOT TALENT 2013, I NEXT GOGO BOYS – Ieri, durante la seconda puntata di Italia’s Got Talent 2013 c’è stato uno spettacolino che ha fatto sobbalzare dal divano non poche signore. Di cosa parliamo? Ma ovviamente della performance dei Next Gogo Boys, un gruppo ben assortito di montagne di muscoli che hanno ballato in maniera sensualissima, spogliandosi pian pianino, mandando in ebollizione gli ormoni di tutte quelle donne che non hanno potuto far altro che sbavare davanti a cotanta virilità! Se anche Maria De Filippi non è riuscita a staccar loro gli occhi di dosso, lei che cerca sempre di controllarsi, figuratevi la reazione di chi non conosce proprio la parola “autocontrollo”! L’esibizione, quindi, è piaciuta tanto non solo al pubblico femminile di casa, ma anche ai giudici, che hanno fatto passare i Bronzi di Riace alla fase successiva, apprezzando “un certo erotismo per nulla volgare”, in loro: difatti, i ragazzoni hanno gonfiato solo un po’ i muscoli, non togliendosi nemmeno quei pantaloni che alle donne proprio non sono piaciuti!

CHI SONO I NEXT GOGO BOYS? – Il gruppo dei Next Gogo Boys non è nato solo per far vedere ai telespettatori di Italia’s Got Talent quanto sono provocanti i ragazzi che si sono spogliati per la gioia di tutte: loro lavorano insieme più o meno da un anno, infiammando discoteche e locali vari; sono molto apprezzati anche dai gay, e proprio per questo hanno avuto un posto fisso nella discoteca Muccassassina di Roma. È stato Stefano Rima a voler dar vita a questa nuova generazione di Gogo Boys, i quali sono “capaci di fare spettacolo non solo sul palco delle discoteche, ma riescono anche a catturare l’attenzione di persone di qualsiasi età con balletti da performer professionisti”. A curare nei minimi dettagli le loro esibizioni e a far avere loro un fisico sempre impeccabile, ci pensano Marco Castellano – conosciuto come preparatore atletico di Amici di Maria De Filippi – e il coreografo Massimiliano Petrangeli.

DAL MUCCASSASSINA A ITALIA’S GOT TALENT – Nella blogosfera si posso leggere anche dichiarazioni di chi si occupa direttamente di loro, che raccontano le varie esperienze lavorative che hanno vissuto questi giovani (l’età dei componenti del gruppo va dai 21 ai 32 anni):

“In pochissimi mesi hanno fatto un numero spropositato di spettacoli di boylesque (la versione per maschi del burlesque, ndr), presentandosi anche in locali davvero tanto famosi, come, per esempio, il Mo’ Mo’ Republic. Sono stati anche testimonial in tanti centri sportivi e anche estetici. Da non molto hanno trovato una sistemazione nel cast del Muccassassina 2012/2013″.

E a voi piacciono i Next Gogo Boys? Credete che abbiano una possibilità di vittoria, oppure dopo aver ascoltato la voce straordinaria di Daniel Rays avete creduto che sarà lui l’unico a trionfare a Italia’s Got Talent?

About Pascal Ciuffreda

Classe 1992, un ragazzo come tanti, ma con un’ingovernabile voglia di comunicare scrivendo. Studente di filosofia con diverse passioni: divorare libri senza pregiudizi, seguire qualsiasi tipo di programma televisivo (da quelli incentrati sulla cultura a quelli più trash), ascoltare tanta musica, e scrivere articoli sui più svariati argomenti. Puzza sotto al naso, mai; entusiasta sempre di sperimentare e sperimentarsi. Il suo motto? Vivere militare est.

2 Comments

  1. Rossella

    gennaio 20, 2013 at 18:33

    Ho fatto una piccola ricerca su internet e… che dire? La natura è stata molto generosa: Policleto non avrebbe saputo fare di meglio!!!
    La cultura ci abitua a guardare il mondo con gli occhi del maschio. In realtà il rapporto vista- ormone è tarato sulla mentalità maschile. Infatti il sex-symbol è sempre stato una prerogativa del pubblico femminile: gli uomini non coltivano questo mito perché il loro è un autentico voyerismo che si nutre di uno sguardo capace di isolare dettagli del corpo femminile. Questa mentalità non racconta l’anima delle donne!
    I Carramba boys ci raccontano un’Italia diversa in cui non si metteva tutta questa malizia nell’analizzare i fenomeni. Le ragazze della mia generazione sono cresciute con il cartone animato di Batty Boop – nel 1987 la Disney celebrò questo personaggio che adesso potrebbe apparire sovversivo dal momento che sotto l’espressione burlesque ci mettiamo tutto e il contrario di tutto – quindi questa Italia bacchettona non può che suscitare in alcune di noi un profondo rammarico. Esistono opportune vie di mezzo! Ormai il rapporto con la propria femminilità non è più vissuto come un gioco: io preferisco continuare a leggere la storia con gli occhi di una donna!
    Premetto di non amare questo programma però se ci penso: è sabato sera, stai guardando la televisione con tuo marito, tuo padre, tua madre o tuo figlio e allora queste scene possono suscitare ilarità! Il contesto è la chiave di lettura di ogni scena. Del resto nella vita reale dovrebbe essere così; una ragazza che ho conosciuto stravedeva per il testimonial di un profumo e così il fidanzato ha sostituito il suo profumo con quello pubblicizzato sullo sfondo dei Faraglioni: sono cose innocenti, ci vuole un po’ d’ironia!

  2. Pascal Ciuffreda

    gennaio 21, 2013 at 02:45

    E certo! Poi questi maschietti a petto nudo piacciono a tutte, anche alle più bacchettone! XD

    Pascal Ciuffreda

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *