La prova del cuoco, puntata del 22 gennaio: in pentola scrippelle abruzzesi, scaloppe con funghi e risotto all’arancia

By on gennaio 22, 2013

text-align: center”>Antonella Clerici a La prova del cuoco

LA PROVA DEL CUOCO, PUNTATA DEL 22 GENNAIO. Secondo giorno della settimana con La prova del cuoco che ieri, dopo la consueta pausa della Domenica durante la quale a far compagnia ai telespettatori del mezzogiorno di Raiuno è toccato a Linea Verde, è tornata con i suoi cuochi e tante squisite ricette (qui tutti i piatti realizzati durante la scorsa settimana). Anteprima della trasmissione curata come sempre da Marco Di Buono, oggi in compagnia della dottoressa Sara Farnetti. Il conduttore ha letto la mail inviata al programma da Angela, una telespettatrice che ha scritto da Rieti chiedendo se è vero che il soffritto fa male al fegato. La dottoressa ha risposto che il soffritto può causare problemi al fegato solo quando è preparato con un olio molto riscaldato, perciò le ha proposto di scaldare l’olio in padella, aggiungere l’aglio schiacciato (affinchè possa liberare le sue sostanze benefiche) e inserire poi la pietanza accompagnata da erbe aromatiche. A mezzogiorno in punto la parola è passata ad Antonella Clerici che sulle note della sigla ha fatto il suo ingresso in studio salutando il pubblico oggi proveniente dalla provincia di Ravenna. Prima di spostarsi in cucina, la conduttrice con Marco Di Buono ha chiesto ai telespettatori di scrivere sulla pagina Facebook del programma qual’è il piatto che non riescono a cucinare.

la-prova-del-cuoco-aggiunta-brodo-al-risotto-all-arancia

“ANNA CONTRO TUTTE”: SFIDA A BASE DI SCRIPPELLE. Spazio nelle cucine più amate dagli italiani oggi alla sfida “Anna contro tutte”. A gareggiare contro la cuoca umbra è arrivata la signora Maria Martino di Corropoli (Teramo) con le sue scrippelle ‘mbusse, piatto tipico abruzzese realizzato con uova a pasta gialla, farina di tipo “00”, acqua, sale, pecorino grattuggiato e olio d’oliva. Anna Moroni ha risposto alla sfida preparando le scrippelle in brodo per le quali occorrono uova, grana grattuggiato, prezzemolo, farina di tipo “0”, sale, noce moscata e brodo di gallina (nella gallery le schede con gli ingredienti e le foto che illustrano le varie fasi della preparazione di entrambe le ricette). A giudicare le pietanze sono stati i cuochi Renato Salvatori e Ambra Romani che dopo aver assaggiato i piatti hanno decretato vincitrice della sfida Anna Moroni “bocciando” quindi la concorrente abruzzese il cui brodo è stato giudicato poco saporito.

“PASSO A DUE” CON SERGIO BARZETTI: RISOTTO ALL’ARANCIA, PERE E TALEGGIO. Ospite di Antonella Clerici nella puntata odierna de La prova del cuoco è stato anche Sergio Barzetti che oggi ha proposto uno squisito risotto all’arancia, pere martin sec e taleggio, per la cui preparazione occorrono riso Carnaroli, taleggio, arance, pere martin sec, vino bianco, burro, parmigiano, cipolle, carote, sedano, scalogno, alloro, sale e pepe. La pietanza è tratta dal libro “Le ricette de La prova del cuoco” (pagina 178). Per la preparazione del brodo il cuoco ha consigliato l’utilizzo di una cipolla con la buccia perchè da sapore e colore al piatto, mentre per sfumare il riso ha utilizzato un vino rosso del Trentino Alto Adige (nella gallery la scheda con gli ingredienti e le foto che illustrano le varie fasi della preparazione). Ad abbinare un vino alla pietanza preparata da Sergio Barzetti è toccato alla sommelier Roberta Begossi che ha scelto un raffinato vino bianco del Friuli Venezia Giulia, in particolare del Carso.

AUGUSTO TOCCI E LE SCALOPPE CON FUNGHI E NOCI. Nelle cucine di Antonella Clerici oggi è intervenuto anche Augusto Tocci che ha presentato ai telespettatori la ricetta delle scaloppe con funghi e noci, un piatto ideale da preparare durante l’inverno quando è facile trovare in commercio i funghi secchi (nella gallery le foto che illustrano alcune fasi della preparazione del piatto).

LE “PIZZE FRITTE” DI GINO SORBILLO. E oggi per la prima volta nelle cucine de La prova del cuoco spazio al pizzaiolo napoletano Gino Sorbillo che ha preparato una pizza fritta, ricetta tipica di Napoli realizzata con un impasto lievato per circa 8-9 ore e steso sull’olio con una tecnica molto antica. Per la realizzazione della pizza il cuoco ha utilizzato olio di arachidi (nella gallery le foto che illustrano alcune fasi della preparazione della pietanza). La pizza è stata arricchita poi con pomodoro, mozzarella di bufala e formaggio.

GARA DEI CUOCHI. Seconda sfida della settimana tra Gianni Marognoli (già vincitore della gara di ieri) per la squadra del pomodoro, oggi abbinato a Renato Salvatori, e Patrizia Bertolucci per la squadra del peperone, oggi abbinata ad Ambra Romani. Tra gli ingredienti presenti nella spesa della squadra rossa oggi prosciutto cotto di Praga, trota salmonata, carciofi e zenzero con i quali sono stati preparati fusilli di grano duro con carciofi e prosciutto di Praga e trota al cartoccio con carciofi e zenzero. Nella spesa della squadra verde invece lamponi, pasta sfoglia, pomodorini, mango e formaggio tartufato utilizzati per preparare passatelli asciutti marchigiani con pomodorini arrosto e pecorino tartufato e tatin al mango con salsa di lampone (nella gallery le foto di tutte e quattro le pietanze). A decretare il vincitore del giorno sono stati i telespettatori che con in base alla popolarità hanno scelto di premiare con il 51% dei televoti la squadra del pomodoro capitanata Renato Salvatori e Gianni Marognoli il cui punteggio sale quindi a 2 a 0 nei confronti dell’avversaria. Ricordiamo che le ricette de La prova del cuoco sono disponibili sul sito della trasmissione o alla pagina 759 di televideo.

About Emanuele Fiocca

Nato a Soveria Mannelli (Catanzaro) il 7 Luglio 1987, è un calabrese doc. Attratto dalla televisione fin da bambino, ha maturato negli anni esperienze in diversi programmi della RAI come UnoMattina in Famiglia, Mezzogiorno in Famiglia, Alle Falde del Kilimangiaro, L'Arena e Domenica In. Caporedattore de LaNostraTv dal 2014 al 2017, è il Responsabile Editoriale e Supervisore del sito.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *